Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#94293
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1356180448=Rebel]
[quote1356126953=Hypercom]
Rebel, stò cercando di interpretare le parole di Keshe con il massimo di apertura mentale … si parla di integrazione del genere umano nella comunità universale, non ci possiamo permettere di passare attraverso questa fase di transizione senza un adeguato livello di nuove conoscenze tecnologiche …
La tecnologia sarà rilasciata quando avremo il consenso dei governi in modo da poter garantire la sicurezza e l'integrità finanziaria internazionale.

Mi viene in mente il presunto fuori-onda di Medvedev, “gli alieni sono tra noi” …
[/quote1356126953]
Io direi piuttosto che queste nuove conoscenze ci possono dare una mano a liberarci da una schiavitù della quale l'umanità non è pienamente cosciente, la tecnologia serve senza dubbio, la nostra liberazione deve avverire in due passi, il primo è quello di essere liberi interiormente, il passo successivo è quello esteriore e non sono certo i governi attuali che possono fare questo.

[/quote1356180448]
Capisco cosa possa significare avendo seguito gli sviluppi di Haramein
Nei video che potete vedere con la sua ricerca arrvia a concepire che la tecnologia dell'Arca fosse un “mini buco nero” in scatola. La riproduzione del ciclo di feedback toroidale tra elettromagnetismo e gravita nell'energia del vuoto.
Questa tecnologia sarebbe “auto-protettiva”, sarebbe una “coscienza in scatola” che si interfaccia con la nostra, quindi in passato avrebbero trovato mummie pieni di tumori perchè avrebbero tentato di usarla con scopi di distruzione e questi loro pensieri si sono riflessi su di loro.

Quindi sarebbe in realtà, riuscissimo a riprodurre questo, attivabile o avvicinabile solo da persone con una coscienza evoluta e controllata.
Avrebbe senso, in quanto se lo spaziotempo è una intelligenza diciamo, non permetterebbe l'uso del massimo potere tecnologico, ovvero controllo dello spaziotempo e della sua potenza energetica, per fini di distruzione assoluta, sarebbe una autoprotezione dello spaziotempo stesso diciamo..

Quanto dice Keshe potrebbe avere molto piu senso di quanto pensiamo ora, ma ipotizzando, non sappiamo se sia riuscito nella creazione più precisa di tale tecnologia cosciente dell'Arca.
Haramein arriva a concludere che siamo nel tempo del ritorno di tale tecnologia, ma dobbiamo stavolta svilupparla da soli.

Può essere che chi non è attivatore possa divenirlo, ovvero dovremmo praticamente apprendere ad interfacciare la nostra coscienza con tale nuovo (per noi) tipo di tecnologia, ha una sua logica alla fine.