Rispondi a: terremoto bologna

Home Forum PIANETA TERRA terremoto bologna Rispondi a: terremoto bologna

#93338

sephir
Partecipante

Inoltro questa importantissima e-mail in cui si chiede aiuto per i terremotati emiliani in difficoltà.
E' un appello a tutti gli ingegneri, architetti, geometri di buon cuore… ci sono persone che purtroppo non possono permettersi perizie costose determinanti per riavere la propria casa magari prima dell'inverno.

Carissimi amici,

il terremoto in Emilia Romagna ha lasciato segni profondi nella terra, nelle case e soprattutto nelle persone. Il caldo di questi giorni ha reso invivibili le condizioni nelle tendopoli con picchi di 40°/45° gradi e con la fine dell’emergenza la gente rischia di rimanere ancora più sola. Le persone che vivono nelle tendopoli sono persone umili, che accettano con dignità la loro difficile condizione e hanno dovuto imparare cosa significhi condividere tutto con gli altri. Hanno perso tutto, ma non la speranza di rientrare un giorno nelle loro case e riappropriarsi della propria vita e dei propri ricordi. La condizione per permettere loro di tornare nei loro spazi e di riprendere una vita normale è quella di ottenere una perizia della casa, oltre all’agibilità.

Per pagare i tecnici, architetti, ingegneri e geometri, che svolgano questo lavoro sono però necessari dai 1500 ai 2500 euro, soldi che molti di loro non hanno a disposizione.Io, come privato cittadino e come presidente della Prima Stella Onlus, dopo un incontro con il sindaco di Sant’Agostino e San Carlo, mi sto impegnando a trovare un team di tecnici volontari che vogliano offrire un po’ del loro tempo per aiutare questa gente a rientrare nelle loro case e a recuperare la loro dignità prima che arrivi l’inverno.Per questo faccio questo appello a tutti coloro che vogliano offrire un po’ di tempo libero e la loro professionalità per aiutare chi non ha più niente. Ora inizia la fase della ricostruzione, la fase più delicata e determinante per il futuro di queste persone, fase che spesso cade nel dimenticatoio, perche i media ne parlano sempre meno e perché gli enti che gestiscono le emergenze vanno via. Non chiediamo soldi, ma una donazione del vostro tempo.Chiedo a coloro che sono tecnici, geometri, architetti e ingegneri e sono abilitati ad effettuare perizie interne ad esterne di case a fare un passo avanti e a dare anche loro un piccolo contributo.

A volte qualche ora messa a disposizione dà più risultati di 50 euro o 100 euro. Un giorno potranno raccontare ai loro figli il valore del lavoro reso per aiutare gli altri, potranno dire “io ero li ad aiutare quelle famiglie, quegli anziani e quei bambini a rientrare nella loro casa ed è stato possibile grazie anche al contributo del mio tempo e della mia professione”. Cari amici sono queste le azioni che si devono promuovere, sono gli uomini di buon cuore e tanta volontà che devono fare da esempio per la nuova generazione e per la costruzione di un nuovo senso civico.I tempi sono stretti per questo mi rivolgo a coloro che hanno sensibilità e un cuore colmo d'amore. Domani potrebbe accadere anche a noi ed è molto importante restituire la speranza ed avere speranza. E’ bello pensare che da qualche parte ci sono persone che neanche conosciamo, ma che stanno pensando a noi e a come aiutarci in modo concreto. Noi abbiamo fatto tutto il possibile, insieme ai volontari e ai nostri amici, per rendere meno disperate possibili le condizioni dei nostri fratelli emiliani.

Né io, nè gli altri volontari siamo però dei tecnici ed ora abbiamo bisogno di voi per continuare con la fase della ricostruzione.Vi ringrazio di Cuore, confidando nella vostra bontà di cittadini Italiani .Grazie del tempo che mi avete dedicato…

Luigi Ferrante

e-mail : laprimastellaonlus@gmail.com