Rispondi a: La nuova Torre di Babele

Home Forum PIANETA TERRA La nuova Torre di Babele Rispondi a: La nuova Torre di Babele

#77270

deg
Partecipante

[quote1225980660=mysterio]
L'uomo..convinto che il progresso tecnologico fosse l'unica strada per il benessere e la felicità..si è lanciato in una folle corsa atta a trasformare questo pianeta in una sorta di “paradiso artificiale”.
Un “paradiso”..che tu hai descritto alla perfezione..empio di costruzioni materiali..la grandissima parte delle quali perfetamente inutili..ma che danno la percezione all'uomo moderno di sentirsi realizzato..soddisfatto..felice..rilassato tra le proprie cose materiali..le quali hanno ormai più valore dei sentimenti..dell'amore..della bontà..della generosità.
Un “paradiso” che così viene chiamato dall'uomo moderno..perchè egli è incapace di riconoscerlo per ciò che realmente è..un'Inferno.

Si è così venuto a creare un sistema in cui l'uomo crede di esser libero poichè può disporre di ogni cosa materiale che egli voglia..mentre in realtà l'uomo non è altro che schiavo di sè stesso..perchè per soddisfare i propri bisogni materiali..finisce col sacrificare la propria esistenza in una spirale fatta di lavoro..di produzione..di consumo..di ritmi frenetici..perdendo così il contatto profondo con il proprio sè..con la propria conoscenza..con la propria essenza.

Un uomo-robot è quello odierno..agisce come una macchina ed è intento a costruire questa nuova torre di Babele perchè si crede onnipotente. Perchè crede di avere ogni potere sulla natura e sul pianeta in cui vive..e crede ciecamente che in un prossimo futuro potrà estendere questo suo potere anche sul cosmo intero..

In cosa crede quest'uomo? Crede in un dio a sua immagine e somiglianza(e non viceversa)..un dio “compagno di merende” da venerare una volta a settimana per aver messo messo a sua disposizione questo pianeta come fosse un giocattolino dal quale egli può fare tutto lo scempio che vuole perchè il fine ultimo dell'esistenza sta nel raggiungere la felicità terrena..

Lo farà quest'uomo il salto evolutivo? O finirà seppellito dalla sua stessa torre quando essa inevitabilmente collasserà?
[/quote1225980660]

Lo sapete che la parola civiltà è sinonimo di schiavitù? Per poter realizzare questa esperienza (schiavitù), è stato necessario abbandonare la libertà di scelte personali al fine di dare la precedenza all’organizzazione di gruppo. La verità è che oltre alla famiglia, nessuna organizzazione è necessaria. La responsabilità personale è la chiave della libertà. La cooperazione è un fenomeno naturale fintanto che la necessità di controllare ne rimanga fuori. La necessità di controllare è un’attività addottrinata che diventa abituale quando si vive tale esperienza.

Voi venite programmati al fine di focalizzare le vostre energie verso la tutela del vostro fisico sexy, e nei vostri pensieri umanitari rivolti alle moltitudini che soffrono mentre prendete un altro boccone della vostra bistecca al ristorante, o come minimo del vostro hamburger mangiato sulla via di casa dopo una giornata improduttiva sulla tastiera di un computer.

Il fatto è che il libero arbitrio è alla base di come vi siete cacciati in questa situazione è sarà utilizzando il libero arbitrio che desidererete di fare finalmente qualcosa di sufficientemente drastico che ve la farà superare. In precedenza avete utilizzato il cambiamento per tirarvi fuori, ma è solo servito ad alterare la situazione, non la ha risolta completamente. In questo caso, lo scenario è tale da dire letteralmente “o la va o la spacca”, prendendo in prestito il vostro vernacolo. Nell’ambito della scelta del focus giusto dimora la vostra salvezza. Sorridi, sei nella “squadra vincente”.
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3682