Rispondi a: Televisione – quando ti guardo?

Home Forum PIANETA TERRA Televisione – quando ti guardo? Rispondi a: Televisione – quando ti guardo?

#79253

Omega
Partecipante

[quote1233568729=xxo]
Argomento scottante questo….
Tutti noi schierati contro la TV, organo atto solo al lavaggio del cervello.
In effetti, bollettini di guerra, ingiustizie, catastrofi, politica, economia etc etc.
Giustamente la reputiamo dannosa, la TV fa male.
Niente di più giusto.

Ma per me, se la si prende con coscienza, possiamo trovarci qualcosa di buono.
Certo non molto, ma qualcosa si può trovare, qualche raggio di luce in questo cielo completamente scuro, forse, lo possiamo trovare.

Questo intendo fare.
Vedo questi spiragli di luce, qui li pubblico e qui li analiziamo.

Beh, per Voyager e Rebus abbiamo già topic dedicati.

Porto alla mente questo film:
IL RABDOMANTE
lunedì 2 febbraio 2009 dalle ore 23.30 alle 1,30.
Sky Cinema Mania canale 312

Che caso…. subito dopo Rebus.
[/quote1233568729]
Io non sono contrario alla TV di per se ma al modo come viene gestita dal potere – oggi – e successivamente come essa viene recepita e vissuta dalla maggioranza della popolazione spesso senza capacità di discernimento seppur “adulta e vaccinata”. 🙁

Quanto alle catastrofi e attualità, inutile guardare i TG tradizionali e istituzionali – essendo tutti manipolati, è sufficiente leggere AG. :hehe:

Voyager e Rebus sono trasmissioni utili, ma non potranno diventare (relativamente) “perfette” fino a quando gli argomenti importanti saranno trattati come “alternativi”, quasi eversivi, da parte della Scienza ufficiale per cui gli ospiti indirettamente e inconsciamente saranno comunque impauriti nel tentare di andare in fondo ad ogni Ricerca perché non è facile parlare “contro” i baroni della medicina e illuminari del falso (parziale) sapere scientista moderno. :dsfg:

Il Rabdomante è un Film interessante anche se “un pò” violento; bella ambientazione, musica e la storia che viene raccontata, l'eterna lotta tra la Natura – e chi vuole impossessarsi dei suoi doni a favore di pochi e a danno di tutti gli altri Esseri umani. :scare:
[color=#0066ff]- – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – [/color]

Nel [color=#0077dd]Messaggio extraterrestre[/color] donato all'umanità (capitolo “Paradiso Terrestre“) si parla dell'importanza della invenzione di uno strumento come la TeleVisione per ogni Civiltà nel Cosmo.

Ecco un estratto: (Fonte: http://it.rael.org/download.php?view.18) !alien
[color=#0066ff]- – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – [/color]

[color=#0077dd][/color] Scrollatevi di dosso questi vecchi principi polverosi ed approfittate della vita su questa terra che la scienza può trasformare in un paradiso! Non lasciatevi imbrigliare da coloro che vi parlano di un eventuale nemico per permettere a delle fabbriche di armamenti di far lavorare degli operai mal pagati che costruiscono armi distruttive a beneficio di grossi industriali! Non lasciatevi ingannare da coloro che vi parlano di denatalità con aria inorridita, perché la gioventù ha compreso che non bisogna avere troppi figli, che è meglio averne pochi affinché siano felici e non troppo numerosi sulla terra.

Non lasciatevi irretire da coloro che vi brandiscono ancora una volta sotto il naso lo spauracchio dei “popoli vicini che si moltiplicano e che potrebbero diventare una minaccia”! Questi sono gli stessi che favoriscono l'accumulo di armi atomiche con il pretesto della “dissuasione”… Infine non lasciatevi convincere da coloro che vi dicono che il servizio militare permette d'imparare a servirsi di un fucile e che “questo può sempre servire”; mentre accumulano dei missili nucleari, vogliono insegnarvi la violenza, vogliono insegnarvi a non essere spaventati di uccidere un uomo come voi con il pretesto che indossa un'altra uniforme, facendo in modo che per voi diventi un gesto meccanico a forza di esercitarvi contro dei bersagli d’allenamento.

Non lasciatevi incantare da coloro che vi dicono che è necessario battersi per la patria! Nessuna patria lo merita. Non lasciatevi influenzare da coloro che vi dicono: “e se dei nemici invadessero il nostro paese non dovremmo difenderci?” Rispondete loro che la non violenza è sempre più efficace della violenza. Non è stato provato che quelli che sono “morti per la Francia” abbiano avuto ragione, qualunque sia stato il grado d’aggressività dell’aggressore. Guardate il trionfo di Gandhi in India. Vi diranno che bisogna battersi per le proprie libertà, ma dimenticano che i Galli hanno perso la guerra contro i Romani e che i Francesi non ce l'hanno più a male di essere i discendenti dei vinti, avendo beneficiato della civiltà dei vincitori. Vivete piuttosto nello sboccio, nella libertà e nell'amore, anziché ascoltare tutti questi esseri ottusi ed aggressivi.

L’accessorio più importante che avete per aiutarvi a raggiungere una pace universale durevole è la televisione, vera coscienza planetaria, che permette di vedere ciò che accade ogni giorno in tutti i punti del globo e di rendersi conto che i “barbari” che vivono al di là della frontiera hanno le stesse gioie, le stesse pene e gli stessi problemi di tutti, di conoscere i progressi della scienza, di ammirare le più recenti creazioni artistiche, ecc.

È necessario, evidentemente, che questo meraviglioso organo di diffusione e di comunicazione non cada nelle mani di persone che se ne servono per condizionare le folle ed orientarne l'informazione. Ma voi potete veramente considerare la televisione come il sistema nervoso dell'umanità, che permette a ciascuno di prendere coscienza dell'esistenza degli altri, di vederli vivere, evitando così di farsi sul loro conto delle idee false che portano alla paura dello “straniero”. C'è già stata la paura della tribù vicina, poi la paura del villaggio vicino, dello Stato vicino; attualmente c'è la paura della razza vicina e se questa non ci fosse ci sarebbe la paura di eventuali aggressori venuti da un altro pianeta…

Bisogna al contrario essere aperti a tutto ciò che viene d'altrove poiché tutte le paure dello straniero sono la prova di un livello primitivo di civiltà. In questo senso la televisione è insostituibile e costituisce una delle tappe più importanti di tutta la civilizzazione, perché permette, così come la radio, a tutte queste cellule isolate dell'umanità che sono gli uomini di essere in ogni momento informate di ciò che fanno le altre, esattamente come fa il sistema nervoso nel corpo di un essere vivente.[color=#0077dd][/color]