Rispondi a: Per chi ha paura del 2012

Home Forum PIANETA TERRA Per chi ha paura del 2012 Rispondi a: Per chi ha paura del 2012

#89271
farfalla5
farfalla5
Partecipante

[quote1330536275=Kame1]

A Farfalla5 dico che Sibaldi lo conoscevo più come scrittore, ho letto diversi suoi libri, anche i Maestri Ivisibile di cui si parla. Nell'intervista, (che non ho seguito per intero) mi sembra che parli in veste di ricercatore tutta nuova, in qualche modo staccata dal suo vissuto libresco fatto di ipnosi e di spiriti. Lui mi sembra che delinea il 2012 come qualcosa alla stregua di avvenimenti già passati, tipo guerre è imperi che si trasformano. Per quanto ho capito invece, qui si sta parlando di un avvenimento epocale, non limitato alla Russia o al'America ma al contempo globale (che tocca tutti) e individuale (percepibile a livello del singolo) ma soprattutto come nascita di un nuovo mondo e non di qualcosa di localizzato. Secondo me invece, questo 2012 non sarà nulla di stradordinario, anzi forse assisteremo ad un recrudescenza ancora maggiore della violenza e delle guerre, queste si globali, questo è un mio pensiero.
[/quote1330536275]
Kame, vediamo se mi riesce a spiegarmi bene, dato che faccio un casino col mio italiano. Cmq, non so se hai visto la conferenza di Jan Lungold sui Maya dove spiega che tutto l' Universo si è evoluto in 16 miliardi di anni…e tutto procedeva in un modo abbastanza tranquillo. Poi ha cominciato ad accelerare, i tempi stringevano e la nostra evoluzione si è fatta molto più veloce, piena di nuovi interessi, di nuovi stimoli ecc. Fa una carrellata di fatti storici correlati con Napoleone, Hitler e Bush. Ti cito solo esempi più significativi e dice che loro hanno svolto un lavoro di pulizia che nessuno di noi lo vorrebbe fare. Il momento di oggi, cioè la nascita del nuovo mondo, comporta sempre dei sconvolgimenti, delle novità. Pensa alla nascita di un bambino…quanta sofferenza #ha (dolori, sporco di sangue ecc.)..poi però comincia il bello. Ma non subito. Chi è genitore lo sa.
Ora siamo in un momento, probabilmente paragonabile alle doglie, finite queste ci riposeremo.
spero che sia così.


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.