Rispondi a: Rinfrescatevi la memoria.

Home Forum MISTERI Rinfrescatevi la memoria. Rispondi a: Rinfrescatevi la memoria.

#8417

Omega
Partecipante

[quote=davide]
non lo so da quale pulpito,omelia,catechismo,la sentito dire,io penso invece che tu raccogli le calunnie sparse x internet,da uno o piu e le riporti.[/quote]
Quello che scrivo è il frutto soltanto dei miei studi, non leggo la spazzatura della Rete e non cito Menzogne dell'Oppositore; nemmeno guardo la TV Imperiale.

Omega scrisse: Per Gesù noi siamo uguali al Cristo e vicino al Padre per nostra stessa natura, ma per la Chiesa l'uomo è un peccatore incallito e irrecuperabile.

[quote=davide]
questa mi sembra un'altra calunnia.pregasi portare riferimenti.[/quote]
Documentazione contraddittoria di fonte esterna: http://www.utopia.it/

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
700 contraddizioni bibliche suddivise in 12 temi:

Parte 01° ( http://www.utopia.it/vox1/400antinomie1.htm ); Parte 02° ( http://www.utopia.it/vox2/400antinomie2.htm ); Parte 03° ( http://www.utopia.it/vox3/400antinomie3.htm ); Parte 04° ( http://www.utopia.it/vox4/400antinomie4.htm );

Parte 05° ( http://www.utopia.it/vox5/400antinomie5.htm ); Parte 06° ( http://www.utopia.it/vox6/400antinomie6.htm ); Parte 07° ( http://www.utopia.it/vox7/400antinomie7.htm ); Parte 08° ( http://www.utopia.it/vox8/400antinomie8.htm );

Parte 09° ( http://www.utopia.it/vox9/400antinomie9.htm ); Parte 10° ( http://www.utopia.it/vox90/400antinomie90.htm ); Parte 11° ( http://www.utopia.it/vox91/non-amore-di-dio.htm ); Parte 12° ( http://www.utopia.it/vox90/400antinomie100.htm ).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

70 manipolazioni eloquenti – Raffronto tra la Bibbia CEI 1974 e 6 Bibbie ufficiali (La metamorfosi dei contenuti con le variazioni testuali):

Parte 1° ( http://www.utopia.it/manipolazione1.htm ); Parte 2° ( http://www.utopia.it/manipolazione2.htm ); Parte 3° ( http://www.utopia.it/manipolazione3.htm ); Parte 4° ( http://www.utopia.it/manipolazione4.htm );

Parte 5° ( http://www.utopia.it/manipolazione5.htm ); Parte 6° ( http://www.utopia.it/manipolazione6.htm ); Parte 7° ( http://www.utopia.it/manipolazione7a.htm ); Parte 8° ( http://www.utopia.it/manipolazione8.htm ).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Manipolazioni e incostituzionalità della BIBBIA CEI:_ Tribunale Civile di Roma; Sezione XIII; In causa R.G. 50723/2006 – ALLEGATO N: 17

ELENCO DEI “100 BRANI INCOSTITUZIONALI” DELLA BIBBIA VERSIONE UFFICIALE CEI, 1974: http://www.utopia.it/processobibbia/100/100_brani.htm (testo scolastico formativo dell'ora di religione cattolica).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Trasmissioni radiofoniche della comunità dei Cristiani delle Origini ( 'Vita Universale' ), in tedesco con traduzione in italiano sul tema “Chi è seduto sul Trono di Pietro”; La VERA storia della Chiesa Cattolica:

Tx 01° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri1.rm ); Tx 02° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri2.rm ); Tx 03° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri3.rm ); Tx 04° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri4.rm );

Tx 05° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri5.rm ); Tx 06° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri6.rm ); Tx 07° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri7.rm ); Tx 08° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri8.rm );

Tx 09° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri9.rm ); Tx 10° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri10.rm ); Tx 11° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri11.rm ); Tx 12° on.d ( rtsp://audio.radio-santec.com/SANTEC/italiano/sondersendungen/stuhlpetri12.rm ).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

. . . ([color=#bb0000]E' necessario[/color] avere un player “rm” presente nel computer per questa radio On-Demand: http://filehippo.com/download_real_alternative/ <– associare i file “[color=#bb0044].rm[/color]” a real- alternative player durante la sua installazione).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

“Non Avevo Mai Sentito il Vero Vangelo” di Peggy O`Neill, ex-suor Aidan: http://www.bereanbeacon.org/testimonies_italian/Former_Nuns/Non_Avevo_Mai_Sentito_il_Vero_Vangelo_Peggy_O%60Neill.pdf

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Tutte le istituzioni Cristiane sono false chiese: http://www.the-end.com/italiano/ ( e-book: http://www.the-end.com/la_testimonianza_finale.pdf ).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Documentazione contraddittoria di fonte interna (Sito Web ufficiale del VATICANO): http://www.vatican.va/archive/compendium_ccc/documents/archive_2005_compendium-ccc_it.html + http://www.vatican.va/archive/catechism_it/p1s2c1p6_it.htm

[size=21][color=#0077dd]CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA[/color]
Compendio; © Copyright 2005 – Libreria Editrice Vaticana

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Qui si afferma che il corpo umano è perfetto:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]366 La Chiesa insegna che ogni anima spirituale è creata direttamente da Dio 476 – non è « prodotta » dai genitori – ed è immortale: 477 essa non perisce al momento della sua separazione dal corpo nella morte, e di nuovo si unirà al corpo al momento della risurrezione finale.

