Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#93891
Richard
Richard
Amministratore del forum

alcune risposte di Keshe sul forum

Domanda sulla relazione tra la tecnologia Keshe e la zero point energy

La tecnologia Keshe si basa sul flusso delle interazioni nel plasma che crea i campi magnetici della materia
La tecnologia basata su campi magnetici plasmatici è l'uso del plasma ed è piu avanzata di quella su campi magnetici materiali, che non sono equivalenti, ma creati in forme diverse e in condizioni diverse, sono totalmente diversi.

Tesla comprese la connessione dei campi magnetici e la loro manipolazione in stato materiale e ora abbiamo invece la scienza e la tecnologia sui campi magnetici plasmatici universali.
http://www.keshefoundation.org/phpbb/viewtopic.php?f=9&t=462&p=1816#p1816

———-
“Per la prima domanda, il nostro universo non è composto solo da spazio, ma da materia/energia che interagiscono nelle dinamiche del plasma nelle galassie, nei sistemi solari (venti solari) e così via. http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.944

“Abbiamo giù spiegato nei capitoli precedenti, come il toroide sferico sia una formazione naturale di “mulinello” che compare in un fluido, a causa del movimento di rotazione. Nella sfera rotante di fluido, si osserva un mulinello su entrambi i poli nord e sud; su di un polo il vortice mulinerà “all'interno”, verso il centro e sull'altro polo mulinerà “verso l'esterno”, allontanandosi dal centro.

Il primo etere (A1) ruota in movimento orario, e questo genera un mulinello che fluisce entrando attraverso il polo nord della Sfera ed esce attraverso il polo sud della Sfera.
Il secondo etere (A2) ruota in movimento antiorario, e questo genera un mulinello che fluisce entrando dal polo sud della Sfera ed esce attraverso il polo nord della Sfera

Il plasma luminoso è la forma originale, basilare che viene prodotta quando i due eteri si mescolano.

Gli scienziati ASCA suggeriscono che una spiegazione delle loro misurazioni sia la presenza di due tipi diversi di materia oscura. http://www.aip.org/pnu/1996/split/pnu259-2.htm

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm

————-

La materia puo viaggiare piu velocemente della luce che non è il limite assoluto. E' un limite nell'ambiente elettromagnetico della materia e non in tutti e per esempio la velocita della luce nei campi magnetici della materia principale è estremamente superiore alla velocita della luce nell'ambiente materiale. La materia puo viaggiare con la velocita della materia principale quando è trasportata con campi magnetici di ordine superiore.
Si puo viaggiare nell'universo a velocita inimmaginabili quando si è avvolti con forze magnetiche di ordine superiore.Nel libro potete leggere che la velocita della luce della materia principale (antimateria) è molto superiore di quella della materia convenzionale, in ogni livello di materia c'è una luce e l'osservazione della luce in quelle forze di campo magnetico è dipendente dall'ambiente magnetico-gravitazionale relativo.

Semplicemente avvolgete l'astronave con le forze dei campi magnetici primari e viaggiate nell'universo con la velocita della luce moltiplicata per diversi fattori 1000.
http://www.keshefoundation.org/phpbb/viewtopic.php?f=9&t=194&p=5339#p5339

http://dotsub.com/view/4b6c069b-cfd5-41e5-914a-8f3bfc42743b
“vi mostro una immagine, questo è il concetto di Fronig del disco superluminale e vi faccio alcune citazioni “L'analoga non-(?) permette il cambiamento delle resistenze circondando l'astronave stellare con un campo elettromagnetico toroidale che distorce e disturba il vuoto abbastanza da influenzare la sua permittibilità e permeabilità. Le perturbazioni del vuoto sono simulate dalle perturbazioni di un campo fluido che risulta in un cambiamento percentuale dei disturbi, che permettono un grande miglioramento e riduzione della resistenza. ”

“La teoria della relatività afferma che un oggetto aumenta gradualmente la sua massa una volta che è stato sottoposto ad accelerazione. Secondo il pensiero scientifico convenzionale, nessun oggetto può superare la velocità della luce, perché appena esso raggiunge tale velocità, secondo le equazioni l’oggetto diventerebbe infinitamente grande. Allora, in termini approssimativi, Ginzberg http://helicola.com/index.php?p=about trovò che era possibile invertire completamente queste equazioni senza violare alcuna regola scientifica.

