Rispondi a: La dottrina del libero arbitrio

Home Forum PIANETA TERRA La dottrina del libero arbitrio Rispondi a: La dottrina del libero arbitrio

#80985

deg
Partecipante

LA TRAPPOLA DELL'EGO
La conoscenza del Bene e del Male
ovvero per semplificare
la faccenda dello stare meglio e dello stare peggio

Il Paradiso, l 'Albero, il Serpente, la Mela, Adamo ed Eva, per far saltar de fora che a prenderla nella saccoccia e subir per questo la devianza è stato per quietanza, nel malaffare della Storia: LA RAGIONE.

Visto che per indagar ci vuole ARTE, l'intellighenzia legata alla FURBIZIA, al CALCOLO e l'INGANNO, s'ha da sposar con l'OMBRA, la nefasta impalcatura di tutta la nostra ingrovigliata Storia: l'UMANITA'.

Povero allora il mio ADAMO (il Principio Maschile legato al razionale), povera allora la mia EVA (il Principio Femminile legato all'irrazionale), per ritrovare l'EDEN (l'equilibrio degli opposti) d'oggi in poi non ti ingurgerai più di mele (l'EGO) ma bensì del cibo vero ovvero la tua COSCIENZA; forse ti costerà fatica ma qui sta il segreto per la tua evoluzione e la tua felicità.

Da che mondo è mondo l'uomo ha trovato nell'incarnarsi e prendere così la sua forma, il suo più grande e acerrimo nemico, l'EGO, e nel far cadere nel suo gioco, tanto per completar la torta, a sviluppar puranco quel che oggi (per fortuna grazie a Jung) chiamiamo “OMBRA” perché meglio sia compreso che tutto parte dall'interno, come dire, se ti bruci un dito, non hai avuto l'attenzione di tirarti indietro.

Così ti spieghi meglio la faccenda DE LO LIBERO ARBITRIO (vedi per questo l'articolo n° 448) e DE LA SCELTA (articolo n° 22), se te magni sta mela, te ingurgerai da solo; ma a scaricar per questo tutta la colpa alla compagna Eva (la componente femminile più irrazionale) la trovo però assai crudele, poiché la donna ha da sembrare un'irresponsabile turbinosa depravata e l'uomo (la componente maschile più razionale), ma guarda un po' vittima e puranco tonto (e sto parlando della RAGIONE).

Vediamo allora di capirci meglio, visto che a interpretar l'antico ci vuole ARTE, senza far scatenar peste e corna, predisporci per una libera e licenziosa interpretazione, per far contento pure Voltaire, affinchè per la Legge degli opposti ognuno nella summa possa dir la sua.

(Per una lettura un po' più seria, vi rimando all' articolo n° 21 “DE LO ANIMUS E DE L'ANIMA” – poi il n° 47 “IL POTERE” – il n° 356 “DE QUESTO DIAVOLO DE OMBRA” e il n° 494 “IL MONDO CHE VERRA'”).

Visto che nell'andar dell'oggi possiamo disporre di qualche strumento in più vediamo così che l'Uomo è uomo al 51%, il rimanente è Donna e che la donna è donna con il suo 51%, il rimanente è uomo (articolo 21). Vediamo così che nell'uomo prevale la parte più razionale e che nella donna, la parte più irrazionale.

Possiamo così aggiungere che a cader nella trappola e nella tentazione non è stata Eva in quanto Eva, ma la componente irrazionale che ha prevalso in Adamo la componente più razionale (la Ragione). Questo non per umiliare la parte più creativa ma per indicare che il buon senso ha smarrito così la sua ragione.

Bè!, passando dall'ironico e lo scherzoso al più serioso, nello scrivere e nel riflettere mi vengono i brividi; per quel che si dice “il gran casino della storia”, al prezzo di condanne, sofferenze ed ingiustizie che il tempo Giudice Supremo cancellerà a mala pena. Mi fermo qui; le convinzioni sono difficili da smaltire, mi consola che il tempo muta (art.494) e che le mele le mangeremo senza colpa e senza mal di gola; giustizia sia fatta e che il Paradiso ritorni così a noi nella nostra amata Terra.

OGNI BENE

http://www.centropsycoarmonia.org/art/art125.htm