365 L'unità dell'anima e del corpo è così profonda che si deve considerare l'anima come la « forma » del corpo; 475 ciò significa che grazie all'anima spirituale il corpo, composto di materia, è un corpo umano e vivente; lo spirito e la materia, nell'uomo, non sono due nature congiunte, ma la loro unione forma un'unica natura.

364 Il corpo dell'uomo partecipa alla dignità di « immagine di Dio »: è corpo umano proprio perché è animato dall'anima spirituale, ed è la persona umana tutta intera ad essere destinata a diventare, nel corpo di Cristo, il tempio dello Spirito. 473

« Unità di anima e di corpo, l'uomo sintetizza in sé, per la sua stessa condizione corporale, gli elementi del mondo materiale, così che questi, attraverso di lui, toccano il loro vertice e prendono voce per lodare in libertà il Creatore. Allora, non è lecito all'uomo disprezzare la vita corporale; egli anzi è tenuto a considerare buono e degno di onore il proprio corpo, appunto perché creato da Dio e destinato alla risurrezione nell'ultimo giorno ». 474

II. «Corpore et anima unus» – Unità di anima e di corpo

362 La persona umana, creata a immagine di Dio, è un essere insieme corporeo e spirituale. Il racconto biblico esprime questa realtà con un linguaggio simbolico, quando dice: « Dio plasmò l'uomo con polvere del suolo e soffiò nelle sue narici un alito di vita, e l'uomo divenne un essere vivente » (Gn 2,7). L'uomo tutto intero è quindi voluto da Dio.[/color]

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui, però, viene dichiarato che l'uomo nasce peccatore:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]76. Che cos'è il peccato originale? 404, 419

[color=#333399]Il peccato originale nel quale tutti gli uomini nascono è lo stato di privazione della santità e della giustizia originali. È un peccato da noi «contratto», non «commesso»; è una condizione di nascita, e non un atto personale. A motivo dell'unità di origine di tutti gli uomini, esso si trasmette ai discendenti di Adamo con la natura umana, «non per imitazione, ma per propagazione». Questa trasmissione rimane un mistero che non possiamo comprendere appieno.[/color]

75. In che cosa consiste il primo peccato dell'uomo? 396-403, 415-417

L'uomo, tentato dal diavolo, ha lasciato spegnere nel suo cuore la fiducia nei confronti del suo Creatore e, disobbedendo Gli, ha voluto diventare «come Dio» senza Dio, e non secondo Dio (Gn 3,5). Così Adamo ed Eva hanno perduto immediatamente, per sé e per tutti i loro discendenti, la grazia originale della santità e della giustizia.

77. Quali altre conseguenze provoca il peccato originale? 405-409, 418

In conseguenza del peccato originale la natura umana, senza essere interamente corrotta, è ferita nelle sue forze naturali, è sottoposta all'ignoranza, alla sofferenza, al potere della morte, ed è incline al peccato. Tale inclinazione è chiamata concupiscenza.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
La domanda dell'Avvocato (del Diavolo): ma allora… l'uomo è una creatura fatta a immagine della “Luce” o delle “Tenebre” ? Non può essere entrambe le cose, sai ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui si afferma che Gesù è Dio:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]87. In che modo Gesù Cristo è vero Dio e vero uomo? 464-467, 469

Gesù è inscindibilmente vero Dio e vero uomo, nell'unità della sua Persona divina. Egli, il Figlio di Dio, che è «generato, non creato, della stessa sostanza del Padre», si è fatto vero uomo, nostro fratello, senza con ciò cessare di essere Dio, nostro Signore.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
A questo punto non si capisce per quale motivo fu tentato dal diavolo.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui si afferma che Maria è madre di Dio perfetto e onnipotente:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]95. «…Nato dalla Vergine Maria »: perché Maria è veramente la Madre di Dio? 495, 509

Maria è veramente Madre di Dio perché è la madre di Gesù (Gv 2,1; 19,25). In effetti, colui che è stato concepito per opera dello Spirito Santo e che è diventato veramente suo Figlio, è il Figlio eterno di Dio Padre. È Dio egli stesso.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ma non è assolutamente vero; un Dio onnipotente non ha bisogno di una donna terrestre per far nascere un altro Dio e partorire se stesso.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui si afferma che Maria (oltre a YESHUA) sarebbe l'unico essere umano nato perfetto e senza peccato, dunque tutti gli altri bambini sono “mostri” per loro stessa sostanza (genetica), nati cioè come un errore della natura (o di Dio):
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]97. Come collabora Maria al disegno divino della salvezza? 493-494, 508-511