Potreste non essere preparati ad abbandonare subito le vecchie equazioni relativistiche. Ma quando lo sarete, scoprirete molte cose interessanti:

– Solo quando una particella è a riposo può essere considerata come materia ‘pura’. Appena la particella comincia a muoversi, la sua massa gravitazionale e la polarità elettrica inizieranno a decrescere, in accordo con le nuove equazioni relativistiche, così che una parte della sua materia sarà convertita in un campo. Quando la velocità della particella diventa uguale all’ultima velocità di campo a spirale “C”, la sua massa gravitazionale e polarità elettrica diverranno uguali allo zero. A quel punto, la materia sarà completamente convertita in un campo ‘puro’.

Ginzburg asserisce che un oggetto diviene ‘campo puro’ quando la sua velocità si avvicina a quella della luce. In ogni caso, risulta piuttosto evidente che ci sono differenti livelli vibratori dell’etere, e perciò possiamo dedurre che quando un oggetto viene accelerato verso la velocità della luce, sia per mezzo di moto lineare, che per vibrazione interna o per azione energetica correlata, l’energia mancante e la massa vengono semplicemente spostate in un livello vibratorio di etere più elevato. In questo libro ci riferiremo a questi livelli chiamandoli ‘densità’.
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_02.htm

——————

La creazione di forze gravitazionali sono dovute all'interazione di campi magnetici con polarita diverse, che porta alla creazione di campi gravitazionali o attrattivi del pianeta e dove l'interazione di polarita simili degli stessi campi magnetici porta alla creazione dei campi magnetici ( i campi repulsivi) del pianeta. Inoltre le interazioni e le forze di bilanciamento tra l'interazione degli stessi campi gravitazionali e dei campi magnetici, porta alla creazione di massa dei campi magnetici dinamici.

http://dotsub.com/view/b406e7cb-7b34-469a-9497-56ecf2d83bc5
“..risultante dalla meccanica della struttura dello spaziotempo ..che va dal centro verso l'esterno e dall'esterno verso il centro, ok? Un feedback dal centro all'esterno è il campo elettromagnetico e dall'esterno all'interno è il campo gravitazionale Quindi ora tutte le forze sono ridotte a 2..”

http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.679
“Il primo principio dice che in ogni CU o sfera luminosa di etere, esistono tre forze, la forza di contrazione che chiamiamo gravità, una forza di pressione verso l'esterno che possiamo chiamare “levitazione” o anti-gravitazionale e la forza stabilizzatrice che bilancia le prime due.

E' molto importante ora ricordare che esistono in realtà due forze che lavorano assieme nella terra per creare quella che misuriamo come gravità. In termini violentemente semplici, la gravità non è solo “giù”, è il bilanciamento naturale tra le forze di “su” e “giù”.

Se guardiamo la battaglia tra gravità e levitazione come un diverso tipo di gioco in cui due “gruppi” spingono l'uno verso l'altro invece che tirare per allontanarsi, allora la gravità, la forza che preme verso il basso, sta sempre “vincendo” sulla levitazione per un quantitativo bilanciato, che noi conosciamo come “costante gravitazionale”.

http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.667
Nella teoria dell'etere, sia la gravità che il magnetismo sono semplicemente diverse forme di etere in movimento, così avrebbe senso che se creaste molto movimento nell'etere in una piccola area, allora vedreste i campi lavorare assieme.

——————

Queste ragioni della creazione della massa hanno portato allo sviluppo dei sistemi della KF, che possono ridurre il proprio peso nei campi magnetico-gravitazionali del pianeta e moto rispetto ad essi. Il nostro reattore controlla campi magnetosferici che una volta all'esterno del sistema, la massa del reattore diviene indipendete dai campi del pianeta.

http://www.keshefoundation.org/phpbb/viewtopic.php?f=9&t=226&p=5337#p5337

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3227
Ralph Ring e Otis Carr, discepolo di Tesla
Il motore di Carr aveva solo due parti in movimento, come due coperture rotanti, una sull'altra, ognuna ruotante in direzione opposta. Carr affermava che “quando la controrotazione coincide con la rotazione in avanti, un corpo perde la sua polarità….e crea una specie di forza indipendente. Questo fa sì che la massa controrotante, sfugga al pieno effetto dell'influenza gravitazionale.”

