Rispondi a: La macchina del tempo di piopio

Home Forum MISTERI La macchina del tempo di piopio Rispondi a: La macchina del tempo di piopio

#8187

Analfabeta
Partecipante

Dai piopio non fare il modesto ieri me l'hai fatta provare anche a me e devo dire che sei un tipo geniale! fortunatamente sono tornato questa mattina presto perchè lunedì ho un esame e ho avuto paura di perderlo :yesss: ma il viaggio ne è valso il rischio
La macchina dopo l'utilizzo di xxo era già programmata alla data del 2020 e poichè ci vuole del tempo per riprogrammarla ad altre date abbiamo lasciato quella che c'era.

Mi siedo sul seggiolino e bevo il miscuglio che permette di “faxare” le informazioni del mio IO in uno dei futuri esistenti nei vari universi paralleli (devo dire che il sapore non è malaccio :ok!: ).

La terra è totalmente diversa da come me la ricordavo, anche l'odore è cambiato, ogni tipo di pianta sembra una caricatura di quello che era, sono comparso in una strada della mia città, grossi insetti pascolano nei prati che nascono tra l'asfalto semi distrutto, in giro non vedo persone la città sembra deserta, affretto il passo per paura di incontrare il predatore di quegli enormi erbivori, saranno alti un paio di metri, hanno sei zampe coperte da un esoscheletro color verde brillante, si nutrono strappando grossi quantitativi di vegetali con chele attaccate direttamente alla bocca un pò come fanno gli attuali gamberetti.
Dopo qualche minuto di corsa arrivo sotto casa mia, la porta del portone non c'è più e la palazzina di 3 piani è semi distrutta, entro nell'atrio e sulle scale c'è un ammasso di mobili che ostruisce tutta la rampa lasciando qua e la qualche pertugio piccolo abbastanza per passarci strisciando, mi inoltro nella matassa spuntato dall'altra parte mi ritrovo davanti me stesso, mi dice che mi stava aspettando.

Sono molto invecchiato anche se ho soltanto 35 anni ne dimostro almeno 60, capelli bianchi, barba lunga e in evidente stato di malnutrizione, sulle scale dietro alla barricata ci sono un tavolo con alcune sedie, me ne porge una dicendo che la situazione momentaneamente sembra tranquilla ma negli anni passati in un certo senso le scritture dell'apocalisse non avevano tutti i torti, per molti anni c'è stato l'inferno sulla terra, lui è rimasto in comunicazione con il resto dei sopravvissuti sparsi nel mondo solo perchè prima del grande disastro aveva acquistato dei pannelli solari che gli hanno permesso di avere ancora libero accesso tramite il computer ad internet e le informazioni che ogni uomo aveva su quello che stava succedendo lo hanno aiutato a sopravvivere agendo prima che la situazione fosse irreparabile. Mi spiega che tutto iniziò il 26 giugno del 2011, molte persone cominciarono a morire di tumori fulminanti, mi spiegò che hanno scoperto che il tumore è un meccanismo evolutivo, il nostro dna è cambiato ma il corpo di molti non è stato trattato abbastanza bene per resistere al cambiamento e come difesa ritrasforma una cellula in una cellula istaminale ma tumorale, essa comincia a moltiplicarsi inglobando le cellule che tentano di evolversi soffocandole ed uccidendo il soggeto. Ha sentito di molti monaci che grazie alla purezza dello spirito e del corpo hanno modificato il loro corpo secondo le modifiche apportate dal dna, diventando una specie di superuomo, ma non avendone mai visto nessuno etichetta queste dicerie come leggende da verificare.

Il peggio doveva ancora venire queste mutazioni sono avvenute anche in alcuni animali, molte razze sono estinte altre si sono trasformate, c'è stato un batterio che si è modificato diventando un generatore di ossigeno raddoppiando la presenza di ossigeno nell'aria, l'eccesso di ossigeno ha portato creature piccole ad aumentare le proprie dimensioni diventando dei veri e propri mostri, il cambiamento è stato talmente tanto rapido che nel giro di un anno la popolazione terreste è stata quasi portata all'estinzione.

Un brivido sulla schiena mi indica che è l'ora di ripartire, ma ho ancora il tempo per un'ultima domanda: come faceva a sapere che sarei venuto essendo lui una persona diversa da me vivendo in un'altra frequenza universale. La risposta fu schietta “sto morendo i tumori mi stanno mangiando dall'interno ma sento il potere del cambiamento è una sensazione fantastica ma il mio corpo e il mio spirito non erano abbastanza puri”

Su queste ultime parole fui ritrasportato sul seggiolino circondato da fili, mi alzo e con le lacrime agli occhi ringrazio piopio per la meravigliosa esperienza che mi ha fatto vivere e dalla quale ho sicuramente imparato qualcosa