Per la grazia di Dio Maria è rimasta immune da ogni peccato personale durante l'intera sua esistenza. È la «piena di grazia» (Lc 1 ,28), la «Tutta Santa». Quando l'Angelo le annuncia che avrebbe dato alla luce «il Figlio dell' Altissimo» (Lc 1,32), ella dà liberamente il proprio assenso con «l'obbedienza della fede» (Rm 1,5). Maria si offre totalmente alla Persona e all'opera del suo Figlio Gesù, abbracciando con tutta l'anima la volontà divina di salvezza.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Questa è l'istigazione al Razzismo nei confronti dei Bambini, di tutti i Bambini della Via Lattea e di Terrestri in generale (al di fuori di sola Maria e YESHUA).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui si afferma che Maria è «sempre Vergine»:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]99. In che senso Maria è «sempre Vergine»? 499-507, 510-511

Nel senso che ella è «rimasta Vergine nel concepimento del Figlio suo, Vergine nel parto, Vergine incinta, Vergine madre, Vergine perpetua» (sant'Agostino). Pertanto, quando i Vangeli parlano di «fratelli e sorelle di Gesù», si tratta di parenti prossimi di Gesù, secondo un'espressione adoperata nella Sacra Scrittura.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Come si fa a partorire – e restare vergini ? Se hai avuto figli, evidentemente non sei più vergine – quella dottrina pertanto contraddice la Logica, dunque la Verità (Realtà stessa).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui si afferma che tutta la vita di Cristo è Mistero:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]101. In che senso tutta la vita di Cristo è Mistero? 512-521, 561-562

Tutta la vita di Cristo è evento di rivelazione. Ciò che è visibile nella vita terrena di Gesù conduce al suo Mistero invisibile, soprattutto al Mistero della sua filiazione divina: «Chi vede me, vede il Padre» (Gv 14,9). Inoltre, anche se la salvezza viene compiutamente dalla Croce e dalla Risurrezione, la vita intera di Cristo è Mistero di salvezza, perché tutto ciò che Gesù ha fatto, detto e sofferto aveva come scopo di salvare l'uomo decaduto e di ristabilirlo nella sua vocazione di figlio di Dio.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Non ci sono “misteri” per un vero Cristiano, dal momento che tutto gli viene rivelato interiormente dal Padre, o dal (suo) Spirito.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui si afferma che Gesù “ha resistito” alle tentazioni di Satana:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]106. Che cosa rivelano le tentazioni di Gesù nel deserto? 538-540, 566

Le tentazioni di Gesù nel deserto ricapitolano quella di Adamo nel paradiso e quelle d'Israele nel deserto. Satana tenta Gesù nella sua obbedienza alla missione affidatagli dal Padre. Cristo, nuovo Adamo, resiste e la sua vittoria annuncia quella della sua passione, suprema obbedienza del suo amore filiale. La Chiesa si unisce a questo Mistero in particolare nel tempo liturgico della Quaresima. [/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Tuttavia se Gesù è “Uno con il Padre” onnipotente (e Dio stesso), non potrebbe comunque staccarsi o separarsi (dividersi) da YHWH, pertanto la tentazione non serve – eppure la Chiesa ci crede fermamente. Perché questa farsa ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui si fa confusione tra i “Criminali per Scelta”, e quelli che sono soltanto …”Nati come Criminali” (praticamente chiunque, tranne Maria e YESHUA).
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]107. Chi è invitato a far parte del Regno di Dio, annunciato e realizzato da Gesù? 541-546, 567

Gesù invita a far parte del Regno di Dio tutti gli uomini. Anche il peggior peccatore è chiamato a convertirsi e ad accettare l'infinita misericordia del Padre. Il Regno appartiene, già qui sulla terra, a coloro che lo accolgono con cuore umile. È ad essi che sono rivelati i suoi Misteri.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Si dice che tutti sono invitati alla conversione, ma da cosa e a chi (?)- questo non viene precisato (per cui, pare un inganno). Se non ti converti al Cattolicesimo dunque, resti “Criminale per scelta” o “nato come Criminale” ? Un “altro Mistero”… Vivere separati dal Padre porta la condanna eterna (secondo le Scritture Cristiane), ora io mi chiedo se secondo il papato c'è differenza tra la 1° e la 2° categoria di Criminali – tanto entrambi sono condannati al loro inferno (“chi non crede è già condannato”, nonostante fosse un Giusto, questo fa intendere la chiesa) descritto poi dettagliatamente nelle apparizioni della Vergine (Beata).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Qui si afferma che il disegno salvifico di Dio si è compiuto una volta per tutte:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc]112. Qual è l'importanza del Mistero pasquale di Gesù? 571-573

Il Mistero pasquale di Gesù, che comprende la sua passione, morte, risurrezione e glorificazione, è al centro della fede cristiana, perché il disegno salvifico di Dio si è compiuto una volta per tutte con la morte redentrice del suo Figlio, Gesù Cristo.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Per quale motivo dunque esiste la Messa Cattolica, se il disegno salvifico di Dio si è compiuto una volta per tutte con la morte redentrice del suo Figlio, Gesù Cristo ? O il disegno salvifico di Dio è fallito in partenza, o la Messa non ha alcun valore salvifico e Spirituale – se no, non si spiega la presenza di entrambi. Bisogna decidersi: o il disegno si è già compiuto 2000 anni fa o non si è compiuto e tale resterà (incompiuto) fino al Giudizio Universale ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
113. Con quali accuse Gesù è stato condannato? 574-576

