Rispondi a: Programmazione mentale, quella vera.

Home Forum PIANETA TERRA Programmazione mentale, quella vera. Rispondi a: Programmazione mentale, quella vera.

#76950

mudilas
Partecipante

questo è ciò che scrissi dopo il primo giorno di scuola di mio figlio. tratto da questo forum: http://www.lifegate.it/forum/viewtopic.php?t=150&highlight=primo+giorno++scuola

nei corridoi e nelle sale i bambini più grandi applaudono i nuovi arrivati, espongono cartelloni di benvenuto, il calore umano si espande, io mi commuovo e fingo un raffreddore.
entriamo tutti in classe, genitori, figli e insegnanti, italiani, cingalesi, arabi, filippini, sudamericani, “balcanici”, cinesi, cittadini del mondo ecc..
un crocifisso enorme appeso alla parete, -mmmh, mugugno io-
ma Davidino mi stringe la mano forte e il mio cuore batte forte, gli sorrido perchè è spaventato, estendo il sorriso e lo sguardo a tutti i bambini spaventati, in fondo, nessuno di loro sembra badare a quel simbolo…
le insegnanti salutano, anche loro emozionate, una un po' meno, è di ruolo e ha esperienza, l'altra sbaglia persino a coniugare un verbo, ma mi piace, è giovane, motivata, innamorata dei bambini…

la più anziana fa l'appello e quando arriva ai cognomi non italiani chiede aiuto, poi intenzionalmente chiede alla mamma di una bimba egiziana, se ha intenzione di “fare la religione cattolica”, perchè, -dice lei- non c'è specificato, -mmmh rimugugno, cazzo, c' è proprio un' aria tesa in questo periodo, non poteva chiederlo in un secondo momento?-, lei (la mamma), risponde di no, io preciso, che anche mio figlio “non farà religione cattolica”…lei mi guarda da testa ai piedi, guarda le scartoffie e mi dice. -si c'è scritto- , -bene- rispondo io, e rimugugno…..

poi il preside parla di momento importante, di una tappa, forse la prima, che determinerà un cambiamento, parla di dati, di informazioni, delle innumerevoli informazioni, che ai nostri tempi non c'erano, e che la mente umana, per la prima volta sistemizzerà, incasellerà, in apposite parti del cervello- cacchio questo preside è preparato, è la prima volta che sento un discorso simile, ma mi stravolge, “puzza”-.

parla di diverse intelligenze e di tempi di apprendimento, dice che la scuola educherà scolasticamente i bambini, e cercherà di aiutarli a crescere insegnando anche dei valori morali – mmmh riririmugugno, tra me e me, chissà quali volori…-, parla anche di nuove meccaniche mentali

infine ci raccomanda, a noi genitori, di non far pesare sui nostri figli, le nostre aspettative e le nostre frustrazioni,…-non ce la faccio-, alzo la mano e gli dico:-condivido la sua raccomandazione, che estenderei anche agli insegnanti e agli addetti ai lavori, forse la scuola è cambiata, e sicuramente in meglio, però ai miei tempi, i bambini svegli, non vedevano l'ora di uscire, e forse non era un bel posticino..-

lui ride, con una risata proprio grassa, che quasi mi spaventa, e dice: -certamente!-

la paura e il dubbio mi assalgono, -quasi, quasi, porto via il mio bambino, penso…-

la mia riflessione:
i bambini sono creature particolari, sicuramente diversi dagli adulti, e non solo perchè sanno meno cose e hanno meno dati certi (ma come ha intuito il preside, più dati di quando noi ravamo piccoli), ma perchè sono più naturali, non usano quelle meccaniche mentali indotte dagli isegnanti, e riceveranno informazioni che potrebbero essere false, che poi si fatica immensamente a deprogrammare, merdAA!

così pensavo allora, forse sui bambini e sugli umani ho le idee molto più confuse, ma sulla scuola….