Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#94760
camillo
camillo
Partecipante

Parli di questo Rebel?

Hai messo il dito nella piaga, Hypercom mi sa che il nocciolo sta proprio nella capacità di ionizzare.
Con la fusione fredda, avendo a disposizione idrogeno sotto campana a bassa pressione, ho provato a ionizzarlo con qualche migliaio di volt in continua; ebbene la cosa riusciva benino solo se la pressione scendeva sotto i 10-1 mbar. Non avendo una pompa molecolare non so come sarebbe andata la cosa a pressioni ancora inferiori.
Vi ricordo che l'alto vuoto parte da 10-3 in linea di massima.
La teoria dice che il cammino libero medio deve poter essere grande per avere facilità di vedere il plasma. Mi ricordo che, con le vecchie valvole, provviste di un ottimo vuoto, bastavano poche centinaia di Volt per vedere un bell'azzurrino dato dal plasma.
Mi sembra di ricordare che il libero cammino medio di un certo gas (non ricordo il nome ma credo che valga per tutti i gas) era di 3 metri a pressioni di 10-3 mentre diventava 3000 metri a 10-6.
Nel brevetto 117 keshe insiste continuamente proprio sul punto della ionizzazione forte, INDISPENSABILE (almeno ai tempi del primo brevetto) per scatenare la ripercussione a valanga negli altri gas.
In quasi tutto quel brevetto Keshe parla dell'elio liquido “stimolato” soprattutto con elementi radioattivi. L'elio così sovraeccitato emetterebbe radiazioni potenti in grado di eccitare tutto il sistema.

Sul punto della ionizzazione ci sarà molto da discutere e sperimentare.
Caro Pancia io dire che ti conviene partire con una tua sperimentazione a questo punto “val più la pratica che la grammatica”.