Rispondi a: La crisi europea

Home Forum PIANETA TERRA La crisi europea Rispondi a: La crisi europea

#92986

Xeno
Partecipante

Ho appezzato i tuoi post K e seppur concisi (ci sarebbero fiumi di parole a riguardo d'altronde)analizzano l'attuale crisi non da adesso ma qualche tempo fa.Difatti la cosa va vista in questo modo.
Molte persone cadono oggi dal pero perchè ignorano tale visione.
Si sta assistendo ad un lavoro da parte dell'oligarchia in pieno svolgimento.
Alcuni si chiedono se tutto l'ambaradan attuale non fosse stato giusto farlo con il consenso dei popoli,con i conti a posto,ecc…ma l'intero impianto è stato studiato per attuarsi strada facendo.Non era possibile fare diversamente:troppo tempo e troppi intoppi dai governi nazionali, avrebbero vanificato l'instaurarsi di tale progetto.

Questo da una parte ci dà la chance che non necessariamente andrà in porto (vedi di volta in volta gli stop che si presentano)
Se la devono sudare insomma e loro stessi non ne sono completamente sicuri.

Per quanto riguarda l'Italia, l'accellerazione venne esercitata con la caduta della prima repubblica e,l'allora Craxi nel suo esilio ci avvisava delle lacrime e sangue che avremo versato (oggi)se tale impianto così come è stato concepito sarebbe stato attuato.
Ma per molti allora era fantascienza o farneticazioni.

Riguardo la moneta volevo chiederti una piccola cosa:
esiste una corrente di pensiero favorevole ad un ripristino della convertibilità con riserva aurea,fine di bretton wood per capirci,
(della serie si stava meglio quando si stava peggio)
che ne pensi?