[color=#0066cc]Alcuni capi d'Israele accusarono Gesù di agire contro la Legge, contro il tempio di Gerusalemme, e in particolare contro la fede nel Dio unico, perché Egli si proclamava Figlio di Dio. Per questo lo consegnarono a Pilato, perché lo condannasse a morte.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Se Gesù è stato accusato (“falsamente”) di agire contro la Legge, contro il tempio di Gerusalemme, e in particolare contro la fede nel Dio unico, poiché Egli si proclamava Figlio di Dio – per quale motivo la Chiesa accusava i cosiddetti “eretici” per aver osato immaginare un “Dio diverso” da come Lo proclamava la casta sacerdotale Cristiana dell'epoca (ma anche quella attuale, visto che il papa Benedictus XVI dichiarò nella intervista a V. Messori [color=#996600](http://utenti.lycos.it/Armeria/Rap_fede_index.htm)[/color] che “[color=#ff9999]l'Eresia esiste ancora[/color]”) ? Non si è imparato nessuna lezione dal passato, ehm ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
114. Come si è comportato Gesù verso la Legge di Israele? 577-582, 592

[color=#0066cc]Gesù non ha abolito la Legge data da Dio a Mosè sul Sinai, ma l'ha portata a compimento dandone l'interpretazione definitiva. È il Legislatore divino che esegue integralmente questa Legge. Inoltre egli, il Servo fedele, offre con la sua morte espiatrice il solo sacrificio capace di redimere tutte «le colpe commesse dagli uomini sotto la prima Alleanza» (Eb 9,15).[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Se Gesù non ha abolito la Legge data da Dio a Mosè sul Sinai, ma l'ha portata a compimento dandone una sua interpretazione, per quale motivo gli eretici sono stati condannati (ed eventualmente bruciati sul rogo) per lo stesso Crimine compiuto da Gesù, il fondatore del Cristianesimo sulla Terra, ossia costoro non hanno abolito la Legge data da Dio a Mosè sul Sinai, ma l'hanno portata a compimento dandone “l'interpretazione definitiva” ? Due pesi e due misure ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
115. Quale fu l'atteggiamento di Gesù verso il tempio di Gerusalemme? 583-586, 593

[color=#0066cc]Gesù è stato accusato di ostilità nei confronti del Tempio. Eppure l'ha venerato come «la dimora di suo Padre» (Gv 2,16) e li ha dettato una parte importante del suo insegnamento. Ma ne ha anche predetto la distruzione, in relazione con la propria morte, e si è presentato lui stesso come la dimora definitiva di Dio in mezzo agli uomini.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
No, falso – non ha presentato se stesso come la dimora definitiva di Dio in mezzo agli uomini, ma ha detto che ogni Essere umano è potenzialmente Figlio di Dio e che il Corpo di ogni Essere umano è il Tempio dello Spirito (del Padre), ammesso di Amare il Padre e gli uomini incondizionatamente seguendo il suo Esempio.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
116. Gesù ha contraddetto la fede d'Israele nel Dio unico e salvatore? 587-591, 594

[color=#0066cc]Gesù non ha mai contraddetto la fede in un Dio unico, neppure quando compiva l'opera divina per eccellenza che adempiva le promesse messianiche e lo rivelava uguale a Dio: il perdono dei peccati. La richiesta di Gesù di credere in lui e di convertirsi permette di capire la tragica incomprensione del Sinedrio che ha stimato Gesù meritevole di morte perché bestemmiatore.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Gesù a suo Tempo fu visto – dalla casta sacerdotale – come un bestemmiatore e Belzebù, perché appariva come un semplice e normalissimo essere umano terrestre, eppure si diceva capace di perdonare gli Errori degli uomini facendosi in questo senso uguale a “Dio” al Padre. La Chiesa Cristiana ha accettato la versione dei fatti promossa da Gesù (un altro Dio ?) pur continuando a sostenere il monoteismo degli “Ebrei” ma ciò nonostante ha rifiutato altri Messia e Profeti precedenti e successivi a Gesù i quali nello stesso modo di quel Messia “erano capaci di perdonare gli Errori degli uomini”. Perché ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
117. Chi è responsabile della morte di Gesù? 595-598

[color=#0066cc]La passione e la morte di Gesù non possono essere imputate indistintamente né a tutti gli Ebrei allora viventi, né agli altri Ebrei venuti dopo nel tempo e nello spazio. Ogni singolo peccatore, cioè ogni uomo, è realmente causa e strumento delle sofferenze del Redentore, e più gravemente colpevoli sono coloro, soprattutto se cristiani, che più spesso ricadono nel peccato o si dilettano nei vizi.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Qui non si capisce come mai i Terrestri vengono accusati della morte di Gesù, se il disegno salvifico di Dio si è compiuto una volta per tutte con la morte redentrice del suo Figlio, Gesù Cristo ? Se la morte e la crocifissione erano necessari per il disegno – di quale colpa possiamo parlare a questo punto ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
118. Perché la morte di Cristo fa parte del disegno di Dio? 599-605, 619

