Rispondi a: la forza di gravità aiuto !!!

Home Forum PIANETA TERRA la forza di gravità aiuto !!! Rispondi a: la forza di gravità aiuto !!!

#80326
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1237566502=zero]
quindi in un ipotetico albore dei tempi, per via del big bang la rotazione terrestre era maggiore e quindi si annullava la forza di gravità, e dunque si evolvevano bestie e piante enormi , affinchè non volassero via, quando ancora non esisteva la luna, poi la terra nella sua rotazione tocco' la luna o viceversa, e la botta fece rallentare la terra incastrando nelle sue vicinanze la luna che con le sue influenze regolo' il bioritmo della terra, a quel punto i dinosauri scomparvero.

noi possiamo ritenerci i figli della luna

questo proverebbe che è lo scontro tra materia la cosa la scintills che produce vita e razze diverse.

c'è da chiedersi con cosa dovremmo scontrarci adesso ?
[/quote1237566502]
vuoi esplicarci la tua teoria?
dove stai andando ? 🙂

se non conosciamo l'energia oscura che riempe lo spazio vuoto, possiamo conoscere la gravità?

————-
Recentemente i cosmologi alla ricerca di ulteriori indizi sull'esistenza dell' energia oscura, ne hanno ricercato gli effetti in un modo differente; analizzando ammassi di galassie molto distanti e con masse sino a 1015 masse solari, i quali rappresentano le più vaste strutture dell' universo conosciuto, i ricercatori hanno scoperto che qualche cosa molto simile a un'antigravità ne sta ritardando l'evoluzione. Un team di scienziati guidato da Alexey Vihklinin (SAO) ha infatti determinato che gli ammassi galattici molto antichi sono anche più massicci di quelli formatisi più recentemente; il fatto che la crescita di queste strutture sia notevolmente rallentata nel corso degli ultimi 5 miliardi di anni — spiega Vihklinin — è un segno inequivocabile dell' energia oscura.

In che modo? Quando i membri di un ammasso per effetto della loro espansione si allontanano tra loro al punto che le reciproche attrazioni gravitazionali si indeboliscono notevolmente, ecco che l' energia oscura prende il sopravvento e l'espansione accelera sino a disperderne le componenti più esterne.

Attenzione però: non dobbiamo pensare all'antigravità come a una sorta di “anticampo” mediato da “antigravitoni”, ma a qualcosa direttamente correlato col vuoto stesso dello spazio, o se preferite con la sua condizione di minima energia (in caso contrario il presunto campo antigravitazionale s'indebolirebbe anch'esso man mano che le galassie si allontanano).
http://www.altrogiornale.org/comment.php?comment.news.4112

—————-

Le forze elettriche
E infatti è proprio tramite la connessione tra Terra e cielo che si esplica un nuovo modello che tenta di rivisitare l'universo in maniera più obiettiva. Questo modello nato dalle menti coraggiose e tenaci di fisici del plasma e ingegneri elettronici – è interamente basato sulle forze elettriche, le quali dominerebbero l'universo nella sua totalità, dall'infinitamente grande all' infinitamente piccolo.
Fin dai tempi di Newton si era ritenuto che la forza di gravita fosse il principale legante dei corpi nell'universo e la causa prima di tutti i fenomeni astronomici, mentre le forze elettriche venivano studiate come fenomeni completamente separati nei laboratori Terrestri. Si era sempre ritenuto che le cariche elettriche nell'universo si annullassero tra loro in maniera tale da dare luogo a un universo elettricamente neutro.
Sappiamo da sempre che il 99% dell'universo è costituito di plasma, un brodo di elettroni carichi negativamente e di ioni carichi positivamente. Le interazioni, secondo il paradigma corrente, dovrebbero portare alla neutralizzazione delle cariche, ma le osservazioni sembrano mostrarci che le cose vanno ben diversamente. L'universo non è elettricamente sterile, e proprio per questa ragione si verificano su tutte le scale spaziali campi elettrici la cui proprietà è di modellare sia la struttura che la dinamica dell'universo.
Le forze che ne derivano sarebbero 10 alla 39, volte più polenti della gravita', ma di questo nessuno se ne è curato. Già nel diciannovesimo secolo, quando il fisico sperimentale Michael Faraday annunciò che poteva generare corrente elettrica muovendo semplicemente un magnete in un avvolgimento di filo di rame, fu subito tacciato per ciarlatano. Poi si arrivò alla produzione su vasta scala dei generatori elettrici che ben conosciamo, e alle grandi scoperte elettriche di Nikola Tesla che regolano la nostra vita di tutti i giorni.
I fenomeni elettrici, e più in generale, quelli elettromagnetici, sembrano essere il vero pilastro su cui si erge il mondo. In astrofisica però non se ne è tenuto abbastanza conto, ritenendo a torto che i plasmi siano elettricamente neutri, e che semmai siano importanti i campi magnetici nel modellare le forme che troviamo su tutte le scale spaziali nel cosmo.
Ma le osservazioni sembrano dimostrare proprio il contrario. I campi magnetici non sono magiche creature congelate nella materia, ma sono entità interamente determinate dai campi elettrici, ma questo lo diceva già James Clerk Maxwell nell'800 con le sue famose equazioni. E infatti, seguendo vari percorsi, il manipolo di ammutinati che sta tentando di mettere in discussione il paradigma corrente che vede protagonista la gravita' nei fenomeni dell'universo, sta cominciando a dimostrare in maniera imbarazzante che sono i campi elettrici a domi­nare la struttura del cosmo, mentre la gravita' avrebbe un ruolo solo secondario e una natura ben precisa: una forza puramente elettrostatica di tipo dipolare che si esercita tra le particelle fondamentali di materia.
http://www.mednat.org/new_scienza/universo_elettrico4.htm

————-
http://www.malafarina.net/GR.pdf

una bella discussione in merito
http://www.fisicamente.net/portale/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=31&forum=2&viewmode=flat&order=ASC&start=0

[youtube=480,295]MW7Z6y86oSg