“OTCarr: Molto semplice, possiamo volare a bassa velocità, 100 piedi per minuto o meno e possiamo appoggiarci gentilmente, perchè la nostra nave sfrutta i sistemi universali. Questa è una velocità relativa della massa inerziale attrattiva, diviene più leggera relativamente all'attrazione inerziale. Individualmente non p leggera, ha lo stesso peso di prima, ma quando raggiunge il punto relativo, diviene un sistema indipendente come lo è un pianeta.”

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.2989
“Chiunque può vedere che abbiamo due campi magnetici diversi, che funzionano assieme in questo dispositivo e il moto del disco superconduttivo viene causato da questi campi magnetici. Se ricordiamo il lavoro del Dr.Harold Aspden discusso nello scorso capitolo, possiamo vedere che facendo ruotare un magnete, sembra che la forza magnetica all'interno, si comporti come un fluido rotante, a differenza della nostra visione contemporanea sull'energia.
Nel dispositivo di Podkletnov, stiamo vedendo una riduzione diretta nella forza di gravità, dalla combinazione di magnetismo e rotazione.

La forza conosciuta come “Levitazione” spinge verso l'alto dalla Terra, allo stesso tempo in cui la gravità spinge in basso.

Normalmente la forza verso il basso è maggiore di quella verso l'alto.

L'equilibrio tra le due è quello che abbiamo chiamato “costante gravitazionale”.

Questo gioco di bilanciamento tra le forze, è la conseguenza naturale del persistente moto di respirazione che avviene in tutta la materia nell'Universo Conscio.
La gravità è azione verso il centro e, come suggerisce Walter Russell, quando il centro è raggiunto, si crea nuova materia ed energia che si muove verso l'esterno. Ecco un'altra area in cui le nostre comunità “extraterrestri” hanno fatto grandi progressi che noi non abbiamo ancora realizzato.

Se la forza di “Levitazione” con polarizzazione opposta dell'etere, esiste davvero come controparte della Gravità, allora può essere che il magnetismo e la rotazione del disco di ceramica superconduttiva di Podkletnov, stesse incrementando la forza di questo flusso ascendente, concentrandolo dall'etere circostante in un modo simile al laser

—————

Il tempo non esiste, è indipendente dalla forza dei campi magnetici dell'ambiente di cui si fa parte o che si misura. Il tempo nella materia principale (antimateria per voi) nella nostra misura è molto lento in certi punti anche se i suoi campi magnetici sono molto superiori rispetto al suo ultimo stadio nel suo ciclo di forza di campo. Il tempo diviene piu rapido muovendoci verso forze magnetiche inferiori, quando i sistemi dei campi hanno raggiunto spazi aperti e deboli del loro ambiente dato. Il tempo è anche espansione di velocita di rallentamento o perdita di forza nei campi variabili dell'ambiente. Per esempio mentre la materia principale si dispiega o rallenta verso forze inferiori, necessita di tempo infinito nella nostra scala di misura. Allo stesso tempo per la materia principale serve circa lo stesso tempo per riavvolgersi verso la stessa forza nel suo avvolgimento sferico.

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_01.htm
Come detto, i modelli di energia a spirale si svelarono agli occhi dell’illuminato prof. Kozyrev mentre si trovava nel campo di concentramento. La sua “conoscenza diretta” lo informò che questa energia a spirale era, in effetti, la vera natura e manifestazione del “tempo”. Naturalmente, egli trovò che la nozione di “tempo” che possediamo doveva essere qualcosa di più che un semplice calcolo di durata. Kozyrev ci spinge a tentare di trovare una causa per il tempo, qualcosa di tangibile ed identificabile nell’Universo che noi possiamo associare al tempo. Dopo averci pensato per un po’, possiamo concludere che il tempo non è nient’altro che un movimento a spirale. Sappiamo che stiamo tracciando un complesso modello di spirale attraverso lo spazio grazie ai modelli orbitali della Terra e del Sistema Solare. E adesso, lo studio della “temporologia”, o scienza del tempo, è sotto continua, attiva investigazione dall’Università di Stato di Mosca e dalla Fondazione Umanitaria Russa, ispirata dal lavoro pionieristico del prof. Kozyrev.

