Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#95335

Rebel
Partecipante

[quote1396384069=camillo]
Caro rebel,
a me NON viene il dubbio, nel senso che io avevo aperto una finestra di disponibilità e di accettazione, ma finché non vedo prove certe rimango delle mie idee iniziali. Il dubbio arriva quando prima ci hai creduto.
Nella fase iniziale faccio l'ipotesi che quello che dice sia vero e mi muovo di conseguenza, ma ovviamente resto in attesa della verifica.
Inoltre direi che alcune cose strane sono state viste, tipo l'esperimento della cocacola, o la stranissima incrostazione formatasi attorno al reattore, o comunque le guarigioni, inoltre la teoria è… MOLTO interessante e fa quadrare un sacco di fenomeni, direi che è l'abbozzo del primo ponte tra teorie scientifiche della Fisica e teorie esoteriche alchemiche.

Il soggetto Keshe va inquadrato in un'altra veste, egli è un essere duplice, spero converrai con me che è un “medium” e che quello che dice è un miscuglio tra realtà fisica e realtà “astrale” o eterica.

Se tu avessi conosciuto Pier Luigi Ighina vedresti strane similitudini, almeno per me è così.
Ighina si muoveva sul piano “astrale” alla grande. E' lì che il suo messaggio comincia ad avere un senso e una coerenza.

L'umanità per il momento è lontanissima da questo sapere. La fisica lo ignora completamente e per giunta CHIUDE le porte.

A mio parere coloro che hanno compreso maggiormente il messaggio di ighina sono i “ritmici” (così si definiscono).
http://mastergrace.weebly.com/

Essi hanno preso coscienza degli aspetti occulti della questione, cogliendo l'aspetto alchemico, inteso come capacità di operare fenomeni con la mente, usando però anche strumenti tecnici di aiuto. Strumenti che vanno visti come un rituale induttivo piuttosto che come qualcosa di meccanico e ripetibile.

Per capirci, per esempio il “microscopio lenticolare di Ighina” per me, dopo attenta analisi e soprattutto rivedendo l'intervista che ho fatto con lui, mi risulta chiarissimo che Ighina suggerisce che occorre attivare la vista “astrale” per poter usare quel tipo di strumento. Quindi lo strumento ha validità ZERO per chi non ce la fa, ma nello stesso tempo potrebbe dare un grandissimo aiuto alle persone “dotate”.

Tutto ciò che riguarda Ighina è così: assurdo, falso o vero dipende da come si guarda.
Rimane invece un grosso punto di domanda: perché questi individui raccontano mezze verità?
Non sarebbe più semplice dire pane al pane e vino al vino?

Per me Keshe è simile a Ighina, anche se quello che sto per dire è poco scientifico, posso dirti che ho fatto delle ricerche sul piano astrale e lui risulta della categoria Ighina ti ricordo che era di questa categoria anche il GRANDE TESLA.

Per concludere, osserva il motore Tesla Free energy citato due post fa, poniamoci alcune domande:
1) lo hanno fatto funzionare? risposta Sì! (al 95% è così)
2) altri con l'identico progetto lo faranno funzionare? risposta… Forse Sì e forse No! (dipende)
3) da cosa dipende? risposta … dalla “fede” ed energia eterica” dei costruttori (risposta assurda sul pian della fisica classica, risposta logica sui piani sottili)
4) come andrà a finire? risposta… probabilmente la ripetibilità sarà scarsa e quindi il fenomeno pur esistendo non servirà. La Fisica seleziona ed utilizza solo fenomeni ripetibili da tutti, cioè oggettivi.

La nuova era entrante con l'apertura del “grande portale” è così, mezzo e mezzo; occorrerà imparare a mescolare le due cose. Anticamente esistevano grandi personaggio detti “attivatori” che realizzavano questa dualità, potevano essere Gran sacerdoti, Faraoni, profeti ma, a parte l'era Atlantidea erano comunque casi isolati, mosche bianche che apparivano come semidei. La nuova era costringerà l'umanità ad un cambio di mentalità per il momento inimmaginabile.
[/quote1396384069]

Caro Camillo

Posso essere d'accordo su tutto, o quasi, dato che veniamo da scuole molto diverse, ma non possiamo NON notare una enorme differenza tra il nostro Keshe e come hai citato Ighina e Tesla. Io penso che al momento paragonare queste figure non sia corretto.
Non paragonerei nemmeno Ighina a Tesla per dirla breve, avevano un approccio molto diverso nelle realizzazioni pratiche e basi scientifiche, se vogliamo Ighina era troppo avanti ed'era considerato un folle, mentre Tesla era molto più collegato alla tecnologia del tempo ma era sconveniente per certe lobby.
Erano due scienziati molto diversi ma almeno loro ci hanno fatto vedere una marea di apparecchiature in funzione, mentre del nostro mister K nessuno ha mai visto niente di niente, io aspetto ancora fiducioso e, come ho scritto in precedenza sono pronto a rimangiarmi tutto ( cappello compreso :ave: ) ma fino ad allora per me rimane solo un “conferenziere”.