Rispondi a: Batterie ad acqua

Home Forum PIANETA TERRA Batterie ad acqua Rispondi a: Batterie ad acqua

#76752

ezechiele
Partecipante

confermo e' l'esperimento della “seconda pila di volta”

ho chiesto a un guru di pile sul forum delle bici elettriche, ti inoltro la risposta

“PIXBUSTER” DISSE:
Quella del filmato è la seconda versione della “pila di Volta” : la prima era fatta da dischetti impilati (rame, feltro imbevuto, zinco) da cui il nome di PILA; la seconda era fatta “a tazze” per ovviare all'inconveniente per cui, col peso dei dischi, il liquido dei dischetti di feltro se ne usciva

La cosa che non dicono nel filmato è che se si mette ACQUA non funziona: bisogna mettere una soluzione acida (normalmente con acido solforico) ed è quello che, scomponendosi in due parti che migrano verso ognuno dei due poli, genera l'energia elettrica
E dopo un certo tempo l'acido si esaurisce, i due elettrodi si sono modificati e la pila non funziona più (è “scarica”)

Le “pile” attuali usano coppie di elementi diversi da rame e zinco, ma il principio è sempre quello (ma in più dentro ci sono altri “additivi”); solo che durano immensamente di più

Anzi aggiungo un annedoto: le torce elettriche, in americano, si chiamano “flashlights” perchè, a causa delle batterie per niente performanti di cui si disponeva ai primi del '900, riuscivano a far luce per pochissimi istanti (flash) e poi bisognava lasciarle riposare
A quell'epoca il massimo della tecnologia erano le pile zinco-carbone