Un stella o un pianeta deve continuamente ricavare energia dal suo ambiente per riuscire a mantenersi in vita. Kozyrev ha fatto le stesse osservazioni a proposito del Sole negli anni ’50, concludendo che le stelle agiscono come “macchine che convertono il flusso del tempo in calore e luce”.

http://www.giulianaconforto.it/?p=1045
Incredibile, ma vero se cercate su Internet “Modello Standard” ne trovate di norma solo quattro. Perché? Perché l’antimateria crea il “problema” che le menti scientifiche non vogliono affrontare: il tempo. Le scienze non sanno che cosa è il tempo, ma si gloriano di misurarlo.
————-

Nel libro spiego come l'universo è creato e la teoria del big bang diviene uno scherzo. Spiego perche l'universo si espande dal centro all'esterno, mentre le materie principali nel centro si dispiegano e i loro campi si espandono all'esterno. L'universo non puo espandersi se non avesse avuto posto per farlo. Siamo quindi parte di una struttura superiore e nel tempo riusciremo a rivelarne il mistero, dato che abbiamo fatto i primi passi nei nostri libri e li faremo nel futuro.

L'espansione dell'universo è fenomeno naturale ed esso è parte di un universo piu grande assieme ad altri. Il nostro processo di comprensione della creazione non puo essere diverso da quello della creazione del plasma del protone e dell'elettrone dal decadimento del plasma del neutrone nei suoi sottocomponenti.
Il nostro universo è parte ed è creato dalla divisione o decadimento di un altro universo ed ecco perche osserviamo il suo dispiegarsi dalle materie principali nella mappa di radiazione cosmica wmap come pubblicato dalla nasa e vediamo che cresce e allo stesso tempo vediamo distribuzione omogenea del calore.

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm
LA STRUTTURA FRATTALE DELL'UNIVERSO
Quindi, mentre il Grande Sole Centrale rilascia sempre più la sua pressione di energia-materia lungo il piano ellittico, quantità incalcolabili di nuove “stelle primordiali” schizzano fuori lungo percorsi spiraliformi, formando i bracci di una gigantesca Super Galassia, che è il nostro Universo.

http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.965
Ricordo che ero molto giovane, probabilmente a circa sette anni, quando mi venne spiegato che l'Universo era come un grande pallone in espansione. La mia prima domanda fu: si espande in cosa? Certamente, se l'Universo si stava espandendo, doveva espandersi dentro un altro Universo, più grande di quello in cui siamo. Quindi di nuovo, se anche questo si stava espandendo, certamente doveva espandersi in uno più grande e così via

———————–

Se la teoria del big bang fosse corretta e l'universo fosse prodotto dal raffreddamento, piuttosto che dal suo dispiegarsi come suggerito da noi, allora l'universo secondo lo scherzo del big bang dovrebbe essere piu freddo in periferia e non osserviamo questo nella mappa.
Quindi questi campi magnetici principali si espandono all'esterno e le loro interazioni nel disco centrale dell'universo allo stesso tempo spiegano perche abbiamo un punto gravitazionale centrale in questo universo e perche questo universo gravita verso un dato punto all'esterno.

http://scienze.fanpage.it/prima-del-big-bang-un-altro-universo-identico-la-teoria-di-roger-penrose-divide-i-cosmologi/

Spazio e Tempo
di Roberto Paura
29 ottobre 2011
19:37
Prima del Big Bang? Un altro universo identico: la teoria di Roger Penrose divide i cosmologi

Siamo parte di una struttura superiore piu grande che ancora non capiamo.

L'universo è come il plasma del protone e la sua nascita è creata dall'interno verso l'esterno e non è coinvolto riscaldamento o raffreddamento e la materia non è creata per il raffreddamento dell'universo. La materia è creata come ho detto prima, per l'interazione di diversi campi magnetici in moto nell'universo in un certo punto nella dimensione generale dell'universo.

Come il protone o l'elettrone gravitano, cosi fa il nostro universo con la sua parte dell'universo originale da cui si è separato. Questa puo essere piu grande o piu piccola. Esso si dividera in universi piu piccoli in modo da mantenere bilanciamento di tutte le forze.
La nostra misura del tempo non c'entra con questo, le misure del vero tempo avverranno quando lo comprenderemo.
Cosi sono nate le stelle e sono stati creati gli atomi e come la vostra anima trova la sua posizione nell'universo.

http://www.keshefoundation.org/phpbb/viewtopic.php?f=9&t=20&p=5470#p5470