Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#94907
camillo
camillo
Partecipante

[quote1359543579=Tru]
Se potete provate questa semplice cosa il tempo sembra essere molto piu' lento mi sveglio prima della sveglia il tempo percepito sembra non passare mai. E' semplice prendete un uovo tagliatelo a meta' meglio potete, non ci interessa l'interno ma i gusci 2 mezze cupole rivestitele di carta d'alluminio all'esterno e mettete una calamita dentro abbiamo 2 cupole rovesciate che si attraggono …[/quote1359543579]
Sto provando, ma sai le sensazioni … sono per loro natura grandezze non fisiche, non misurabili. Il tempo poi è una grandezza fortemente variabile a livello percettivo. Potrei dirti che concordo con la tua sensazione ma molti diranno… è una suggestione.

Dove sta la verità? Il Fisico ti dirà che la verità sta nel misurare con l'orologio… Mmmm Secondo i miei coleghi il tempo vissuto dal bambino è lo stesso di quello dell'adulto. No! TUTTI noi abbiamo chiaro il ricordo di come un anno da bambini era un tempo immenso, ora da vecchi un anno è un… soffio.

Recentemente mi è capitato di comunicare con Keshe, ad un certo punto ho detto: “Ingegnere è da molti anni che aspettavo qualcuno che con autorevolezza dicesse apertamente che c'è un'interazione tra macchina e operatore, grazie per aver avuto il coraggio di dirlo.”
Keshe mi risponde: “Per forza! La macchina è dentro l'uomo.”
Più si interagisce con Keshe è più si ha la sensazione (ho detto sensazione non certezza) che il suo scopo non sia di dare l'energia gratis, curare le persone o aprire la via delle stelle, ma il suo vero scopo sembra essere: SCUOTERE LE COSCIENZE… RISVEGLIARE.

A prove stiamo quasi a zero, certo c’è il fenomeno della bottiglia di coccola ripetuto da molti, poi il la storia del drone, ma di BEN CONVALIDATO c’è poco. Servirebbe un reattore funzionante e visibile a tutti. Eppure, io sono certo che almeno la filosofia che sta mostrando è vera. Così, comunque vada finire questa faccenda, io sono molto SODDISFATTO di aver potuto esprimere finalmente in modo chiaro il fatto che l’osservatore influenza il fenomeno in misura tanto maggiore quanto più piccole sono le dimensioni.
Prima scrivevo su un altro forum Energeticambiente e ogni volta che cercavo di portare avanti questo aspetto della scienza ero “attaccato” dai ben pensanti.
Il bello è che neanche potevo dare loro torto in quanto a scuola io stesso insegno il metodo rigoroso della verifica, quindi da una parte creo certe mentalità dall’altra poi dico loro cose contrastanti.
In quel forum avevo postato due argomenti poco ortodossi, piazzati ai confini del forum e… “mal sopportati” da alcuni sapientoni tipo CICAP:
Esiste l’energia mentale? http://www.energeticambiente.it/ai-confini-del-forum/14738723-esiste-lenergia-mentale.html

Possibile applicazione dell’energia radiante (Tesla) per spiegare la fusione fredda. http://www.energeticambiente.it/ai-confini-del-forum/14749540-possibile-applicazione-della-oeteoria-radiantea-tesla-per-spiegare-la-fusione-fredda.html

Io sono CERTO che il futuro mi darà ragione. Caspita! Io HO VISTO LA SMATERIALIZZAZIONE fatta con il solo pensiero, dubbi 0,0000….

Da subito ho ipotizzato che la Fusione Fredda avesse una componente mentale. I primi esperimenti di Fleischman e P. erano stranamente ripetibili da loro (almeno in parte) e pochissimo o per nulla ripetibili dagli scettici.
Mmmm mi dissi, qui “attivatore” ci cova.
Ancora adesso sono convinto che A. Rossi abbia una ripetibilità variabile a seconda dei presenti; per fortuna ha venduto per primi li E-CAT da 1MW fatti da centinaia di piccoli reattori, quindi statisticamente finisce che la maggior parte funziona. Poi quando le persone si saranno CONVINTE del buon funzionamento della cosa, l’attivatore che è in ognuno di noi agirà da catalizzatore inconscio. I dubbi scenderanno a zero e tutto funzionerà.

Dopo aver letto Keshe, mi sembra scontato che il fenomeno LERN sia un sottoinsieme particolare del fenomeno plasmatici. Nel LENR occorre che il gas idrogeno sia molto mobile la mobilità estrema all’interno dei cristalli di nichel unita al magnetismo del nichel e la probabile ionizzazione data da elementi un po' radioattivi come il Potassio, porta a creare la parziale disgregazione della materia con creazione di quasi materia PME riprogrammabile.

Per concludere ho notato le forti correlazioni tra Ighina e Keshe come aspetto teorico. Con un paragone molto fantasioso si potrebbe dire che Ighina sta a Keshe come Giovanni Battista stava a Gesù (Behh… spero che non si offenda nessuno è solo un paragone)

Ecco qui un nuovo filmato su Ighina. http://www.youtube.com/watch?v=zNFfAvaP63Y