Rispondi a: diciamola tutta

Home Forum MISTERI diciamola tutta Rispondi a: diciamola tutta

#8229

ezechiele
Partecipante

qui dice che se fossimo esseri pensanti potemmo essere ben di piu sul pianeta… ma non credo quest'ipotesi preveda ne rolex ne porsche…

Crescita

Siamo tanti, stiamo crescendo e continueremo a farlo…

E' stato necessario più di un milione di anni prima che la popolazione umana arrivasse a un miliardo; 100 anni per raggiungere il secondo miliardo, 30 anni per aggiungere il terzo, il quarto miliardo in soli 15 anni, il quinto in 12 anni e altrettanto per arrivare ai sei miliardi. In 40 anni circa abbiamo raddoppiato la popolazione mondiale.

Il problema demografico è senz'altro uno dei più angosciosi. La crescita esponenziale della popolazione umana è una anomalia profonda e si scontra con le leggi della Natura che non tollerano crescite esponenziali. In natura esistono meccanismi di feedback (retrocontrollo) che autoregolano il sistema in modo che nessuna specie abbia crescite esponenziali perché andrebbe a scapito di altre e costituirebbe una alterazione degli equilibri su cui si basa la vita. Il controllo avviene mediante la disponibilità di cibo, i fenomeni di predazione, la diffusione delle malattie, ecc.

Noi siamo l'anomalia, l'unica specie che cresce fuori da ogni controllo e, per alimentare questa crescita tumultuosa e senza fine, ci comportiamo da grandi rapinatori delle risorse planetarie. Poiché il pianeta non è infinito e le risorse anche se grandi, sono limitate, il nostro benessere è basato sul “malessere” di altri. Altri nostri simili (paesi poveri) e altre specie animali o vegetali che non possono sostenere il confronto e che ogni anno si aggiungono alla lunghissima serie delle specie estinte e in via di estinzione.

Cresciamo di 85 milioni di persone all'anno: un milione ogni quattro giorni!

http://xoomer.virgilio.it/mp.nava/crescita.htm

La densità di popolazione, solitamente espressa in individui per chilometro quadrato, è un dato piuttosto ambiguo. Se l'area cui ci si riferisce non ha una connotazione amministrativa o sociale, la media che risulta non ha molto senso. Le densità di popolazione di una città, una regione, o uno stato sono dati interessanti perché consentono una pianificazione delle risorse.

Da un punto di vista sociale, la presenza di molti individui è un fatto positivo in quanto permette un maggior numero di relazioni. Tuttavia è noto dai tempi di Aristotele e confermato dalle ricerche moderne, che se il numero di relazioni interpersonali è troppo elevato, il loro effetto sull'individuo diviene negativo. È più sfumato il punto di vista commerciale, per cui il numero di clienti o fornitori diviene troppo alto solo quando non è più tecnologicamente possibile gestirlo. Dunque l'aumento della popolazione affiancato dal miglioramento della tecnologia favorisce le relazioni commerciali rispetto a quelle di tipo personale.

Al Gore è tra i pochi politici a manifestare una prudente preoccupazione per l'esplosione demografica. In Una scomoda verità Gore menziona l'esplosione demografica in relazione alla disponibilità globale di risorse. Normalmente, i politici sono maggiormente preoccupati dai segnali di calo della popolazione, in quanto il nostro modello economico non è in grado di supportare una popolazione in diminuzione. Il calo della popolazione dovuto alla bassa natalità di alcune aree industrializzate viene compensato con l'immigrazione.

Isaac Asimov, noto professore di biochimica oltre che romanziere, si è preso la briga di calcolare che la popolazione umana sul pianeta Terra possa arrivare a quarantamila miliardi di individui[1]. Una cifra di fronte alla quale i sei~sette miliardi attuali impallidiscono. Per calcolare tale cifra Asimov ha considerato che tutta l'energia solare disponibile debba essere utilizzata per coltivare alghe unicellulari su tutta la superficie del pianeta e ha stimato quanti chili di carne animale possano sostentarsi col cibo vegetale risultante. Asimov ha usato l'equazione di Malthus (vedi sotto) per calcolare che quel livello di sovrappopolazione possa essere raggiunto attorno all'anno domini 2442 agli attuali tassi di crescita.

http://it.wikipedia.org/wiki/Esplosione_demografica