[color=#0066cc]Per riconciliare con sé tutti gli uomini votati alla morte a causa del peccato, Dio ha preso l'iniziativa amorevole di mandare suo Figlio perché si consegnasse alla morte per i peccatori. Annunciata nell'Antico Testamento, in particolare come sacrificio del Servo sofferente, la morte di Gesù avvenne «secondo le Scritture».[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Se tutti gli uomini sono votati alla morte (senza contare Aborti spontanei quando non dipendenti dalla Volontà Umana e le malattie), non si capisce per quale motivo Dio onnipotente li fa nascere continuamente. E' Lui il capo, l'Architetto, l'Amministratore dell'Universo, o no ? E', forse, semplicemente un dittatore- Tiranno- sadico ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
119. In quale modo Cristo ha offerto se stesso al Padre? 606-609, 620

[color=#0066cc]Tutta la vita di Cristo è libera offerta al Padre per compiere il suo disegno di salvezza. Egli dà «la sua vita in riscatto per molti» (Mc 10,45) e in tal modo riconcilia con Dio tutta l'umanità. La sua sofferenza e la sua morte manifestano come la sua umanità sia lo strumento libero e perfetto dell'Amore divino che vuole la salvezza di tutti gli uomini.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Come può un Dio “perfetto e onnipotente” offrire la propria vita a Dio, cioè a se stesso (l'egoismo ?), essendo Lui Dio perfetto e onnipotente che non ha bisogno di offerte, dediche e prove ? Se Dio sta tentando se stesso davanti agli Uomini stupiti e increduli dello spettacolo, è Vita questa o piuttosto una Commedia Teatrale ? Dov'è la dignità in codesta azione ? Il Vaticano non ce lo dice chiaramente, abbiamo bisogno della trasparenza del Verbo.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
120. Come si esprime nell'ultima Cena l'offerta di Gesù? 610-611, 620

[color=#0066cc]Nell'ultima Cena con gli Apostoli alla vigilia della Passione Gesù anticipa, cioè significa e realizza in anticipo l'offerta volontaria di se stesso: «Questo è il mio corpo che è dato per voi» (Lc 22,19), «questo è il mio sangue, che è versato…» (Mt 26,28). Egli istituisce così al tempo stesso l'Eucaristia come «memoriale» (1 Cor 11,25) del suo sacrificio, e i suoi Apostoli come sacerdoti della nuova Alleanza.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
No, dice semplicemente “Io Sono il mio Corpo” (QUESTO, è il mio Corpo) – noi siamo ciò che mangiamo, e consiglia la condivisione dei beni, pertanto nessuna “Eucaristia” ma la fratellanza sotto lo stesso Padre come «memoriale» del suo Passaggio in questo Sistema Stellare.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
121. Che cosa avviene nell'agonia dell'orto del Getsemani? 612

[color=#0066cc]Malgrado l'orrore che procura la morte nell'umanità tutta santa di colui che è 1'«Autore della Vita» (At 3,15), la volontà umana del Figlio di Dio aderisce alla volontà del Padre: per salvarci, Gesù accetta di portare i nostri peccati nel suo corpo «facendosi ubbidiente fino alla morte» (Fil 2,8).[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Io rifiuto di venire “salvato” attraverso la Morte di un altro Essere umano. “Misericordia voglio e non sacrificio” (Dio).

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
122. Quali sono gli effetti del sacrificio di Cristo sulla Croce? 613-617, 622-623

[color=#0066cc]Gesù ha liberamente offerto la sua vita in sacrificio espiatorio, cioè ha riparato le nostre colpe con la piena obbedienza del suo amore fino alla morte. Questo «amore fino alla fine» (Gv 13,1) del Figlio di Dio riconcilia con il Padre tutta l'umanità. Il sacrificio pasquale di Cristo riscatta quindi gli uomini in modo unico, perfetto e definitivo, e apre loro la comunione con Dio.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Se gli Uomini dopo l'indottrinamento presunto, divino e millenario attraverso Mosè non erano divenuti “perfetti” come da promessa fatta da Dio al grande Profeta Mosè, invece di mandare “un altro” Profeta (non c'era alcun bisogno) poteva correggere il Messaggio precedente visto che nella sua onnipotenza aveva offerto agli Uomini terreni un Verbo (quello mosaico…) incapace di salvare il suo mondo (che, ricordiamo, fu CREATO PERFETTO e senza la partecipazione del Demonio). Che andiamo avanti per tentativi ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
123. Perché Gesù chiama i suoi discepoli a prendere la loro croce? 618

[color=#0066cc]Chiamando i suoi discepoli a prendere la loro croce e a seguirlo, Gesù vuole associare al suo sacrificio redento re quegli stessi che ne sono i primi beneficiari.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Se tutti i Cattolici devono prendere la propria Croce (che dallo strumento di Tortura diventò – nelle menti dei credenti – un simbolo della benedizione, stranamente e incredibilmente, direi) perché non restituire il Vaticano agli Italiani vendendo tutte le proprietà, terreni, immobili e mobili del Clero, donando così l'intero ricavato ai Poveri della Terra, rinunciando poi ai miliardi presi ogni anno allo stato Italiano, all'8 per mille, al sostentamento del Clero, ai privilegi e all'influenza mediatica oltre a quella nel Governo dell'Italia (e non solo), tornando a vivere non più nel lusso e circondati dalle guardie ma nelle case normali come noi comuni mortali – visto che predicano “la povertà” come un valore ? Perché non affidarsi totalmente a questo Dio amorevole dipendendo solo ed esclusivamente da Lui, non più dagli uomini ? [color=#dd0044]Dov'è[/color] la croce di Ratzinger, io non la vedo! Solo immensa ipocrisia ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
124. In quali condizioni era il corpo di Cristo mentre si trovava nella tomba? 624-630

