Rispondi a: La strage delle balene in Danimarca – lettera di protesta

Home Forum PIANETA TERRA La strage delle balene in Danimarca – lettera di protesta Rispondi a: La strage delle balene in Danimarca – lettera di protesta

#77578

mysterio
Partecipante

Sun Iron..certo..il mio intervento può anche apparire fuoriluogo e qualunquista in questo contesto..come hai scritto tu. L’avevo anche scritto di essere andato OT..

Però è una riflessione che ci tenevo ad esprimere..seppur conscio che qualcuno(come te) legittimamente mi avrebbe mosso delle critiche.

Sia ben chiaro..non metto affatto in dubbio che la stragrande maggioranza degli utenti di questo forum abbracci uno stile di vita che rispecchi il più possibile l’armonia uomo-natura.. così come non metto in dubbio le buone e condivisibilissime intenzioni di chi ha portato alla nostra conoscenza questa “barbara” usanza dei faroesi..quindi specifico nuovamente che la mia non era una critica rivolta agli altri utenti del forum..i quali si sono mostrati solidali con il contenuto della mail di protesta da indirizzare all’ambasciatore danese..

Inoltre..nel post prima ho premesso che non difendo affatto l’usanza della caccia alle balene..
Ribadisco però il fatto che non si può scaricare su un arcipelago di nemmeno 50000 persone le colpe di una situazione(rischio estinzione per una specie di balene) che secondo me ha molti altri responsabili(l’articolo postato da iniziato parla della carne di questi cetacei inquinata da tossine e metalli pesanti..è colpa dei faroesi secondo te?)..

Il punto della situazione..secondo me..risiede però nel fatto che ritengo che NOI..seppur animati dalle migliori intenzioni..non siamo in grado di giudicare e di condannare a priori le usanze altrui senza prima fare un profondo esame di coscienza.

Mi chiedo..possiamo NOI esseri umani arrogarci il diritto di stabilire cosa altri popoli debbano o non debbano fare? E soprattutto..portare alla luce gli errori degli altri..porta noi tutti a sentirci “migliori” e con la coscienza a posto? E’ questo il quesito e la riflessione che volevo porre..anche se probabilmente mi rendo conto di non aver centrato il topic maggiormente adatto..

E’ un po’ il principio attraverso il quale certi popoli si prefiggono di esportare il proprio concetto di “democrazia”..senza prima guardare dentro di sé ed affrontare le proprie contraddizioni. Ma non voglio andare nuovamente OT..

Per ultima cosa..visto che hai citato il pedofilo belga Dutroux..posso dirti che non è certo mia intenzione spezzare una lancia in favore di un assassino di quel calibro..ma l’essere a conoscenza dell’esistenza di tali mostri non deve essere motivo di sollevazione per le nostre coscienze..per il semplice fatto di sentirci “migliori” rispetto ad un soggetto criminale del genere. Spero di essermi spiegato..