Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#94422
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1356618350=orsoinpiedi]
Grazie Richard
I tuoi post sono sempre importanti per cercare di comprendere,anche per uno come me,perlomeno i principi fondamentali di queste teorie.
Come ti ho detto sono ignorante in materia, e se sbaglio perdonami,ma ho la forte impressione che queste teorie si rifanno molto a quelle che, a suo tempo,un grande scienziato italiano ha proposto.Mi riferisco a Marco Todeschini e la sua “Teoria delle Apparenze”.
cito da http://www.mednat.org/misteri/teoria_apparenze.htm
[/quote1356618350]
Esatto sono tutte teorie sulla stessa pista di indagine, una pista con radici millenarie in realtà ..non troverai il vero “primo” ad averla intrapresa
Anche Einstein:
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_01.htm

Tuttavia, nel 1920 Einstein afferma in realtà che “l’ipotesi dell’esistenza dell’etere non contraddice la teoria della relatività ristretta”. E nel 1924, scrive:

… nella fisica teoretica, non andiamo da nessuna parte senza l’etere, cioè un continuum di proprietà fisiche definite, in quanto la teoria generale della relatività (…) esclude un’azione diretta a lungo raggio; e ogni teoria a breve raggio assume la presenza di campi continui, e, conseguentemente, l’esistenza dell’”etere”. (grassetto aggiunto)

A fare luce sulla controversia storica dell'ultimo secolo circa l'uso della parola “etere” c’è il notevole libro di Ludwig Kostro, “Einstein and the Ether” (Apeiron, Montreal 2000), già menzionato nella Parte 1. Il libro richiama l’attenzione sui fatti seguenti:

(1) Einstein era continuamente preoccupato circa la più appropriata interpretazione da dare alla sua relatività generale;
(2) Einstein cambiò idea diverse volte sulla consistenza dello spazio fisico, passando da un risoluto rifiuto dell'etere ad una risoluta asserzione della sua esistenza come spazio fisico continuo (non costituito da componenti elementari);
(3) Dopo il 1920, la comunità scientifica ignorò quasi tutta l'attività di ricerca di Einstein, e gli ultimi interessanti suggerimenti dati da Einstein sono stati completamente trascurati.
http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.7552.8

http://itis.volta.alessandria.it/episteme/ep3-24.htm
Einstein and the Ether

Ludwik Kostro