Rispondi a: NUCLEARE: rischi di contaminazioni e possibili rimedi

Home Forum PIANETA TERRA NUCLEARE: rischi di contaminazioni e possibili rimedi Rispondi a: NUCLEARE: rischi di contaminazioni e possibili rimedi

#91101

ezechiele
Partecipante

Bruxelles, 16 mar. (TMNews) – L'Unione europea ha raccomandato agli Stati membri di procedere a controlli sui livelli di radioattività dei prodotti alimentari importati dal Giappone, a seguito dell'incidente nucleare alla centrale di Fukushima, provocato dal sisma di venerdì scorso e dal successivo tsunami. “E' stata inviata una raccomandazione, attraverso il Sistema d'allarme rapido, per i prodotti alimentari e i prodotti per gli animali”, ha indicato Frédéric Vincent, uno dei portavoce della Commissione europea.
Da martedì, è consigliato agli Stati europei che lo desiderano di procedere a controlli. Il portavoce ha precisato che, nel caso in cui uno Stato membro rilevasse livelli di radiazioni nei prodotti agroalimentari giapponesi superiore a quello ammissibile, dovrebbe segnalarlo immediatamente al sistema di allerta radiaottivo 'Ecurie' dell'Euratom, secondo quanto prevede il regolamento europeo 3954/87. “Questi controlli riguarderanno tuttavia quantità minime” di prodotti, ha precisato Vincent, sottolineando che l'Ue ha importato dal Giappone, nel 2010, circa 9.000 tonnellate di frutta e legumi.
“L'Ue tutta intera importa molto poco dal Giappone nel settore agroalimentare, nel 2010 l'equivalente di appena 65 milioni di euro, e l'Italia non è nemmeno fra i primi cinque importatori, che sono Germania, Olanda, Gran Bretagna, Belgio e Francia”, ha detto oggi a Tmnews il portavoce del commissario europeo alla Salute e Politica dei consumatori, John Dalli.

fonte
http://notizie.tiscali.it/feeds/11/03/16/t_02_20110316_000072.html?ultimora

ROMA / Roma ha livelli di radioattività più alti di Tokyo. È questa la sorpresa delle analisi effettuate dalla squadra della Protezione civile italiana, oggi nella capitale nipponica per svolgere i rilievi. I rilievi fatti dal team di tecnici, composto da 6 persone, ha una radioattività di fondo misurata sul tetto dell’ambasciata di 0.04 microsievert/ora.
Un livello molto basso, se paragonato a quello di Roma, dove il valore di radioattività ambientale tipico è di 0.25 microsievert/ora.
Le autorità cinesi hanno reso noto in mattinata che vi sarà un aumento dei controlli sui passeggeri e le merci provenienti dal Giappone.
”Abbiamo incrementato tutte le attività di controllo sui passeggeri, i bagagli, i generi alimentari e le altre merci in arrivo dal Giappone presso il porto e l’aeroporto cittadino”, si legge in un comunicato stampa, ”gli ispettori hanno ricevuto l’ordine di effettuare tutti i rilievi su eventuali livelli di radioattività fuori dal normale”.

fonte
http://www.cronacalive.it/roma-piu-radioattiva-di-tokio-i-rilievi-fatti-da-un-team-italiano.html