Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#95289
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1395003759=farfalla5]
Sono d'accordo con Hyper, ha ragione. Pensateci cosa succederebbe se in questo momento rivelassero al mondo che esiste un energia illimitata….con il grado di coscienza in cui si trova la maggior parte di gente. Sarebbe un disastro.
[/quote1395003759]
Invece può essere tutto l'opposto
Un fatto certo è che siamo gia nel disastro in poco più di 1 secolo di uso di carburanti fossili

Oggi i combustibili fossili provvedono a poco più dell’85% del fabbisogno energetico mondiale: di questo il petrolio contribuisce per il 40%, il carbone per il 26% e il gas naturale (in forte crescita di consumo) per il 23%.[6][7] Un ulteriore 7% viene ricavato dall’energia nucleare; a questo proposito si osserva che per quanto l'uranio non possa essere considerato un combustibile fossile, come fornitore di energia faccia parte delle risorse naturali limitate e non rinnovabili.
http://it.wikipedia.org/wiki/Combustibili_fossili

La combustione dei combustibili fossili genera acidi solforici, carbonici, e nitrici, che cadono sulla Terra come pioggia acida, che incidono negativamente sia sulle aree naturali che sull'ambiente costruito. I monumenti e le sculture in marmo e in pietra calcarea sono particolarmente vulnerabili, poiché me gli acidi sciolgono il carbonato di calci.
I combustibili fossili contengono anche materiali radioattivi, principalmente l'uranio e il torio, che vengono rilasciati in atmosfera. Nel 2000 , circa 12.000 tonnellate di torio e 5.000 tonnellate di uranio sono state rilasciate in tutto il mondo dalla combustione del carbone.[14] Si stima che nel corso del 1982, la combustione del carbone statunitense abbia rilasciato nell'atmosfera 155 volte la radioattività rilasciata nell'atmosfera dall'incidente di Three Mile Island.[15]..