Rispondi a: Quando muore un Cinese

Home Forum MISTERI Quando muore un Cinese Rispondi a: Quando muore un Cinese

#9260

Omega
Partecipante

[quote=mirach72]I grandi problemi diventano tali perchè sono stati ignorati quando erano piccoli. Si parte dal piano per arrivare alla cima della montagna. [/quote]
Non puoi scendere dalla montagna se hai già inventato l'internet e l'atomica, sei già a quelle altezze 'globali' e bisogna imparare ad aministrare tutto ciò senza dover gridare 'aiuto, voglio scendere!'.

Se non riusciamo a risolvere nemmeno i piccoli problemi locali, come possiamo pretendere di risolvere i grandi problemi globali?

Se non riusciamo a risolvere i problemi in generale, siamo destinati alla autodistruzione perché non puoi gestire l'energia atomica e soprattutto gli armamenti chimici, bateriologici e nucleari (ad esempio) di un israele, di un iran o dell'USA stando comodamente seduti nel parlamento (fasullo) italiano. La Terra va gestita molto attentamente e non lasciata al caso. I figli non si abbandonano per strada senza educazione. I nostri figli, dell'umanità intera, sono questo pianeta – anzi il sistema solare perché non siamo più confinati alle caverne avendo una coscienza globale. La natura è di tutti, è della Terra nel suo insieme, non è solo responsabilità degli individui per di più dei ricchi menefreghisti, e nemmeno dei stati singoli. La natura viene inquinata e distrutta perché non c'è nessuno a livello globale a dire di no, perché ognuno a livello locale fa ciò che gli pare. Prova a risolvere la questione chemtrails o il traffico illegale delle scorie nucleari, senza avere l'accesso alla stanza dei bottoni. Impossibile. Non è che l'uomo non sa risolvere i suoi problemi, è che innanzitutto non vuole risolverli ed è totalmente diverso.

La globalizzazione è stata un fallimento,

Ovvio, se e quando viene amministrata dai criminali di turno che trovi ai governi, e da alcuni industriali delle multinazionali, dei diversi paesi. E quando mai una cosa inventata dai malati mentali (nel senso di delinquenti) ha funzionato correttamente per il benessere della comunità, della società, dell'umanità ? Se gli umani inconsapevoli faticano tanto per conoscere se stessi, come potrebbero comprendere le esigenze della Terra, che tra l'altro è vivente ?

perchè il genere umano non è pronto per una simile sfida;

Questo è un altro discorso, allora questa civiltà terrestre si estinguerà entro l'anno 2035 o anche molto prima. Comunque io sono pronto, chi è in ritardo direttamente o indirettamente rovina se stesso e tutti gli altri (l'effetto domino).

ne è un esempio la stessa Unione Europea.

L'unione europea attualmente viene gestita dai criminali, quelli infatti non fanno parte delle coscienze sufficientemente evolute della galassia.

Cos'è l'Unione Europea? Un'entità astratta, dove ogni membro fa quello che vuole senza seguire nessuna delle direttive “comunitarie”, dove gli operai di un Paese guadagnano 3000 euro e quelli di un altro Paese 1000 euro.

Sarebbe né più né meno di come costruire un aereo senza motori e chiedersi perché non vola. Beh, non vola perché non c'è propulsione, spinta, ed il motore della società umana è l'intelligenza e coscienza molto elevati. E' ovvio che un governo stupido e incosciente non farà mai decollare nessuna vera rivoluzione – e senza le (giuste, pacifiche, necessarie, equilibrate) rivoluzioni si tende allo status quo, il che negli ultimi tempi significa il suicidio collettivo volontario e scientemente premeditato.

No, l'umanità non è pronta per una cosa del genere. Anche se non si fosse delegato ai governi fasulli, comunque il progetto sarebbe fallito, perchè troppo grande per l'odierna mentalità umana, incapace perfino di scegliere che cravatta indossare la mattina.

