Rispondi a: Cerchi nei campi di grano

Home Forum MISTERI Cerchi nei campi di grano Rispondi a: Cerchi nei campi di grano

#7643

robertol
Partecipante

ciao richard

Mi chiedi domande e domande ti pongo.

Innanzitutto tengo a “tranquillizzarti” circa la natura umana (assi di legno) dei due cerchi su cui nutri qualche perplessità: sono eventi risaputi pubblicamente (a presindere da Fraddy “coda di paglia” Silva”) nel caso del cerchio di cui ho scritto essere commissionato dal Daily Mail e per i più informati nel caso del cerchio dei “due delfini”.
Il prossimo anno (o fra due o tre anni), se ci saremo ancora, sarà possibile chiarire cosa significa “per i più informati” anche se, tutto sommato sarebbe possibile cominciare a parlarne già da adesso in relazione ad un post (legato ad un video) che tu hai inserito in questo forum relativamente a un cerchio di qualche anno fa.

Per quanto riguarda il cerchio “olimpico” è ovvio che tu lo riconduca a una matrice umana data la natura del simbolo rappresentato ma mi chiedo (e [u]ti chiedo[/u]) quale sia la discriminante, a prescindere dal disegno rappresentato, che ti fa ritenere senza ombra di dubbio che di cerchio di natura umana si tratti.

Si tratta infatti di un cerchio in cui non si evidenziano imprecisioni evidenti, è un cerchio all'interno del quale sono stati trovati steli piegati, nodi gonfi, nodi esplosi ed è un cerchio che nel corso dell'anno successivo si è riproposto sotto forma di “ghost circle” … cos'altro serve perchè questo non si possa definire un cerchio “vero”? Forse la natura del simbolo impresso al suolo?

Per quanto riguarda i “due delfini” anche mi e ti chiedo cosa ti rende perplesso. Quando riesci ad accettare (data l'evidenza dei fatti) che il cerchio dell'Uomo falena olandese (il pià grande e assai probabilmente il più complesso crop circle mai realizzato anzi, conosciuto) sia stato realizzato da esseri umani. A proposito di questo qui mi dovresti spiegare cosa intendi per “fregare” qualcuno quando ti riferisci a quel cerchio.
Per quale motivo ti “perplimi” di fronte a tre cerchi allineati (i due “delfini”)?

Forse il fatto che tu non sappia che a suo tempo fu noto come “fake” a seguito delle dichiarazioni dei soliti cacciatori di circlemakers della Knapp Hill?

In secondo vorrei evidenziare il fatto che quanto tu affermi circa il fatto che tu abbia saputo della questione “ghost circles” solo dopo la lettura dell'articolo a firma Ben Boux (pur non sapendo io a quand risale quell'articolo ma sicuramente a non prima della scorsa estate) la dice lunga sulla questione [u]informazione[/u] che, se ne sentirai tu così come anche altri utenti del forum, riprenderemo in seguito a prescindere da preconcetti e/o prese di posizione aprioristiche.

I link che mi hai girato sono cosa notae risalgono nei contenuti agli albori del mio personale percorso di ricerca a riguardo … ancora ricordo i tempi dei primi anni '90 durante i quali mi immergevo completamente in Bauval, Hancock, Schoch & Co. ma il tempo passa e la staticità (almeno quella intellettiva) non è nelle mie corde per cui … eccomi adesso molto distante dalle posizioni iniziali a riguardo dei cerchi nel grano.

Al di là di quelli che possono essere i significati soggettivamente riscontrabili (dato che no ricordo cerchio di cui non esistano almeno due differenti interepretazioni – se poi una ha ha avuto il sopravvento su altre in quanto a seguito di “fedeli”, questo è un altro discorso) in questo o quel cerchio o gruppo di cerchi, cosa possono da un punto di vista fisico (nel più “terraterra” dei significati, avere in comune tutte quelle teorie con i cerchi nel grano quando ogni singola caratteristica riscontrata ha il suo omologo in un asse di legno guidata da un piede abilmente addestrato?

rob