Rispondi a: Per chi ha paura del 2012

Home Forum PIANETA TERRA Per chi ha paura del 2012 Rispondi a: Per chi ha paura del 2012

#89334
Richard
Richard
Amministratore del forum

Ne prendo atto, ma non mi sembra che Rebel esprimesse la tua stessa idea, da come ha scritto, sembra che questo gioco lo abbiamo voluto tutti, compreso quello di svolgere a turno ogni ruolo. Quindi rispondendo a quanto ha scritto, concludevo che in questa ottica non ci dovremmo mai lamentare di nulla, tanto è tutto un copione già scritto (addirittura) e che quindi si sa anche come va a finire. Secondo me non è in questi termini.
Da quanto tu scrivi, invece, sembra che non si tratti di un gioco in questo senso ma di ruoli cmq attribuiti in qualche modo è fortemente voluti dall'una e dall'altra parte. In questa ottica ci si dovrebbe ribellare, secondo te, ma allora cadrebbe anche tutto il concetto,s arebbe tutta altra storia

Non penso che si sappia come va a finire e nemmeno che non ci dovremmo lamentare perchè vediamo la vita come un percorso di sviluppo della coscienza dove interpretiamo più vite e ruoli…e dove potremmo avere anche interpretato quel ruolo che oggi troviamo orribile.
Lungo tale sviluppo potremmo scegliere la via che preferiamo e agire di conseguenza con determinazione.

———-
Per quanto riguarda il discorso di Rebel
si tratta di una visione più ampia della vita, sulla quale si è riflettuto e si può discutere e riflettere e non è una cosa che si è inventato Wilcock ed esiste solo nella “Legge dell'Uno”

https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.419
“GN: Credi che questa galassia sia una copia-carbone dell'universo? Oppure siamo unici qua?

DW: I termini che usi sono un po carenti come specificità. Direi, che il Creatore è olografico e frattale, quindi si, in un certo senso siamo una copia-carbone, lo stesso schema si ripete. Però, abbiamo tutti l'unicità di un particolare fiocco di neve, per la ricchezza in ogni galassia…
In questa concezione cosmica in cui lavoro, ogni galassia ha una personalità e progetta un curriculum per l'evoluzione, inclusa l'esatta natura degli archetipi spirituali in cui passiamo tutti. Ci sono apparentemente sette archetipi del Corpo, sette per la Mente e sette per lo Spirito e uno che lega tutti assieme chiamato “Il Matto” o “Il Cercatore della Verità”.

Queste esperienze che abbiamo, sono scritte nella fabbrica della creazione, semplicemente. E' come se avrai 22 esperienze, più o meno e l'unico modo in cui passerai nel corso dell'evoluzione e nel destino, ha a che fare col come navigherai in queste 22 esperienze. Molte persone si bloccheranno in una o due e ripeteranno di continuo.
Puoi trovare tutte le 22 esperienze nelle carte dei Tarocchi, i 22 Arcani Maggiori, incluse cose come la Torre della Distruzione, il Diavolo, la Luna, il Sole, il Mago. Tutte queste carte, che le persone hanno visto spesso, rappresentano i maggiori archetipi dell'evoluzione in cui passiamo come anime.”

I cambiamenti che vediamo ora sulla Terra, tutti gli sconvolgimenti con il probelma della api, col virus SARS, con i cambiamenti della Terra, i cambiamenti nel sistema solare, le cospirazioni nel governo, la corruzione, il problema con i carburanti fossili, il prezzo del carburante e l' economia che può collassare, sono tutti problemi creati per metterci in posizione scomoda così troviamo il modo di unirci e trovare la pace.
In questo modo vediamo come il percorso della separazione non funzioni più e che dobbiamo unire le coscienze.

Quando hai a che fare con l ' evoluzione nell' Universo, molto presto nella nostra creazione una delle galassie…le galassie rappresentano i Creatori primordiali..impostano un intero sistema di evoluzione con 22 archetipi…22 esperienze di base in cui passano tutte le persone su ogni pianeta della galassia. Dove ti trovi ora esiste un velo tra la mente supercosciente e la mente cosciente, quindi puoi credere consciamente che Dio ti abbia abbandonato…che non hai connessione con l' Universo.

