Rispondi a: Conoscenza non significa Comprensione …

Home Forum MISTERI Conoscenza non significa Comprensione … Rispondi a: Conoscenza non significa Comprensione …

#9358
brig.zero
brig.zero
Partecipante

[quote1243780534=farfalla5]

Vedo Brig che hai fatto le stesse letture, delle quali mi ci sono innamorata all'inizio della mia ricerca…

e questo resoconto arriva proprio al momento giusto per me…

tante volte mi domando, a che punto sono…

è vero che sono totalmente cambiata, ho migliorato un sacco di cose…ma mi accorgo anche che nello stesso tempo sono peggiorata…come se al momento di verifica….cioè quando accadono le cose…non mi basta di sapere le cose e spesso sono molto più severa con gli altri e con me stessa….e ti devo dire la verità… questo aspetto di me non mi piace….

avrò, senz'altro degli attenuanti perchè mi sono ammalata e vivo con i dolori atroci delle volte…ma spesso cado nella più buia depressione e mi domando :
perchè non sono capace di reagire come vorrei…

ritornando al testo che hai postato, al consiglio di Florian, dove dice di parlare, condividere e spiegare quello che abbiamo studiato, vissuto e capito….
non è per niente semplice…
infatti, dice di almeno di provarci…

il problema di non essere compresi è molto frequente…tante volte ho provato…ma l'unico che mi ascolta,non comprende, ma ascolta pazientemente è mio marito…e la mia amica Shanty….

pensa, faccio parte di un gruppo bhajan (canti vedici), ci riuniamo ogni giovedì da anni, e non siamo riusciti a mettere in pratica la direttiva più utile del nostro Maestro, cioè riunirci una volta al mese e fare un circolo di studio…

questo dimostra che non cresciamo ne come gruppo ne individualmente…

la pigrizia, della quale parla è un un ostacolo grosso di tanti credo, e si sa che non si tratta di pigrizia fisica me di mettere insieme tutti i tre corpi…astrale…fisico…e mentale…

Beh, credo che sia un lavoro molto faticoso….

[/quote1243780534]

… :fri:
ACCETTATI … per quello che sei e OSSERVATI senza giudicarti, intanto, :ummmmm: perchè sono già gli altri :hehe: che ti giudicano abbastanza, smettila di aspettare GODOT e di chiederti a che punto sei #fisc
più che fare od avere bisogna ESSERE e tu sei già nel “quieora” se la smetti (smettila di giudicarti) … ringrazia l'esistenza :guit: che ti ha messo in contatto prima di tutto con l'insegnamento dei Maestri (la Conoscenza) :tesor: e poi grazie alla sofferenza §(° tante piccole Comprensioni … !lol ora ti aspetta ” la COMPRENSIONE” :medit: per poter arrivare al centro della tua individualità e vivere finalmente la libertà prospettata e tanto agognata … bisogna trovare le sfumature più sottili dell'ego e osservarlo nulla di più … l'osservatore passivo nell'attività solo esclusivamente di osservatore … è una schizofrenia consapevole … dove la paura va osservata alla sua nascita … come tutto il resto d'altronde 😉
adesso ti dico un segreto … l'insegnamento mi è servito (come conoscenza) e come stampella a vincere la paura, ma il salto … è nell'[color=#ff6600]intimo[/color] :medit: in [color=#ff6600]sè [/color]stessi, il tempo con tutte le sue creazioni scompare come nuvole al sole, il risveglio è iniziazione, ogni attimo è unico ed irripetibile come il fiume di Eraclito, ti senti e senti di esistere, il tutto che vedi ti appartiene come essere, è morire e rinascere continuamente … è un fluire … vivi il presente come se fosse l'unico tempo che esiste … 🙂
continua a fare quello che stai facendo (osservandoti) … libera il cuore … libera la mente ecco :si: così trovi la sorgente del fiume e realizzi il “Sentire Assoluto” dove cessa una condizione di divenire per esistere in stato di essere, dove il sentire fluisce liberamente :K:


https://www.facebook.com/brig.zero