[color=#0066cc]Cristo ha conosciuto una vera morte e una vera sepoltura. Ma la virtù divina ha preservato il suo corpo dalla corruzione.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Se è un Dio, a cosa gli serve una vera morte e una vera sepoltura, se non a manipolare l'opinione pubblica ? E se non è un Dio – non può “resuscitare” senza il Padre. Perché questa confusione perenne tra Ruoli e Attori ? Parlasse chiaro, il Vaticano, per una volta.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
125. Che cosa sono «gli inferi», nei quali Gesù discese? 632-637

[color=#0066cc]Gli «inferi» – diversi dall'inferno della dannazione – costituivano lo stato di tutti coloro, giusti e cattivi, che erano morti prima di Cristo. Con l'anima unita alla sua Persona divina Gesù ha raggiunto negli inferi i giusti che attendevano il loro Redentore per accedere infine alla visione di Dio. Dopo aver vinto, mediante la sua morte, la morte e il diavolo «che della morte ha il potere» (Eb 2,14), ha liberato i giusti in attesa del Redentore e ha aperto loro le porte del Cielo.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Se ha liberato i giusti (che pertanto erano legati e schiavi), per quale motivo Mosè chiese al popolo Ebraico l'Amore e Giustizia, visto che questi due valori Universali non avevano alcuna potenza né competenza liberatrice ? Ma non aveva promesso (l'iddio) agli Ebrei e in particolare ai suoi Profeti l'Eternità, felicità e libertà non a causa di “un Messia futuro”, ma a causa dell'Amore e Giustizia messi in pratica come una precisa Scelta della Coscienza dell'Essere umano ?

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
126. Che posto occupa la Risurrezione di Cristo nella nostra fede? 631,638

[color=#0066cc]La Risurrezione di Gesù è la verità culminante della nostra fede in Cristo e rappresenta, con la Croce, una parte essenziale del Mistero pasquale.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Se il fedele Cristiano “deve credere” ovvero è convinto che Cristo fu resuscitato dal Padre, perché lo chiamano “un mistero” ? I misteri sono qualcosa di completamente sconosciuto e inaccessibile agli Uomini (se no, che mistero sarebbe ?); ora se i Cristiani sanno che Cristo è risorto, diventa una ovvietà – e le certezze non sono misteri. Inoltre se il fedele Cristiano “deve credere” che Cristo fu resuscitato dal Padre, come potrebbe credere nello stesso Tempo che il Figlio e il Padre sono uguali (a parte l'Unità di Coscienza o Spirito) ? E se sono uguali, anche noi siamo uguali al Padre (Cristo diceva infatti: Io Sono nel Padre, il Padre è in Me, Voi siete in Me, il Padre è in Voi etc..). Poi, il Cristiano “deve credere” che Cristo fu resuscitato dal Padre a causa della sua Giustizia, oppure a causa della sua “divinità” ? Se è accaduto a causa della divinità di YESHUA, come Noi potremmo essere resuscitati secondo la promessa ? E se è avvenuto a causa della Sua Giustizia, come potrebbe un Dio perfetto e onnipotente essere inGiusto (contraddizione in termini) ? Queste cose basilari, la Chiesa non le spiega, ma non osa ammettere di non Sapere, dicendo sempre “di sapere”. Noi siamo Dèi, oppure peccatori ? E' ORA, il tempo, per decidersi.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
127. Quali «segni» attestano la Risurrezione di Gesù? 639-644, 656-657

[color=#0066cc]Oltre al segno essenziale costituito dalla tomba vuota, la Risurrezione di Gesù è attestata dalle donne che incontrarono per prime Gesù e l'annunciarono agli Apostoli. Gesù poi «apparve a Cefa (Pietro), e quindi ai Dodici. In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta» (1 Cor 15,5-6) e ad altri ancora. Gli Apostoli non hanno potuto inventare la risurrezione, poiché questa appariva loro impossibile: infatti Gesù li ha anche rimproverati per la loro incredulità.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
La Tomba Vuota l'hanno vista pochi testimoni e comunque erano uomini fallibili, che hanno vissuto in altre epoche. Le donne che incontrarono per prime Gesù e l'annunciarono agli Apostoli nessuno le conosce, oggi. Che Gesù poi «apparve a Cefa (Pietro), quindi ai Dodici e in seguito a più di cinquecento fratelli in una sola volta» è una opinione (di qualcuno), nulla può essere dimostrato, oggi – NOI non eravamo presenti alla Resurrezione.