Questo è il seme del percorso negativo. Il seme del percorso negativo è la separazione. La paura che Dio non esista o che Dio ti abbia abbandonato e non trovi valore in altri. Quando inizi a svegliarti e a sentire queste leggi del Cosmo..la mente radiante di energia che si espande per tutto il Cosmo. Allora senti di essere divenuto un Dio e che gli altri sono come insetti rispetto a te e quindi devi illuminarli e schiavizzarli.https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.219

https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.926
Leggende Sacre dell'Albero del Mondo

Il lavoro sconvolgente conosciuto come Hamlet's Mill dei Dott. Giorgio de Santillana ed Hertha von Dechend, ha rivelato che l'”Albero del Mondo” è il singolo concetto prevalente in tutte le antiche mitologie.

..”Tra le arti e le scienze che Ermete avrebbe rivelato all'umanità, troviamo la medicina, la chimica, la legge, l'arte, l'astrologia, la musica, la retorica, la magia, la filosofia, la geografia, la matematica (soprattutto la geometria), l'anatomia e l'oratoria. I Greci descrivevano in modo simile Orfeo. “Ermete è di prima importanza per gli studiosi Massoni, perchè è stato l'autore dei rituali di iniziazione Massonici, presi dai Misteri stabiliti da Ermete. Quasi tutti i simboli Massoni sono di carattere Ermetico. (“Ermetico” significa “da Ermete”) Pitagora ha studiato la matematica con gli Egizi e da loro ha avuto la sua conoscenza dei solidi geometrici. Ermete viene anche riconosciuto per la sua riformulazione del calendario. Egli portò l'anno da 360 a 365 giorni.
L'appellativo di “Tre volte Grande” (o “Trismegisto”) venne dato a Ermete perchè considerato il più grande filosofo, sacerdote e re… “..La Visione descriverebbe il metodo con cui la saggezza divina è stata rivelata a Ermete. Dopo che Ermete ricevette questa rivelazione, iniziò il suo ministero, insegnando a chiunque ascoltasse i segreti dell'universo invisibile..” Ancora, questa visione deriva da una esperienza extracorporea che portò Ermete faccia a faccia con una entità di nome Poimandres, che si definì Mente Universale:

“…Immediatamente la forma di Poimandres cambiò. Dove prima si trovava apparve una gloriosa e pulsante Radianza.. Ermete venne “alzato” in mezzo a questo Splendore Divino e l'universo di cose materiali scomparve dalla sua coscienza. Scese una grande oscurità e venne inghiottito dalla Luce.
Tutti erano turbati. Al posto di Ermete circolava una sostanza acquosa e misteriosa che emetteva vapore… La sua mente gli disse che la Luce era la forma dell'universo spirituale e che l'oscurità turbinante che lo avvolgeva rappresentava la sostanza materiale..”

Qua non dovremmo avere dubbi sulla connessione tra la visione di Ermete e le tradizioni Vediche del gioco tra luce e oscurità, come descritto nell'ultimo capitolo. Queste sono connessioni chiare che continueranno più avanti. Il prossimo estratto è una parte delle parole di Poimandres nella visione. Ancora, non dobbiamo preoccuparci di ogni termine metaforico nello specifico, ma concentrarci sui temi generali delle “sfere dentro sfere” di piani d'esistenza nell'universo. In questo caso, ogni sfera planetaria corrisponde ad una diversa area dello sviluppo animico e passando attraverso ogni livello l'anima si purifica interamente. Cosa interessante, le Letture di Cayce descrivono così molti concetti astrologici, legandoli a piani di esistenza:

“Prima che l'universo si formasse, c'era il suo stampo. Questo stampo venne chiamato Archetipo ed era nella Mente Suprema molto prima del processo di creazione. Vedendo gli Archetipi, la Mente Suprema si innamorò del Suo pensiero, quindi usando la Parola come potente martello, scavò caverne nello spazio primordiale e formò delle sfere nello stampo Archetipo, inserendo allo stesso tempo nei nuovi corpi i semi delle cose viventi. L'oscurità sottostante, ricevendo il martello della Parola, venne modellata in un universo ordinato. Gli elementi si separarono in strati e ognuno produsse creature viventi. L'Essere Supremo – la Mente – maschile e femminile, produsse la Parola e la Parola, sospesa tra Luce e oscurità, venne portata ad un altra Mente detta Lavoratore, il Costruttore Maestro o Costruttore di Cose. “In questo modo è stato compiuto, o Ermete: La Parola si muove come un respiro attraverso lo spazio e ha prodotto il Fuoco con il suo movimento. Quindi il Fuoco è detto Figlio dello Sforzo. L'Operaio è passato come un vortice attraverso l'universo, portando le sostanze a vibrare e brillare con la sua frizione. Il Figlio dello Sforzo ha formato i Sette Governanti, gli Spiriti dei Pianeti, le cui orbite delimitano il mondo..
https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.926