Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#95100
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1383224664=Richard]
[quote1382995383=camillo]
1 considerazioni sulla teoria pubblicata da Keshe nel primo libro.

Quello che sto per dire è una mia personale interpretazione del primo libro di Keshe.
Provo a riassumere il più sinteticamente possibile i tre punti salienti.

..

2° postulato: Quando il protone (o altra particella) viene penetrato e aperto in modo “dolce” (Keshe usa questo termine) esso si apre mostrando tre componenti. E' come aprire un barattolo usando un opportuno apriscatole, il contenuto si mostrerà integro e vedremo ciò che sta dentro. C'è una bella differenza da quello che facciamo normalmente con gli acceleratori nucleari, lì è come sparare con un grosso cannone contro un barattolo che non riusciamo ad aprire altrimenti; certo quello che rimane dopo la rottura è un insieme caotico di cocci mescolato ai resti del nostro proiettile.
Se paragoniamo il protone ad un'automobile possiamo dire che essa contiene tre individui che Keshe chiama materia, antimateria, materia-oscura, il punto è che per vederli dobbiamo aprire la porta dell'auto e farli scendere integri, se invece spediamo la macchina ad alta velocità contro un muro troveremo… polpette.

3° postulato: [color=#ff0000]Una volta aperti i modo dolci molti protoni, le tre componenti che le formano sono libere di riaggregarsi in modo differente, più conveniente per loro.[/color] Sono le condizioni ambientali a determinare il risultato finale. Come dire che se per esempio apriamo 10 automobili ne usciranno 30 individui (tre per ogni auto) ebbene se le condizioni ambientali lo permettono questi trenta individui potrebbero decidere di stare insieme quindi ripristinando le condizioni ambientali normali ci troveremo ad avere una corriera con 30 individui anziché le 10 auto di partenza…
[/quote1382995383]

Alcune fonti da Wilcock

PREMESSA
D- Quell’unica sostanza vibra a livelli dinamici differenti, e suono, calore, luce, elettricità sono ciò che quell’unica sostanza effettua per mezzo di livelli specifici dell’Unica Energia, e non c’è differenza fra una cosa come l’elettricità e, diciamo, il ferro, salvo per la velocità dell’effettuazione. E’ un’affermazione corretta ? R- Affermazione corretta
http://www.edgarcayce.it/media/vitamanifest.htm

—-
prossimo estratto da Physics News suggerisce che due predominanti [color=#ff0000]densità diverse di etere[/color] (leggi “materia oscura”) sono all'opera nelle galassie e nei supercluster. Non è necessario che il lettore comprenda per intero il paragrafo, ma semplicemente la parte evidenziata:

http://newton.ex.ac.uk/aip/physnews.259.html#

LA MATERIA OSCURA, COME QUELLA LUMINOSA, E' GERARCHICA. Cioè essa si aggrega a livello galattico e al livello di raggruppamenti di galassie. Questa visione si basa sulle nuove osservazioni effettuate con il telescopio orbitante giapponese a raggi X, ASCA, che ha registrato emissioni di raggi X provenienti dal gas nel gruppo di galassie Fornax (Y. Ikebe e altri, Nature, 1 Feb. '96). La densità della materia oscura in qualsiasi posizione, si deduce dalla densità del gas bollente (fino a 10**8 K), che probabilmente è mantenuto in equilibrio dall'influenza gravitazionale dell'invisibile materia oscura che lo circonda. Gli scienziati ASCA suggeriscono che una spiegazione delle loro misurazioni sia la presenza di due tipi diversi di materia oscura. Questo si rifà ad alcuni modelli cosmologici ibridi che propongono che la materia oscura fredda (assioni) influenzi le relazioni a livello galattico e la materia oscura calda (ammassi di neutrini) a livello di raggruppamenti (Science News 10 Feb. '96) [corsivo e grassetto nostri]

Quello precedente è solo uno dei tanti pezzi del puzzle che suggerisce che due principali forme di “etere” (materia oscura) siano all'opera nell'Universo

http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_06.htm
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_02.htm
Alcuni scienziati come Mishin, Aspden, Tesla e Keely hanno scoperto, indipendentemente gli uni dagli altri, che l’etere è suddiviso in differenti livelli di densità. Apprendiamo da queste scoperte che le qualità della materia e dell’energia saranno differenti secondo la densità, cosa che comporta un cambiamento nelle leggi-base della fisica per ogni livello di densità raggiunto. Parleremo brevemente delle loro scoperte per inserire le loro argomentazioni nel giusto contesto.

Prima di tutto, il dott. A.M. Mishin di S. Pietroburgo, Russia, ha condotto misurazioni molto approfondite per lunghi periodi di tempo nel suo laboratorio, ed ha dimostrato che l’etere esiste simultaneamente in diversi stati, e che lo stato che si rileverà dipende dal tipo di turbolenza disturbante che si crea. Queste scoperte sono state fatte con misurazioni prese per mezzo di sistemi elettromeccanici auto-oscillanti, simili ad alcuni schizzi di Kozyrev, con in più un celato ‘componente nascosto’, più adatto a rilevare onde di torsione da sistemi biologici che da sistemi inorganici. ..

[/quote1383224664]
Qualcosa riguardo il lavoro di Mishin

http://www.galactic-server.com/radio/mi-paper.htm
The Ether Model as Result of the New Empirical Conception
Mishin A. M.

Academician of International Academy of MegaSciences
Asafiev Str., 2-1, kv.179, Sankt – Petersburg , 194356, Russia

http://translate.google.it/translate?hl=it&sl=en&tl=it&u=http%3A%2F%2Fwww.galactic-server.com%2Fradio%2Fmi-paper.htm
Molti enigmi dell'universo possono essere risolti con l'applicazione di una nuova metodologia in linea di massima per gli studi sperimentali. Un laboratorio mock-up del dispositivo fisico simulando sistemi biologici a livello delle percezioni dell'etere è stato costruito..