Se “devo credere” che YESHUA è Resuscitato dai Morti e nella modalità del risveglio ideato dal Risorto (che però non è l'unico Morto –> Vivente della Storia Terrestre), preferisco credere in quanto mi comunica (con Amore) il Creatore che lo ha inviato agli Uomini, non in quanto mi ordina (con disprezzo, parlando del “peccato”) la sua Creatura più o meno Errante, il FALSO rappresentante per il Volgo.

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
360 [color=#bb0000]A motivo della comune origine il genere umano forma una unità[/color]. Dio infatti « creò da uno solo tutte le nazioni degli uomini » (At 17,26): 466
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
[color=#0066cc] « Meravigliosa visione che ci fa contemplare il genere umano nell'unità della sua origine in Dio […]; nell'unità della sua natura, composta ugualmente presso tutti di un corpo materiale e di un'anima spirituale; nell'unità del suo fine immediato e della sua missione nel mondo; nell'unità del suo “habitat”: la terra, dei cui beni tutti gli uomini, per diritto naturale, possono usare per sostentare e sviluppare la vita; nell'unità del suo fine soprannaturale: Dio stesso, al quale tutti devono tendere; nell'unità dei mezzi per raggiungere tale fine; […] nell'unità del suo riscatto operato per tutti da Cristo ». 467

361 « Questa legge di solidarietà umana e di carità », 468 senza escludere la ricca varietà delle persone, delle culture e dei popoli, ci assicura che tutti gli uomini sono veramente fratelli.[/color]
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Ma ciò viene contraddetto predicando un solo Salvatore per tutta l'Umanità:
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

[color=#bb0044]Fonti “esterne”:[/color]

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
«Nessuna salvezza fuori della Chiesa? Storia e senso di un controverso principio teologico»

Un saggio intelligente e competente sull'adagio teologico: «Fuori della chiesa non c'è salvezza», da alcuni oggi ritenuto scandaloso e improponibile persino nel panorama cristiano. Quello “scomodo” principio non invita forse a chiedersi se e come la chiesa sia effettivamente necessaria alla salvezza, in quanto traccia storica del disegno di Dio manifestatosi in Gesù?

Dalla quarta di copertina:
Il pluralismo religioso ha fatto irruzione nella ricerca teologica ormai da alcuni decenni e ha costretto a ripensare il rapporto tra chiesa e salvezza. A partire dal III secolo tale rapporto aveva trovato espressione nel principio «Nessuna salvezza fuori della chiesa». La rilettura che di esso si è compiuta nella recente teologia delle religioni ha portato a considerarlo espressione di una angusta visione dell'azione di Dio nei confronti dell'umanità e quindi a ritenerlo improponibile. Tuttavia una corretta interpretazione del principio richiede che si considerino la storia della sua formazione, il sottofondo che lo ha reso possibile, le diverse accentuazioni di cui è stato oggetto, pur respingendone qualsiasi uso strumentale (anche politico), di ieri e di oggi. Solo in questo modo se ne può cogliere l'eventuale pertinenza anche nel nostro contesto: la chiesa è effettivamente necessaria per la salvezza, perché è la traccia storica del disegno di Dio manifestatosi in Gesù Cristo. Fonte: http://www.libreriadelsanto.it/libri/9788839908384/nessuna-salvezza-fuori-della-chiesa-storia-e-senso-di-un-controverso-principio-teologico.html

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
«C'è una verità che non può essere ignorata se non si vuole compromettere la salvezza delle anime, e che tuttavia è misconosciuta volontariamente o negata ostinatamente: Extra Ecclesiam nulla salus.

L'incredulità ed il falso liberalismo ci rimproverano questo assioma come una crudeltà; certi cattolici considerano la formula inopportuna e ci chiedono di non ricordare più alle coscienze moderne questo dogma intransigente, o almeno di attenuarne la portata.»

“Fuori della Chiesa non c'è salvezza” è un vero piccolo trattato pratico sulla Chiesa e sulla necessità di appartenerle per realizzare la propria salvezza.

La natura della Chiesa; la distinzione tra anima e corpo; la necessità di appartenere alla sua anima; la necessità, per la salvezza, della vera fede teologica e della grazia santificante.

L'autore vi affronta, in un capitolo essenziale, la difficile questione della salvezza degli infedeli.

La seconda parte spiega l'obbligo di appartenere al corpo della Chiesa per salvarsi. Fonte: http://www.nuovilibri.it/archivio/2007/12/fuori-della-chiesa-non-c-e-sal.html

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Papa: “Fuori dalla Chiesa non c’è salvezza”
6 giugno 2007 alle 11:59 — Fonte: repubblica.it

“Chi abbandona la Cattedra di Pietro si illude di restare nella Chiesa”.

Queste severe parole di San Cipriano sono state citate oggi da Benedetto XVI nel suo discorso all’Udienza Generale, dedicata questa mattina alla figura del grande vescovo martire di Cartagine, vissuto nel terzo secolo. “Cipriano — ha ricordato il Papa — scriveveva per l’edificazione della comunità: distingueva tra Chiesa Gerarchica e Chiesa Mistica ma affermava che la Chiesa è una sola, fondata su Pietro e che, chi abbandona la Cattedra di Pietro si illude di restare nella Chiesa”. Per il Pontefice, “Cipriano sapeva bene che fuori della Chiesa non c’è salvezza perché non può avere Dio come padre chi non ha la Chiesa come madre: l’unità della Chiesa, infatti, ha come caratteristica irrinunciabile l’unità, rappresentata dalla tunica di Gesù senza cuciture, e che trova fondamento in in Pietro e perfetta realizza nell’Eucaristia.

