Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#94668
camillo
camillo
Partecipante

Vi prospetto ora una problematica ipotetica.

Supponiamo che un uomo abbia in mano un generatore di corrente, in grado di generare dal “nulla” 10 kW di potenza e ipotizziamo che la sua INTENZIONE sia di dare a tutta l’umanità questo meraviglioso regalo.

Per prima cosa dobbiamo comprendere che potenzialità ha questo regalo.
Per chi non lo sapesse, ricordo che ci sono due grandezze fisiche da conoscere bene, Le loro unità di misura si assomigliano, vedremo che differiscono solo per un piccolo particolare.

La prima grandezza fisica da comprendere è la potenza, essa corrisponde a quanta energia è erogata in un secondo.

Per i più volonterosi preciso che l’unità di misura della potenza è il Watt (abbreviato con il simbolo W scritto maiuscolo). Un Watt corrisponde all’erogazione di un’energia di un Joule in un secondo (abbreviato con il simbolo J scritto maiuscolo)
Se diciamo per esempio che una lampada è di 25W significa che ogni secondo consumerà 25 J di energia.

Per coloro che veramente vogliono capire l’ordine di grandezza delle cose aggiungo semplicemente che se ho un motore che ha una potenza di 10 W significa quantitativamente che quel motore è in grado di sollevare quasi 1kg (in realtà sono 981,..g) por un dislivello di un metro ogni secondo.

Il Watt nella pratica quotidiana risulta una quantità troppo piccola quindi si usa il kW. Il prefisso k significa che quello che segue deve essere moltiplicato per 1000 Così per esempio: km significano 1000 metri, kHz significano 1000 Hertz, o kbit significa 1000 bit

In una abitazione che non abbia particolari la potenza elettrica disponibile e di 3 kW

Quando noi andiamo a pagare le bollette, non paghiamo la potenza ma bensì l’energia consumata. L’energia si misurerebbe in Joule ma è una quantità troppo piccola, in pratica si usa il kWh (sembra la formula di prima ma notate che è stato aggiunto una h finale). Un kWh significa che sono stati erogati 1000 Watt per un tempo di un’ora (h sta per ora che corrisponde 3600 secondi)

Il kiloWattora è quello che tutti i comuni mortali pagano all’Enel.
Il prezzo di ogni kWh cambia a seconda del consumo medio annuo.
Se una famiglia è bravissima è consuma poca energia in un anno può rimanere sotto la soglia di 1500 kWh in questa fascia nel 2012 il costo era 0,14 €/kWh

Se invece una famiglia consuma più di 7500 kWh in un anno il costo dei kWh oltre questa soglia era 0,23 €/kWh

Vediamo ora in soldoni quanti soldi fa risparmiare un generatore da 10 kW di potenza.
In un giorno fornirebbe 10kW x 24h= 240 kWh al costo medio di 0,2.. € fanno 50 Euro al giorno!!
In un anno sono 17500 Eu
Un bel regalo vero!
in seguito dobbiamo discutere di come, questo signore generoso, debba operare per dare a tutti questo regalo nel miglior tempo possibile e senza creare “traumi” nella società.

Detto questo riprenderò il discorso nei prossimi messaggi. Intanto come “zuccherino” vi ricordo quanto già postato in questo forum:

“…Sì, ma cos’è esattamente un “Pachacutiy”?» chiesi con molta curiosità.

«È un mutamento ciclico che l’uomo vive, ed è in relazione con l’attività delle macchie solari, che influenzano i pensieri e gli atteggiamenti dell’uomo. Il ciclo è parte di un’era. Ogni nuova era è il prodotto di una nuova configurazione cosmica, che influisce sulla terra e talvolta sugli esseri umani. Il passaggio da un ciclo all’altro a volte è doloroso, ma necessario per la nostra evoluzione. Di tutte le vecchie strutture che l’uomo ha concepito, alcune crollano, altre si trasformano e altre ancora rimangono.»

«Scusa la mia ignoranza» lo implorai «ma… non potresti spiegarmelo in modo più comprensibile?»

«Le grandi ere sono suddivise in periodi d’oscurità e di luce. In ognuno di questi periodi, vi sono cicli di trasformazione della durata di 500 anni. In questi anni, si produrrà un “Hatun Pachacutiy”, un cambio di era e di ciclo, un evento straordinario, in quanto si verifica solo ogni 12.000 anni e solo due volte durante la “Grande Era”, di 24.000 anni. Ora stiamo per uscire da un periodo di oscurità, per entrare in un periodo di luce. Questo periodo di buio, che ora sta morendo, ai suoi inizi ci ha portato a costruire una struttura di valori fondati sulla sopraffazione, i cui risultati sono noti: imperi nati con la violenza e la guerra, le civiltà del ferro, lo sfruttamento di pochi uomini nei confronti di molti altri, ridotti in schiavitù.”

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8284
ciao a tutti :bay: