Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#95310
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1395162094=camillo]
[quohte1395141496=Rebel]

Ora vediamo cosa dice mister K, facciamo un alto vuoto dentro un ambiente chiuso (la sua sfera magica), ci mettiamo un po di atomi di idrogeno, Argo Neon ed Elio, e li facciamo girare dentro la sfera proprio come dentro un frullatore, secondo la sua teoria, dato l'alto vuoto le particelle invece che urtare violentemente una con l'altra, data la bassissima pressione come per incanto si sbucciano (come delle arance) e riescono a liberare la loro energia interna interagendo tra loro in qualche modo creando un plasma a bassa temperatura, con qualche strano effetto.

[/quote1395141496]
Ciao Rebel,
bella immagine che spiega benissimo i concetti espressi da Keshe.
In mancanza di una verifica tangibile limitiamo ci a considerazioni generiche per vedere almeno le possibilità teoriche.

Una delle caratteristiche della materia è la COESIONE. Questa caratteristica si può vedere in ogni cosa, le forze che la realizzano però cambiano.
Così abbiamo che:
la coesione delle Galassie è data da un super-buco-nero al centro, ed è di tipo gravitazionale,
la coesione del sistema solare è ancora la gravità della stella al centro del sistema,
la coesione di una molecola e di un atomo è data dalla forza elettrica, che ha un gradiente d'intensità di miliardi di volte superiore alla forza di gravità.
Quando poi guardiamo il nucleo atomico esso è coeso da un altro tipo di forza che definiamo nucleare, essa ha pure un gradiente di intensità di molti ordini di grandezza superiore a quella elettrica.

Ora guardiamo i due estremi e chiediamoci chi tiene unito l'universo? E cosa tiene coese le particelle elementari (protoni, elettroni, neutroni).

Le recenti scoperte hanno messo in luce che l'universo non appare coeso da un ultra_super_buco_nero, ma sembra comparire una struttura anomala che crea tale coesione. Le ultime scoperte hanno evidenziato che le galassie ACCELERANO verso l'esterno.

[/quote1395162094]
Così se comprendiamo davvero che l’Universo è una Super-Galassia, allora la nostra prossima domanda è se esso possieda anche una Sfera niversale con un asse centrale. La Teoria dell’Universo Anisotropico di Borge Nodland e John Ralston in realtà rivela proprio questo. Assi hanno scoperto che i campi di torsione che esistono in tutto l’universo, che nel loro cammino causano naturalmente la rotazione delle particelle, non sono uniformemente distribuiti, ma piuttosto formano un Asse Universale (La parola “anisotropico” significa “non uguale in ogni direzione”). Nodland e Ralston hanno scoperto che più vicina una particella nello spazio è a questo Asse Universale, maggiore è il movimento spirale torsionale che sperimenterà lungo il suo cammino; è un effetto sottile ma piuttosto apprezzabile. Come scrivono P.F. Schewe e B.Stein in Physics News Update:

Questo articolo non solo supporta l’idea di un Asse Universale, ma anche di “muri di dominio”, come abbiamo appena detto. Così hanno dimostrato
Che l Universo deve anche essere circondato da un campo di energia in forma di toroide sferico: una sfera con un asse nord-sud centrale.
http://www.stazioneceleste.it/articoli/wilcock/wilcock_TDC_07.htm

http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.8795

Forse l universo è una immensa galassia con al centro l occhio del ciclone e la rotazione è strettamente legata alla struttura prodotta nella distribuzione della materia in esso

Nel modello di atomo come mini buco nero seguito anche da haramein la forza nucleare forte che tiene assieme il nucleo e che non ha una fonte spiegata dal modello standard puo essere sostituita dal moto vorticoso dell energia del vuoto che crea torsione sullo spazio quindi la teoria per cui la gravità a livello atomico è estremamente debole puo essere un grosso errore il protone sarebbe un vortice nell energia del vuoto, scoperta ma messa sotto il tappeto

La questione del redshift e discutibile e forse piu che espandersi l universo ci muoviamo verso l esterno o l interno di un flusso toroidale o vortice universale trasportati dallo spazio stesso