C’è — ha insistitito il Papa teologo — una sola fede e c’è un solo popolo cristiano”. In proposito, Benedetto XVI ha ricordato anche il commento di San Cipriano al “Padre Nostro”, sottolinenando che “il cristiano non dice padre mio ma padre nostro, perché si sente membro di uno stesso corpo pregando come il Maestro ci ha insegnato”. Fonte: http://news.kataweb.it/item/317600/papa-fuori-dalla-chiesa-non-c-e-salvezza

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
Fuori dalla Chiesa non c’è salvezza?
Ma uno stolto come può capire una frase così semplice?

“Chi abbandona la Cattedra di Pietro si illude di restare nella Chiesa”.

“C’è una sola fede e c’è un solo popolo cristiano”.

Benedetto XVI

Perciò se non siete cristiani non vi salverete, insieme ai bambini giapponesi non cristiani! Fonte: http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20090127101428AAjupDt

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
[color=#bb0000]Infine, una curiosità[/color]

Nel 1600 si discuteva se i “NEGRI” avessero l'anima. I potenti europei erano contrari, poiché se i negri fossero stati battezzati e resi cristiani, le colonie americane sarebbero andate a scatafascio a causa della mancanza di schiavi (i cristiani non si potevano rendere schiavi, gli infedeli sì). poiché nelle Americhe le opere di evangelizzazione erano già in atto da molto tempo, gli indios erano praticamente tutti battezzati e non potevano lavorare al servizio dei bianchi. Allora si iniziò a prelevare schiavi dalle coste dell'Africa, ammonendo gli ordini religiosi affinché non eseguissero opere di conversione in quei luoghi. [color=#999900]Fonti[/color]: “Uomini sulla filibusta”, di Gabriele Simionato, Lulu edizioni

[quote=Davide]
io intendo x euguagliarsi avere le stesse potenzialita.
onnipotente,onniscente,onniveggente.
credo che il padre possa dare all'uomo in dono delle briciole [/quote]
Falso, l'uomo è uguale al Padre Celeste perché fu creato da “Dio” [YHWH] e non dal “Demonio” [SATANA].

[quote=Davide]
…di potenzialita sopra elencate,(come e quando a lui gli agrada)
[/quote]
L'uomo sarà eventualmente premiato non quando ciò aggrada a Dio, ma quando i Terrestri dimostreranno la propria Saggezza inscritta nel loro codice Genetico nella Notte dei Tempi dal Padre.

[quote=Davide]
che gia x il terrestre e molto,non credo che l'uomo da se stesso possa attingere a suo piacimento tale focolta.[/quote]
Come ho già spiegato qui: ( https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?36628.42 – giù in fondo alla pagina), nelle Scritture Originali, quelle Cristiane e Ebraiche, troviamo l'affermazione che gli Esseri umani in realtà sono Dèi uguali al Padre Celeste, la stessa parola poi viene utilizzata per “Dio” e per “gli uomini” (ovvero: [color=#0077dd]gli Elohim[/color]).

L'Essere umano non dovrebbe vivere di briciole (del demonio) ma ri-Conoscersi Splendente come l'Altissimo l'ha fatto in tutta la sua Potenza e Maestosità. Basta quindi con la falsa modestia e vittimismo gratuito che non servono a niente, a mio avviso. L'uomo può e dovrebbe uscir fuori dal buco nero, dalla gabbia che si è autocostruito intorno a se per Paura della LIBERTA' – e quindi della Realtà.

Pensa: gli Animali sono liberi, credi forse che l'uomo non merita di Essere e Avere quello per cui è stato Concepito nell'infinito Amore del suo Creatore ?

Siamo uomini o caporali ?

In conclusione, dico che se l'uomo “nasce peccatore” (come afferma la Chiesa Cattolica) vuol dire che è SPACCIATO per l'eternità visto che la dottrina della cristianità a molti pare obsoleta – dunque mai e poi mai accetteranno di sottomettersi a Cristo predicato dalle denominazioni fallibili, ancor meno di servire una qualsiasi “chiesa” o “comunità” che insegna l'esistenza del peccato originale e la sofferenza oltre che la povertà.

Allora, Io mi chiedo, perché Dio “ONNIPOTENTE” fa nascere, ancora, gli uomini sulla Terra dicendo prima che i bambini non battezzati vanno nel limbo (che sarebbe comunque un INFERNO dal punto di vista dei Giusti e degli innocenti) – poi abolendo “l'inferno per i piccoli” per scrupolo di coscienza (mancante) ? E' una contraddizione, non trovi ?

L'Essere umano Consapevole è già Perfetto per sua NATURA che è “DIVINA”, non ha bisogno di chiese e predicatori fuori-tempo, dogmi antichi (pareri clericali), opinioni – degli Erranti per di più.