Rispondi a: SALVIAMO IL NOSTRO PIANETA

Home Forum PIANETA TERRA SALVIAMO IL NOSTRO PIANETA Rispondi a: SALVIAMO IL NOSTRO PIANETA

#91998

Anonimo

http://www.ilcambiamento.it/riuso_riciclo/collegno_riscarpa_riciclo_scarpe_usate.html?bcsi-ac-DF4CEB9F957C9077=1DC2689A00000503cdcjNBbj0+OaokCzI/9MymfTfBskAwAAAwUAAIAdLwAIBwAA7wAAAEDqBQA=

A Collegno arriva 'Ri-scarpa', per il riciclo delle scarpe usate
A Collegno, in provincia di Torino, la Cooperativa Sociale Lavoro e solidarietà ha lanciato l'iniziativa 'Ri-scarpa', finalizzata ad accrescere la cultura eco-ambientale attraverso la raccolta e il recupero delle scarpe usate nelle scuole. Un progetto che coinvolge istituti e studenti.

2 Dicembre 2011

La Cooperativa Sociale Lavoro e solidarietà ha lanciato l'iniziativa Ri-scarpa
Mercoledì 26 ottobre alla scuola Boselli di Collegno, in provincia di Torino, è stato consegnato il primo contenitore del progetto Ri-scarpa. Un’iniziativa ideata dalla Cooperativa Sociale Lavoro e solidarietà – patrocinata dalla Provincia di Torino, dal Cidiu e dal Comune di Collegno, e sostenuta dalla Compagnia San Paolo – finalizzata ad accrescere la cultura eco-ambientale nelle scuole attraverso la raccolta e il recupero delle scarpe usate nelle scuole a fini sociali.

Tale iniziativa è già partita l’anno scorso a Torino riscuotendo un notevole successo sia in termini di adesione degli istituti scolastici sia in termini di raccolta e recupero dei materiali.

A Collegno sono già 13 gli istituti scolastici che hanno aderito al progetto e in cui sarà quindi posizionato il contenitore per la raccolta delle scarpe usate.

Con Ri-scarpa è possibile contribuire alla raccolta differenziata educando i ragazzi alla tutela e al rispetto dell'ambiente, spiegano gli organizzatori in una nota: “infatti il recupero ed il riciclo di calzature usate consente il riutilizzo delle stesse o del materiale di cui sono composte per impieghi vari quali, pavimentazioni insonorizzate di palestre o sale riunioni, piste di atletica, giocattoli ecc.”. Il concetto è molto semplice, spiegano sempre i promotori, più si ricicla, meno si utilizzano materie prime e meno rifiuti finiscono in discarica o nei termovalorizzatori.

Le finalità di Ri-scarpa sono educative e ambientali, ma sono anche occupazionali-sociali “perché il progetto prevede l'impiego di personale per il trasporto, la raccolta, la selezione e l'igienizzazione del materiale; personale che può essere scelto anche tra cittadini svantaggiati e socialmente deboli” s legge nel comunicato.

Un contenitore Ri-scarpa è stato posizionato anche nell’atrio del Comune per permettere il conferimento delle scarpe a chi non frequenta il mondo scolastico, ma desidera ugualmente aderire a questa iniziativa.

L’assessore alla Città Sostenibile, Barbara Martina ha commentato: “La nostra Amministrazione, da anni, lavora insieme al mondo scolastico per promuovere la cultura e il rispetto dell’ambiente; numerosi progetti educativi sono dedicati alla riduzione e al riutilizzo dei rifiuti, e per questo motivo crediamo che l’adesione a tale iniziativa sia un segno importante per testimoniare il proseguimento nell’impegno a diffondere una coscienza ambientale nelle nuove generazioni, favorendo l’acquisizione di un sempre maggior interesse nella raccolta differenziata”.