Rispondi a: Serie di FORTI scosse di terremoto ad HAiti

Home Forum PIANETA TERRA Serie di FORTI scosse di terremoto ad HAiti Rispondi a: Serie di FORTI scosse di terremoto ad HAiti

#86683
farfalla5
farfalla5
Partecipante

[quote1263570960=Aldebaran]
Queste sono tra le organizzazioni d'aiuto che io ritengo tra le più serie e credibili per fare eventuali donazioni.

SMS al 48541
è di Agire

http://www.agire.it

Medici senza Frontiere

http://www.medicisenzafrontiere.it

Fondazione Specchio dei Tempi

http://www.lastampa.it/specchiodeitempi/

Questo è il Buongiorno di Massimo Gramellini. Fa riflettere.

Scossa di coscienza

…….. Così mi viene il sospetto che a straziarmi il cuore non sia la sofferenza degli haitiani, che esisteva già prima, ma il timore che una catastrofe del genere possa un giorno colpire anche qui. Non la solidarietà rispetto alle condizioni allucinanti del loro vivere, ma la paura che possa toccare anche a me il loro morire.

Fonte: http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/hrubrica.asp?ID_blog=41

[/quote1263570960]
con tutta sincerità devo dire che il pensiero mi è sfiorato anche a me….solo che spesso mi domando, come posso aiutare qualcuno io da sola, come posso aiutare un popolo intero…

e non essendo in grado di farlo, sto cambiando il mio modo di vivere stando attenta a cosa compro, alle sofferenze dei popoli sfruttati nelle produzioni dei vari articoli…
per esempio non compro le scarpe nike, o altre marche, non me ne frega niente, spesso compro i prodotti italiani che costano di più ma almeno ho la coscienza pulita.
compro il caffè, il cacao, il pepe, le banane alla botthegina equo-solidale…e lo trovo l' unico modo giusto per fare qualcosa di concreto!!!!
Ah, dimenticavo, non cambio ne cellulari ne i pc ne televisori….faccio con quello che ho….e ringrazio il Creatore che ho tutte queste cose !heart


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.