Rispondi a: Pierluigi Ighina – ricercatore di Imola – macchina per evitare i terremoti

Home Forum PIANETA TERRA Pierluigi Ighina – ricercatore di Imola – macchina per evitare i terremoti Rispondi a: Pierluigi Ighina – ricercatore di Imola – macchina per evitare i terremoti

#81856
Richard
Richard
Amministratore del forum

Ighina
Ma no, tu non capisci. È la condensazione della luce che gira, ma il sole sta fermo.
Ma la luce si muove in linea retta. Se adesso io vado fuori con una torcia elettrica e illumino la facciata esterna di una casa, dalla parte opposta il buio rimane. Come fa la luce ad aggirare l’ostacolo?

Ma la luce nello spazio si muove a spirale! Per questo gira attorno a tutti i pianeti.

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.980

l'ho sentito spiegare anche ad Haramein questo concetto

Wilcock:
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_08.htm

Figura 8.2 – Vista dall’alto della struttura energetica della Spirale di Parker nel Sistema Solare (per gentile concessione della NASA)

———–
Ighina:

– Ma no, tu non capisci. È la condensazione della luce che gira, ma il sole sta fermo.
– Ma la luce si muove in linea retta. Se adesso io vado fuori con una torcia elettrica e illumino la facciata esterna di una casa, dalla parte opposta il buio rimane. Come fa la luce ad aggirare l’ostacolo?
– Ma la luce nello spazio si muove a spirale! Per questo gira attorno a tutti i pianeti.
– Se la luce girasse intorno alla terra non dovrebbe esistere la notte!
– Ma la notte è la fuoriuscita dell’ energia solare assorbita dalla terra e perciò privata della sua luminosità.

– Se fosse così dove c’è la notte non ci dovrebbe essere la Forza di Gravità visto che tu dici che la Gravità non è altro che il prevalere dell’ energia solare diretta su quella riflessa dalla Terra.

Wilcock
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_07.htm
Inoltre, Stoneking ha scoperto che ogni pianeta è posizionato ad un determinato numero esatto di diametri solari di distanza dal Sole. Ogni orbita planetaria cadrà perfettamente in linea con una delle “increspature” formate dalla pulsazione del Sole attraverso l’etere dal momento che risuona come un tamburo gigante. Il diagramma precedente fa sembrare che solo i pianeti esterni si allineano col diametro solare, ma il diagramma non è in scala; e il diametro del sole è in realtà molto più piccolo della pulsazione di 160 minuti. Questa connessione armonica tra le posizioni dei pianeti fornisce il dato scientifico forte che Oliver Crane ha dedotto nel suo documento “Oscillatore Centrale”.

Guarda questo Paolo:
Haramein:

[youtube=425,344]letcIjLPsqM