Rispondi a: NEL GIORNO DEL SIGNORE….

Home Forum PIANETA TERRA NEL GIORNO DEL SIGNORE…. Rispondi a: NEL GIORNO DEL SIGNORE….

#92863
InneresAuge
InneresAuge
Partecipante

[quote1331694856=prixi]
Inne , non ho assolutamente la pretesa di convincere … ci mancherebbe !
qualche post fà dicevo, che ognuno deve arrivarci (se vuole) con il proprio modo ..
và sperimentata …

quello che noto, nei tuoi post, è che cerchi di razionalizzare, di arrivarci per ragionamento ..
allora mi è venuto questo esempio:
se io volessi “spiegarti” l'odore di un particolare fiore, razionalmente potrei dire che lo puoi percepire attraverso l'olfatto perchè è scientificamente provato che .. bla bla bla … e potrei usare mille aggettivi per descrivertelo, e paragonarlo ad essenze profumate che io conosco …. ma non potrei mai riuscire a fartelo neppure immaginare …
perchè finchè non lo sperimenti, ogni tentativo di descrizione da parte mia è del tutto inutile :hihi:

detto questo, è assolutamente ovvio che razionalmente ed emotivamente, l'esempio che tu porti dell'uccisione di creature innocenti mi fà inorridire, cosi come ogni bestialità umana, massacro ingiustizia ecc. ecc…. e non ho mai detto di ignorare il problema … e neppure che non ci stò male solo perchè non mi tocca da vicino …
quello di cui parlavo è su un altro piano …
lontano dalle emozioni, dalle paure, dalle insicurezze, poichè non vi è giudizio.
Non è un'astrazione mentale, ne tantomeno menefreghismo

vediamo se riesco a rendere almeno un pò l'idea … è un intimo, profondo intuito :vir:
qualcosa di assolutamente slegato dal ragionamento e dalle emozioni … un istante di sottile percezione …
in quell'istante è come se tu vedessi le cose tue e del mondo con altri occhi … dirti che è come vedere “un disegno” forse confonde ancora di più, non sò …
ed è in quell'istante che percepisci amore in ogni cosa e molto altro ancora

Che sia chiaro Inne, non è che vivo H24 in questo stato, magari !
… però capita, di tanto in tanto di vivere quell'istante.

Oltretutto, voglio precisare che non sono credente e che neppure mi reputo spirituale … perciò sono la persona meno indicata per parlare di Dio
come molti ho avuto una vita non semplice (fin da molto piccola)e questo mi ha portato ad una profonda introspezione … come si dice “mi sono rivoltata come un calzino”
forse bisogna soffrire molto e a lungo nel tempo ? non lo sò
o forse bisogna essere ribelli ed anarchici caratterialmente ? davvero non lo sò
quello che sò è che se ripenso a quello che è il mio passato, mi sembra non mi appartenga più, non mi identifico più
mi sento incasinata, ma autentica … ed in pace
[/quote1331694856]

Un giovane Albert Einstein rispose alla mia domanda e non lo sapevo…

Istintivamente e razionalmente anche, mi pare la risposta più sensata. Il male non sarebbe parte dell'Uno ma il prodotto della sua assenza.


Come può la vista sopportare, l'uccisione di esseri che vengono sgozzati e fatti a pezzi... non ripugna il gusto berne gli umori e il sangue, le carni agli spiedi crude... e c’era come un suono di vacche, non è mostruoso desiderare di cibarsi, di un essere che ancora emette suoni... Sopravvivono i riti di sarcofagia e cannibalismo.
- Franco Battiato