Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#95219
Hypercom
Hypercom
Partecipante

[quote1389636263=camillo]
[quote1389600006=Richard]
..
è necessario sapersi adattare ai cambiamenti
e questo passaggio farà il suo corso, il come sarà un processo che si svelerà e lo apprenderemo..
..
[/quote1389600006]

Il cambiamento ormai è necessario, e quindi ci sarà inevitabilmente.
Però le preoccupazioni espresse sul fatto che l'umanità NON è pronta hanno un BUON fondamento. Direi però che se aspettiamo che tutta l'umanità sia pronta… non ci arriveremo mai. In questa epoca di cambiamento enorme con l'apertura del “Grande Portale” si sono incarnate moltissime anime evolute, poi ci sono associazioni più o meno segrete o fantasiose se preferite come “gli illuminati” (sul piano fisico), “La fratellanza bianca ” (sul piano astrale), i “Lyricus degli Wingmakers” (sul piano extraterrestre e temporale) ecc. Certo niente di verificabile, ma in questo campo le cose sono verificabili spesso a POSTERIORI.

Vorrei ribadire qui un concetto già espresso precedentemente, l'energia ricavabile col nucleare va a pescare nei fortissimi campi coesivi all'interno dei nuclei ed è diciamo UN MILIONE di volte più intensa della più potente della chimica; l'energia chimica opera con i campi coesivi esterni al nucleo. Proprio ora stiamo vivendo FUKUSHIMA e scopriamo che, per quanta conoscenza crediamo di avere, il controllo di queste energie può sempre sfuggire e il rischio è ENORME, troppo, troppo elevato.
Ora siamo alle soglie di utilizzare l'energia che sta dentro le particelle che formano i nuclei cioè il neutrone, protone ed elettrone.
Questo campo che rende coesivo e stabile questo tipo di particelle è UN MILIARDO di volte più potente delle reazioni chimiche, e MILLE VOLTE più potente dell'energia nucleare. Un errore nell'uso di questa tecnologia sarebbe CATASTROFICO per l'intera Terra.

Catastrofi tipo Atlantide insegnano.
Cosa fare allora? Io rallenterei ancora un po' e mi muoverei così:
1° potenziamento fotovoltaico, eolico, maree.. in maniera MOLTO più marcata.
2° RICICLAGGIO spinto, smettere con il consumismo ma creare prodotti che durano a lungo e riciclabili, questo aiuta molto a creare un senso di rispetto per la madre TERRA. Ci sono situazioni assurde per cui città intere soffocano nell'immondizia quando sappiamo che il 63% della spazzatura in peso è organico. Occorre differenziazione che coinvolga con le buone o con le cattive il cittadino. Quindi più del 60% del problema si risolve con il COMPOST da organico ci sono accorgimenti riguardanti la cattura degli odori inerenti che permetterebbero di realizzare strutture di compostaggio ovunque.
3° La nuova fonte di energia cerchiamola in qualcosa di un po' meno pericoloso, LA FUSIONE FREDDA va bene.

La fusione fredda sta andando a rilento ma c'è.
Da quello che si deduce la produzione di calore intorno ai 100° dovrebbe essere acquisita con COP 6 (entra 1 di energia elettrica ed esce 6 di calore)

Per la produzione di energia elettrica vediamo come stanno le cose:

11 gennaio, 2014 alle 11:08
Caro Andrea Rossi,
Avete fatto alcun test del gatto caldo con le turbine per generare energia elettrica?
Auguri,
Frank Acland

Ecco la risposta di Rossi
11 gennaio, 2014 alle 13:36
Frank Acland:
Non ancora. Stiamo continuando la nostra R & S e di convalida e passeremo per l'accoppiamento con turbine a quando avremo risultati positivi consolidati alla fine di questa R & S e fase di validazione. Ricordate che i risultati potrebbero essere negativi.
Warm Regards,

Quindi di strada da fare ce n'é. Occorre pazientare.

[/quote1389636263]
Aggiungiamo pure alle cose da fare la mobilità elettrica, ridurre l'inquinamento in città, meno rumore, città più vivibili, più pulite … non dimentichiamo che il futuro della mobilità è puro elettrico, il litio è il carburante del 21.o secolo.