Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#93951

Geppo_il_Folle
Partecipante

[quote1348403243=InneresAuge]
[quote1348400674=Geppo_il_Folle]
No, io dico che gliela regalata [u]GIA[/u]', all'ONU e allla Casa Universale della Giustizia, ovvero, dal mio personale e discutibile quanto si vuole punto di vista, al NWO.[/quote1348400674]
Questo mi ha fatto cadere dalla sedia… Ma non aveva dato pubblico accesso dei brevetti e dati a tutti gli scienziati del mondo?

[/quote1348403243]
Mi sono espresso in un modo un pò impreciso e chiedo venia per questo.
Quando dico “già” non intendo adesso in senso letterale ma in senso virtuale.
La fondazione passerà a queste istituzioni al momento della morte di Keshe e quindi è “come se” la fondazione già appartenesse a loro.

Qui c'è un altro punto che proprio non mi torna.
Sappiamo, per espressa ammissione di Keshe, che questa tecnologia può anche essere usata come arma di distruzione di massa, “per commettere il più orrendo dei crimini” dice testualmente Keshe.

Ora, se questo è vero, come può avere rilasciato, pubblicandola in rete, tutto il know-how relativo ad essa?
In tal caso infatti (e si badi bene che io non questiono questo punto) esisterebbe già la concreta possibilità che qualcuno (o meglio, i soliti noti o i loro burattini travestiti per l'occasione da terroristi integralisti di qualsivoglia natura) la usi in maniera distruttiva.
Cosa accadrebbe in tal caso?
Si avrebbe l'opportunità per centralizzare l'uso della tecnologia per ovvie ragioni di sicurezza.
E chi verrebbe investito di questa responsabilità?
L'ONU ovviamente.
Il tutto nel classico schema PROBLEMA-REAZIONE-SOLUZIONE.

Capite adesso qual'è il mio problema con tutta questa storia?
E' che se dò per buone delle cose, e alcune cose le devo dare per buone per forza perchè le dichiara Keshe in persona, con un minimo di rigorosa logica arrivo a delle conclusioni pressochè inattaccabili e oltremodo inquietanti.

Prendiamo adesso un altro punto che si è un pò perso di vista e cioè il famoso o famigerato Ordine Esecutivo di Obama che metterebbe fuorilegge la tecnologia Keshe.

Ho letto quel documento e in esso non si fa alcun riferimento diretto o indiretto a Keshe e alla sua tecnologia.
Chi sostiene questa tesi è Keshe e non posso non rilevare una incongruenza mostruosa.
D'altra parte, usiamo anche stavolta un pò di logica, come può essere messa fuori-legge una tecnologia talmente sopraffacente?
Semplicemente non può perche non c'è alcun mezzo per far rispettare, e quindi applicare, la sua messa al bando.

Ancora prendiamo la Casa Universale della Giustizia.
In essa risiede il consiglio supremo della religione Bahai composto da 9 membri che, tra le altre strane cose, devono essere tutti di sesso maschile.

Lasciamo perdere la stupefacente quasi perfetta coincidenza tra il progetto di Nuovo Ordine Mondiale proposto dai Bahai e quello dei cosiddetti Illuminati che già di per sè avrebbe dovuto far suonare tutti i nostri campanelli d'allarme al di la dei bizantinismi e dei cavillosi distinguo tra un Nuovo Ordine Mondiale “buono” e uno “cattivo”.

La mia domanda è questa:
se questa istituzione piramidale non fosse già uno strumento nelle mani del NWO non è perfettamente logico che quest'ultimo, date le clamorose esternazioni di Keshe, faccia il possibile e l'impossibile per infiltrare e controllare questa istituzione?
E conoscendo il modo di operare e la straordinaria abilità dell'elite in questo campo non sarebbe per loro il classico gioco da ragazzi?

[quote1348403485=Richard]
Geppo ho capito che sei molto fermo su certe tue certezze che io non ritengo tali come la questione rettiliani e nwo
…..
Mi sta bene cercare la fregatura ma e divenuta una cosa maniacale
[/quote1348403485]

Ripeto ancora, le mie non sono certezze ma opinioni fondate su elementi, a mio avviso rilevanti, che indicano possibilità concrete.

Non cerco la fregatura in maniera maniacale, ho solo difeso ad oltranza delle possibilità che qualcuno voleva escludere a priori in maniera del tutto arbitraria con dei modi, beh, lasciamo perdere…