La mentalità umana pertanto ha decretato la morte di questa umanità. Tranquilli, però, chi si è dimostrato contrario con i fatti, non parole, sarà salvato, sono i famosi 144.000 dell'apocalisse.

[quote=Titone]Nemico dell'umanità? Non capisco a chi ti riferisci…[/quote]
Simbolicamente: satana, il diavolo, l'anticristo – realmente i serial killer che gestiscono la globalizzazione attuale.

se ti riferisci a più uomini incapaci di gestire le cose, questi, più che nemici, li vedo come “idioti”…

'Idioti', 'scimmie', 'gregge', 'dormienti' possiamo chiamarli come vogliamo – sta di fatto che gli umani amano essere governati da costoro.

il punto poi è che, non rendendocene conto, noi tutti già gestiamo questo “processo”, nella nostra vita quotidiana, andando a far la spesa, lavorando, divertendoci…secondo me è troppo comodo dire sempre “eh, ma è colpa di una congiura globale, dei potenti, c'è un complotto”…se vogliamo, i “complotti” possiamo benissimo aggirarli, basta non essere vittimisti

Se qualcuno ti uccide o ti avvelena non è che ti salvi perché 'non credevi nella sua esistenza'. Vedi, per me i vittimisti sono coloro che non vogliono combattere il crimine di stato, si sentono vittime della libera informazione la quale il sixtema desidera eliminare con metodi fascisti/ nazisti.

(senza per questo tacciarti di ciò, il punto è che questi discorsi li ho sempre sentiti fare e sempre molto qualunquisticamente e superficialmente, per intenderci li ho sempre sentiti come “chiacchiere da bar”).

C'è chi sa e c'è chi non sa. Colui che non sa può 1.) imparare, 2.) vivere nell'illusione di sapere per tutta la vita accettando le 'verità' (bugie) ufficiali, 3.) fantasticare, immaginare una realtà diversa quindi sprofondare nella distorsione mentale degli ingenui e superficiali.

I problemi si risolvono semplificandoli, non complicandoli

I problemi si risolvono conoscendoli, non inventandoli. La migliore semplificazione è la conoscenza, poiché la complicazione deriva dalla opinione (negare la realtà quando non conosciuta).

[quote1246444144=darwindeus]
sono d'accordo con te, titone. Il delegare la colpa di tutto il male del mondo ad un generico “loro”, [/quote1246444144]
Chi è ignorante parla di un generico loro, mentre chi sa parla dei nomi e cognomi, di istituzioni ben precise, ovviamente. Non sono mai stato ignorante in materia, anzi e non mi vanterei tanto di non sapere o di non conoscermi.

tanto caro ai complottisti,

Errata definizione.

è una brutta abitudine.

L'abitudine è la caratteristica principale soltanto degli inconsapevoli, al contrario il risveglio totale della coscienza (illuminazione) ti permette di vivere l'istante per istante al 100% nella realtà sperimentabile e dimostrabile, quindi non puoi più avere abitudini di alcun genere.

Ammettiamo pure che la maggior parte della gente è ormai talmente disillusa da aver perso pure la voglia di cambiare le cose in meglio. E tralasciamo per un attimo i grandi mali della nostra generazione…la settimana passata c'era da andare a votare per il referendum. Tutto flippato. Non si è raggiunto il quorum.

Per quale motivo dovrei votare per i criminali ? Non esiste questa opzione nella mia mente.

Se quando si può agire per cambiare

Non si cambia all'esterno, ma dentro di te, è la tua interiorità che dovrebbe guidare il corpo non è che il corpo deve sottomettere la tua eventuale consapevolezza di essere.

le cose si preferisce stare a casa davanti al pc, è ovvio che le cose non cambieranno mai.

Guarda che proponendo le non-soluzioni mai riuscirai costringere me di andare a scegliere i miei non- rappresentanti tra l'amministrazione pubblica dell'italia, dell'europa o della Terra. Io non mi faccio governare da chi ritengo non in grado di governare.