Rispondi a: Articolo sui Crop Circles, corriere.it del 01/01/10

Home Forum PIANETA TERRA Articolo sui Crop Circles, corriere.it del 01/01/10 Rispondi a: Articolo sui Crop Circles, corriere.it del 01/01/10

#86393

Anonimo

“Crop circles”, la seconda puntata.
Il formidabile caso del 1880

Crop circles, atto II. Dopo il post che ha aperto il dibattito, Ivan Ceci mi ha scritto per inviarmi un documento assolutamente curioso: la prova che i cerchi nel grano non sono solo un fenomeno dei giorni d'oggi e di quelli del recente passato, ma, addirittura, di anni del 19° secolo. Ecco il suo contributo.

“Cari amici, non scendo nella questione veri/falsi, in merito ai Crop circles. E' ovvio che di falsi e falsari ne è pieno il mondo ed è stato più che provato che molte formazioni sono state fatte “ad arte” per smontare tutti gli altri casi. Su un punto però mi sento in dovere di intervenire. Non è vero che il fenomeno dei Crop circles inizia negli anni ’70 ad opera dei due simpatici vecchietti inglesi. E’ infatti molto, molto più antico e di questa affermazione posso produrre alcune prove. Tra queste, una assolutamente incontrovertibile e verificabile da chiunque. Alcuni anni fa, mi sono occupato di indagare a fondo su un caso di Crop circles risalente all’agosto del 1880, in Inghilterra. Sì, avete capito bene: il 1880. Testimone del fatto fu John Rand Capron, un naturalista dell’epoca che si trovò una mattina di fronte ad una serie di cerchi comparsi misteriosamente dopo una notte di tempesta nel campo di grano di un suo amico. Da uomo di scienza entrò nelle formazioni e le descrisse accuratamente, rilevando le stesse particolarità presenti nei cerchi moderni (spighe abbassate, treccia al centro del campo, perimetro interno delle spighe rialzato, o “wall”, come lo aveva definito). Riunì poi tutte le sue osservazioni in un articolo che inviò alla prestigiosa rivista scientifica “Nature” con cui collaborava. L'articolo fu pubblicato nel numero di agosto ed è oggi consultabile in molte biblioteche italiane (io ho consultato la copia presente alla “Nazionale” di Roma).
La testimonianza è eccezionale, primo per la descrizione assolutamente precisa e scientifica, secondo perché proviene da uno scienziato e non da un pazzo qualunque. Tra l’altro la formazione di cerchi (non uno solo, dunque) apparve nella regione del Surrey… Ovvero, negli stessi luoghi dove anche oggi appaiono. Per comodità “linko” l’articolo che pubblicai sul mio blog pochi giorni dopo che Francesco Grassi del CICAP aveva fatto quella dimostrazione su Rete4, creando ad arte un piccolo cerchio sotto l’occhio delle telecamere. Il CICAP si risentì molto del mio articolo perché io scrissi che loro non citavano mai il caso di Capron…. Così fu lo stesso Grassi a rispondermi sul blog, dando vita ad un gustoso dibattito a due che si protrasse per giorni e che si può ancora leggere sul mio sito. Per l’articolo originale, dunque, questo è il link. E così, invece, il CICAP ha risposto. In allegato ho inviato invece il documento originale dell’articolo spedito da Capron a Nature e la copertina della rivista”.

Ivan Ceci

Fonte: http://misterobufo.corriere.it/2010/01/avvistamenti_xfiles_ufo_crop_circles_abduction_ovni:html