Rispondi a: distinguere fra demoni e dormienti

Home Forum MISTERI distinguere fra demoni e dormienti Rispondi a: distinguere fra demoni e dormienti

#8565

Massi
Partecipante

[quote1234554017=ezechiele]
l'aprirsi al prossimo, il donarsi, il tanto inflazionato “porgere l'altra guancia”, in buona sostanza il cercare SINCERAMENTE attraverso il proprio amore di creare empatia nei rapporti sociali provoca le reazioni piu disparate.

per mia esperienza la differenza fra i livelli evolutivi degli individui coinvolti nel processo e' uno dei valori che influenza maggiormente l'esito dell'incontro fra le diverse energie.

Cosi, se ci e' possibile, con cuore sincero, determinazione, nessuna “volpe sotto l'ascella”, modificare piccoli quotidiani andamenti dell'esistenza incontriamo un dormiente che vuoi per inedia, vuoi per avere il cuore chiuso, ci si pone di fronte invece che di fianco (quando siamo sufficientemente in forze e non dormiamo pure noi), e' anche vero che lo stesso atteggiamento puo' farci vacillare o sconfortarci enormemente quando incontriamo demoni piu o meno potenti.

come comportarsi?
[/quote1234554017]

Ezechiele credo che il modo migliore sia non condividere lo stesso piano energetico,se rispolveriamo il concetto di egregore [link=http://en.wikipedia.org/wiki/Egregore]wiki[/link] i cosiddetti demoni possono essere benissimo delle forme-pensiero accumulate nei millenni.
Visto che tutto ha una frequenza energetica,con le nostre emozioni,andiamo ad alimentare queste forme-pensiero attraendole e rendendole più grandi,entriamo in risonanza con esse.
Ciò darebbe un senso al perchè i fulminati in giacca e cravatta fanno tanti riti dissacranti e perchè il mondo è usato come un immenso altare sacrificale e il paganesimo, l'animismo e forme di contatto col divino attraverso la natura e i rapporti umani sono state in passato perseguitate e oggi ridicolizzate.

Per me una buona pratica è fare pulizia dei pensieri negativi,anche i più semplici pettegolezzi,da quando lo faccio ho pochissimi incontri sgraditi…

Per il fatto del porgere l'altra guancia ,io la interpetro così:anche se ricevi del male non smettere mai di credere nell'amore e nella giustizia ma continua a praticarli su soggetti pronti a riceverli!