Rispondi a: Cerchi nei campi di grano

Home Forum MISTERI Cerchi nei campi di grano Rispondi a: Cerchi nei campi di grano

#7844
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1321359372=Richard]
[quote1321349928=farfalla5]
Molto interessante, c'è addirittura la data di 28 ottobre 2011…e quel serpente sempre presente.
[/quote1321349928]
http://zret.blogspot.com/2011/04/cubo.html
Secondo David Wilcock, il cubo di Ziusudra potrebbe essere uno stargate, grazie al quale il re sumero riuscì a mettere in salvo sé stesso, i congiunti e gli animali, seguendo le istruzioni del dio Enki (Ea). Wilcock nota che l’ipercubo (o n-cubo), forma geometrica regolare inclusa in uno spazio di quattro dimensioni, secondo gli studi pionieristici di alcuni scienziati, si lega alla fisica iperdimensionale, dunque alla possibilità di varcare il confine del nostro universo per accedere ad un altro piano.

Le speculazioni riportate da Wilcock si potrebbero accostare al significato del numero 11 ripetuto. Il numero 11 possiede per lo più valenze oscure, ma, raddoppiato, a formare altresì un quadrilatero virtuale (una porta?), stando ad alcuni orientamenti interpretativi, indica il passaggio, la transizione.
[/quote1321359372]

Nel libro di Graham Hancock e Robert Bauval, Custode della Genesi [1], il rapporto 11:11 viene specificatamente menzionato come di fondamentale importanza per il funzionamento dell’intera piramide!
È dimostrato anche che questo rapporto 11:11 ha una connessione armonica con la misurazione angolare di 111,111 gradi, altrove nel complesso di Gizeh.
Nell’opera di Hancock e Bauval, ci sono frequenti citazioni da quella pietra miliare che sono i Testi Piramidei di Unas, e dal loro riferimento alla Prima Epoca, o “Zep Tepi”. Hancock e Bauval ci dicono che questa Prima Epoca dell’Egitto è stata 12.500 anni fa, la data esatta di chiusura del più recente Respiro Solare/ ciclo precessionale.
Quindi ora possiamo capire che Hancock e Bauval citano direttamente il rapporto 11:11 come lo “stargate” della Grande Piramide!
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_CambioEra_21.htm

Queste forme, come indicato in precedenti capitoli, sono una serie di solidi geometrici “perfetti” che si inscrivono tutti nella sfera, ed hanno una sequenza di crescita che concorda con lo schema dell’ottava, in accordo con il modello Vedico di Purusha e Prakriti. Seth ci ha già detto che l’universo si compone di “cubi su cubi” in un universo formato da “una miriade di cavi interconnessi, in costante tremolio”. Come detto, questo è letteralmente identico alla teoria delle superstringhe, che parla anche dei cubi dentro ai cubi come di “ipercubi”, e costruisce l’universo su una matrice di stringhe interconnesse che vibrano. Il modello “S3#” di Tony Smith ci mostra che i nostri migliori pensatori stanno già elaborando i solidi Platonici nei loro modelli matematici di questi regni superiori.
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_CambioEra_06.htm