Rispondi a: La verità

Home Forum MISTERI La verità Rispondi a: La verità

#775

Anonimo

[quote1209745488=altair]
“Nel loro sforzo per superare il mondo dell'intelletto i Buddhisti Zen hanno sempre messo l'accento sull'importanza dell'istantaneità. Non dovrebbe essere consentito alla riflessione di frenare la rapidità di una risposta, e come il suono di una campana si fa sentire nello stesso momento in cui si produce, così l'uomo dovrebbe coltivare in se stesso una presenza di spirito capace di condensare una esperienza infinita in una intuizione immediata.

Per questo i Maestri Zen non cessano di insistere con i loro discepoli sulla spontaneità della reazione che essi si aspettano da loro.

La conoscenza razionale è razionale solo perché vi si giunge per mezzo della ragione. La altre conoscenze accessibili con mezzi diversi dalla ragione, non sono, però, irrazionali; sono extra-razionali. Saper distinguere fra le idee suscettibili di analisi razionale e quelle che non lo sono è il dono degli dei.

Per colui che agisce, è altrettanto importante saper riconoscere la giustezza di un giudizio intuitivo che la solidità di una prova scientifica.”

Presentazione del libro:

Daisetz Teitaro Suzuki
La dottrina Zen del vuoto mentale
Il significato del Sutra di Hui-neng (Wei-Lang)
Ubaldini Editore – Roma

La mente, la conoscenza razionale comunque esiste ed è utile Yeiaiel.
Bisogna imparare a gestirla, a non lasciargli tutto lo spazio che da millenni l'Occidente gli ha concesso. :bay:

[/quote1209745488]

La nostra mente.

Capite l'importanza della mente
La gente viene illusa dall'attaccamento al corpo che è effimero, evanescente e temporaneo. Qualsiasi cosa nasca è soltanto transitoria, tutto ciò che è nel mondo è destinato a morire. Solo una cosa rimane per sempre, e questa è la mente che molta gente chiama 'mente di scimmia'. No. Voi appartenete alla razza umana e non avete niente a che vedere con la mente della scimmia. La mente, infatti, è della natura del Sé. Dovete fare gli sforzi appropriati per capire la sua vera natura. Solo coloro che hanno il controllo della propria mente possono essere definiti esseri umani. A questo mondo molti sono altamente istruiti, molti sono anche riusciti a padroneggiare varie forme di conoscenza e sono impegnati in compiti grandiosi, ma non possono essere definiti esseri umani nel vero senso della parola se non hanno il controllo della propria mente. Nella mente capitano ogni sorta di pensieri buoni e cattivi. Dovete accettare solo ciò che è buono, tenendo la mente lontana da tutto ciò che è cattivo; non permettete mai alla vostra mente di associarsi a qualcosa che sia cattiva. La Dea Lakshmi ripete sempre e soltanto: “Narayana! Narayana!” Il principio dell'Atma ha origine dal Signore Narayana. Potete dire Atma o mente o Hridaya: essi sono tutti la stessa cosa. Atma vuol dire solo Narayana! Anche la mente è Narayana! E lo stesso è per il cuore. Narayana viene anche chiamato Hridayavasi (abitante del cuore). Dobbiamo dare la massima importanza alla mente. Molta gente non lo fa. Un vero essere umano è colui che considera la propria mente la base della propria vita mentre chi abbandona la propria mente ai suoi capricci ed alle sue fantasie in realtà è una scimmia e non un essere umano. Dovete fare della mente il centro della vostra consapevolezza: abbandonare la mente alla sua arbitrarietà è come abbandonare il vostro stesso Principio Vitale, quindi rendete la mente la base di ogni aspetto della vostra vita. [A questo punto Bhagavan materializza un medaglione d'oro]. Questo medaglione ha al centro l'immagine di Lakshmi ed intorno delle pietre preziose che rappresentano i desideri, a cui presiede Ella, che è pura, eterna e permanente, presiede. Dovete rendere la vostra mente padrona dei desideri, come Lakshmi. Tutti devono cercare di conoscere questa Verità. (uno dei discorsi di Sai Baba).