Rispondi a: Che fine ha fatto la democrazia?

Home Forum PIANETA TERRA Che fine ha fatto la democrazia? Rispondi a: Che fine ha fatto la democrazia?

#82854

Errante
Partecipante

[quote1244657185=Richard]
non esiste alcuna forma di governo pulito in questa era con questo livello di coscienza, è un'era di selezione e apprendimento per passare ad un'altra di livello diverso..è proprio un problema di livello di coscienza e consapevolezza secondo me
abbiamo come una limitazione del livello di comprensione che divide tra chi segue solo l'ego e chi sente il cuore, chi ha maggior sincronia tra cuore e cervello, è come un filtro selettivo in un periodo di dure sfide dove le scelte fatte sono importanti per passare l'”esame”.

V. THE CYCLES RA HAS COMPLETED

RA: The path of our learning is graven in the present moment. There is no history as you understand the concept. Picture a circle of being. We know the alpha and omega as infinite intelligence. The circle never ceases. It is present. The densities or cycles we have traversed are:

1ST DENSITY: The cycle of awareness

2ND DENSITY: Growth

3RD DENSITY: Self-awareness

4TH DENSITY: Love or understanding [Law of Love]
..
E. CHANGES IN CONSCIOUSNESS IN 3RD DENSITY ARE GREATER THAN IN 4TH OR 5TH

RA: There is very little work in consciousness in 4th and in 5th densities compared to the work done in 3rd density. (B2, S48, 119)
http://divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=view&id=127&Itemid=36
[/quote1244657185]

Il tuo concetto mi risuona in maniera particolare, in alcuni punti della legge dell'uno ra esprime questi concetti:

RA: Il colore reale adeguato per la terza densità è, come hai constatato, il giallo. Tuttavia l'influenza del colore reale verde, agendo sulle entità del raggio giallo ha portato molte entità a ritornare alla considerazione del sè invece che progredire verso la considerazione dell'altro se o raggio verde.
Questa non deve essere considerata una polarizzazione di natura negativa, poichè l'entità polarizzata negativamente opera molto intensamente con le manifestazioni più profonde del gruppo di energie del raggio giallo, soprattutto la manipolazione degli altri esseri per il servizio al sè. Coloro che ritornano al raggio arancione, e possiamo aggiungere che in questo tempo sono molti sul tuo piano, rispondono rifutando le attività governative e collettive e cercano ancora una volta il sè.
Tuttavia, non avendo sviluppato adeguatamente il raggio giallo, in modo che bilanci le velocità vibratorie personali dell'entità, l'entità deve affrontare il compito di un'ulteriore attivazione ed equilibrio del sè in relazione al sè, e quindi le manifestazioni del raggio giallo in questo nesso di spazio/tempo.

RA: Il raggio arancione a l'influenza o disegno vibratorio con cui il complesso mente/corpo/spirito esprime il proprio potere su basi individuali. Quindi il potere sugli individui può essere visto come il raggio arancione. Questo raggio è stato piuttosto intenso tra la tua gente su basi individuali. In questo raggio si può vedere la tendenza a trattare gli altri esseri non come entità ma come schiavi, o come oggetti, non considerandoli.

Il raggio giallo è un raggio focale molto potente e riguarda le entità in relazione ai, diciamo cosi, gruppi, alla società, o a un gran numero di complessi mente/corpo/spirito. La vibrazione del raggio giallo è al centro delle azioni bellicose in cui un gruppo di entità sente la necessità e il diritto di dominare altri gruppi di entità e piega i loro voleri a quelli dei padroni.

Sintetizzando, nel periodo attuale di passaggio sotto l'influenza delle vibrazioni di quarta densità (colore reale verde), molti di noi sono portati ad un maggiore livello di introspezione, di ricerca, di riequilibrio.
Tutto questo comporta un distacco iniziale dal gruppo, dalle istituzioni per cercare dentro di sè delle risposte, al fine di scegliere, di aumentare la polarità nel seguire il cuore oppure l'ego.
Tutto questo lavoro individuale cercherà conferma e attuazione nel rapporto con gli altri.
Il passo successivo a questo vento di cambiamento è la considerazione dell'altro sè, un altro sè non più diviso da noi ma parte integrante del tutto.

E la cosa dal mio punto di vista è molto bella perchè in tutta questa “confusione” di esperienze, vedo molti di noi che stanno percorrendo la stessa strada, ogniuno la percorre con esperienze diverse e in alcuni momenti calchiamo le stesse orme sperimentando le stesse sincronicità.
Come se ci comunicassero questo senso di unità che va ben oltre ciò a cui eravamo stati abituati finora.

Nell'ottica della terza densità come dici tu Richard anche per me non ci può essere una soluzione definitiva, solo con la consapevolezza molto più profonda della quarta densità la soluzione sarà ovvia.

:fri: