Rispondi a: LA FINE DEL MONDO

Home Forum PIANETA TERRA LA FINE DEL MONDO Rispondi a: LA FINE DEL MONDO

#78954
Richard
Richard
Amministratore del forum

Si Wind, ma i piani della Fonte possono mutare?

però ti spiego,cerco di riassumere, hai ragione sulla medicina, infatti per esempio:

http://www.edgarcayce.it/media/guarigelettromagn.htm

————
R- Pensi che questo possa avere una risposta in una parola ? Queste cose sono come delle crescite. Che cosa ha significato quella consapevolezza appena indicata ? Nell’Era dei Pesci, nel centro dello stesso, avevamo l’ingresso di Emanuele o Dio fra gli uomini, chiaro ? Che cosa significava ? Lo stesso sarà inteso per mezzo della piena coscienza della capacità di comunicare con o di essere consapevoli dei rapporti con le Forze Creatrici e gli usi delle stesse in ambienti materiali. Questa consapevolezza durante l’era o epoca nell’epoca di Atlantide e Lemuria o Mu ha portato che cosa ? Distruzione all’uomo, e il suo inizio delle necessità del viaggio in salita attraverso l’egoismo.
http://www.edgarcayce.it/media/cambiamentiterr.htm

————-

Però sta tornando fuori alla luce questa scienza,che esiste già,ma è tenuta in segreto (chiamalo etere, zpe o come ti pare)
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_01.htm

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_09.htm
COLLEGAMENTO FRA ONDE DI TORSIONE E COSCIENZA

…In modo ancor più interessante, l’ Istituto di Ricerche Materiali ha anche determinato che persone con forti capacità psichiche sono capaci anche di creare identici cambiamenti nella polarizzazione di spin di varie sostanze semplicemente focalizzando la loro coscienza….

————-
quindi si sa che questo etere risponde alla coscienza/pensiero, come mostra e dice precisamente questo maestro

[youtube=425,344]-WGFK-lOnQ4

————
Intervista a Hoagland e Wilcock leggi cosa dice Wilcock alla domanda del conduttore che ha chiesto se avessero mai visto dispositivi free energy basati sull'etere e sulla fisica iperdimensionale come l'ha definita Hoagland, Wilcock e Hoagland parlano di due dispositivi differenti, ma per arrivare allo stesso punto:

http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.230

DWilcock: Questa è la cosa. Volevo dire che ho visto il film di un ragazzo..

RHoagland: Non è un dispositivo, è fisica, di una serie multipla di dispositivi, incluso, Art, uno che produce effetti anti-gravitazionali.

DWilcock: Giusto.

AB: State parlando dello stesso dispositivo?

RHoagland: No, no.

DWilcock: Lasciami dire questo. Quello che ho visto era una mezza sfera (fatta di metallo e montata su una tavola di legno di 1 piede) e aveva una uscita, una regolare, ordinaria uscita da 120 Volt AC (montata sulla tavola). Questo ragazzo poteva accendere la sua auto, accendere una lamapada e fare tutto quello che si fa normalmente con una presa normale. La cosa è..

RHoagland: Non è lo stesso, non è lo stesso.

DWilcock: Ok. Non ci sono parti in movimento dentro. (il dispositivo funziona semplicemente tramite una serie di forme geometriche incastonate (Solidi Platonici), in metallo, che sono in precisa relazione armonica fra loro. Questo era basato sul lavoro pioneristico della ricerca nel 19mo secolo di John Keely. La corrente scorre tra il bordo esterno della emisfera e l' esatto centro della geometria incastonata. Era in grado di sintonizzarla per farla funzionare come una fonte standard di corrente a 120 Volt.

L' unico problema che aveva era che quando attacchi la lampada, potrebbe subito essere più luminosa del normale, quindi inizialmente si ottiene una potenza extra. Comunque, se vuoi caricare delle batterie con questo, non ci sarebbero problemi.)

(Il dispositivo non era più grande di una agenda telefonica con una insalatiera capovolta su di essa. Uno o due di questi dispositivi, caricando continuamente e passivamente una batteria (circa 1500-2500 dollari), potrebbe forse dare sufficiente energia ad una abitazione fino alla morte della batteria.

Dato che funziona interamente sulla geometria, questo progetto da supporto alla realtà di ciò che discutiamo nel Modello Iperdimensionale, dato che la geometria che vediamo nei pianeti è la stessa che da energia al dispositivo. Quando si conoscono gli esatti rapporti tra le geometrie, sarebbe facilissimo produrre in massa questi dispositivi; ma ovviamente l' inventore teme per la propria vita.)

RHoagland: Quello su cui sto pensando è un motore, Art e il motore non è connesso a nulla. Sta nello spazio vuoto e ruota e quando lo tocchi, come essere umano, ruota più forte.

DWilcock: Si.

RH: Perchè la fisica della vita, ricordi la vecchia idea Vittoriana della forza della vita?

—–

Quindi se questa scienza esiste e questi dispositivi pure e cade il tappo che blocca tutto, potremmo avere dispositivi che reagiscono al pensiero senza interfacce e non solo..