Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#94965
camillo
camillo
Partecipante

Vorrei qui proporre queste due informazioni a titolo sperimentale di verifica di quanto da me asserito nell'ultimo post.
Poi, fra qualche tempo, se finalmente sarà dato l'accesso all'impianto Hot-Cat e verificato il suo funzionamento riprenderemo questo discorso.

caso1°
Prove con Nichel+Idrogeno + ricercatori non convinti =…. ecco il risultato.
In Svezia, paese molto caro ad Andrea Rossi, un team di scienziati finanziati dalla Defence Materiel Agency (FMV) ha portato avanti una serie di esperimenti con nickel e idrogeno nel tentativo di riprodurre quelli condotti da Rossi e Focardi descritti nella rivista Ny Teknik.

Purtroppo l’esito e’ stato tutt’altro che incoraggiante. Nel rapporto redatto dai tre scienziati in questione (Abraham Langlet, Curt Edstrom e Jan ErikNowacki) si sostiene addirittura che nel corso degli esperimenti non e’ avvenuta nessuna reazione positiva.

(Gli svedesi hanno provato in tutti i modi possibili, varia granulometria, varie pressioni, varie temperature, e… per quello che ho sperimentato io avrebbero dovuto vedere qualcosa, anche senza catalizzatore, soprattutto con nanopolveri sottili)

Caso 2°
Rossi invece rilancia, e con lui funziona tutto o quasi tutto.

Frank Acland, di e-catworld.com, ha inoltrato ad Andrea Rossi una serie di domande attraverso il blogtenuto da Rossi  sul Journal of Nuclear Physics.
E Rossi, sempre lieto dell’interesse di Acland e dei suoi lettori, anche questa volta ha risposto.
Come di consueto lo stile usato e’  estremamente asciutto e conciso, e immancabile e’ stato anche il riferimento alla riservatezza di alcuneinformazioni.
Ecco i sei interrogativi posti da Acland:
1. l’importanza ai fini commerciali dell’esito dei test che terzi stanno svolgendo.
2. Il partner americano: sara’ coinvolto nella commercializzazione della tecnologia di Rossi al di fuori degli Stati Uniti?
3.  Che tipo di societa’ e’ quella del partner americano (public company?).
4. A che punto e’ la richiesta di certificazione di sicurezza dei primi impianti industriali in Europa e negli USA.
5. Lo stato di produzione del primo impianto non-militare a bassa temperatura.
6. A che punto e’ la produzione del prototipo dell’hot cat.
Le risposte di Rossi , come dicevamo, estremamente essenziali, son state queste:
1. non sono collegati.
2. Si.
3. Riservato
4. Abbiamo gia’ ottenuto la certificazione di sicurezza
5. Quasi completato.
6. Avanzata, gia’ in fase di collaudo.
Chiaramente, ancora una volta, bisogna fidarsi delle parole di Rossi, poiche’ al momento non abbiamo modo di verificare le sue affermazioni

Se le situazioni si rivelassero entrambe VERE, come concigliarle?
Vorrei invitare i lettori a cominciare a porre attenzioni su tutti i fenomeni Free Energy e provare a ipotizzare la componente umana. Sapeste quante, quante cose tornano con questa spiegazione ipotizzata