Rispondi a: Keshe Foundation

Home Forum PIANETA TERRA Keshe Foundation Rispondi a: Keshe Foundation

#95341
camillo
camillo
Partecipante

Novità dal fronte Keshe

Il referente principale in Italia di Keshe ha pubblicato nel suo sito ICONICON
Questo messaggio con i filmati che trovate qui:

http://www.iconicon.it/blog/2014/04/11209/

Da oggi la Fondazione Keshe e Starship Institute attraverso Live-stream e YouTube metteranno a disposizione tutte le prove in diretta on line per tutti i nostri sostenitori in tutto il mondo così da monitorare, imparare e insegnare.
Oggi inizieremo a caricare i primi reattori per la formazione della stella per sollevamento e movimento utilizzando materiali non nucleari e si potrà guardare ogni minuto della prova, 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana.

Ora portiamo la tecnologia spaziale, il suo successo e gli insuccessi a casa vostra e, così come apprendere, è possibile guardare e addirittura consigliarci.
Abbiamo bisogno di tutte le 24 ore di orologio per il funzionamento dei sistemi, di modo che mentre in Europa è notte, le persone di tutto il mondo possono monitorare progressi e problemi, ed è possibile osservare il movimento e la magnetosfera formarsi dal vivo, e si può guardare le riduzioni di peso in formazione e se siamo corretti nella procedura possiamo guardare il primo sollevarsi dei sistemi insieme.

Questo è uno sforzo internazionale, e c’è bisogno di tutti noi per portare questa tecnologia sulla frontline della scienza.
Il laboratorio dello Starship Institute da oggi appartiene ed è aperto all’umanità, si vedrà come operiamo, come lavoriamo insieme e potrete unirvi a noi nello sforzo.
Diamo il benvenuto a tutti voi che siete interessati al nostro lavoro, diamo il link al livestream video da inviare ad ogni individuo che conoscete sulla terra, per oggi cambiare il corso dell’umanità attraverso la collaborazione dei tutte le persone di questo pianeta che unite si rendono conto che non c’è spazio per contenere le informazioni e che le informazioni su questi test diventeranno la fonte di vita e di progresso per l’uomo nel futuro.
Ringrazio tutti i cercatori di conoscenza per aver approntato i loro sistemi questa settimana per iniziare le prove, le squadre italiane che ci hanno sostenuti per l’anno passato così da essere in grado di raggiungere questo obiettivo, e ringrazio i politici italiani e gli scienziati che ci hanno sostenuto per raggiungere questo punto.

In questi test come il video è stato rilasciato dai cercatori di conoscenza ieri, useremo due reattori da astronave sviluppati in Iran dagli scienziati iraniani in conduzione con MT Keshe nel 2008.
[u]Questa è la prima volta in cui stiamo dimostrando la tecnologia spaziale iraniana in pubblico. [/u]
Dal momento che una nazione pacifica come l’Iran ha avuto e sviluppato queste tecnologie da allora e adesso stiamo mettendo sistemi internazionali costruiti da diversi scienziati di tutto il mondo sullo stesso piano nel laboratorio dello Starship Institute per portare il sogno della umanità fino al punto di volare in modo protetto e senza bruciare alcun combustibile.

Abbiamo reattori di cui quattro diversi componenti dei sistemi iraniani, un reattore realizzato in Belgio per i sistemi energetici, un reattore in ceramica proveniente dal Belgio, un sistema slovacco, uno dei sistemi Iranain-Belgio e tutti questi sono gestiti da knowlwdge seekers provenienti da Giappone, Repubblica Ceca, Congo Belga, un Americano Arminiano, da Spagna, Belgio e infine dal team iraniano dell’Istituto.
MT Keshe 

Mi sembra uno sbilanciamento notevole. Posso confermare che i filmati si riferiscono proprio al luogo dove opera e dove io stesso sono stato parecchie volte. Ho preso in mano alcuni di quei reattori che vedete.
Quindi c'è della realtà sotto. Recentemente il gruppo italiano un dinamometro elettronico sofisticato che opera in lettura continua senza spegnersi.
Questo è stato fatto perché il gruppo ha deciso democraticamente di concentrarsi più sull'aspetto gravitazionale che su quello della produzione di energia.

Se, dico SE, (io non l'ho ancora visto sotto controllo adeguato) si riuscisse a dimostrare che inequivocabilmente il peso cambia… beh direi che è più che sufficiente a scatenare un putiferio scientifico.
Su questo Keshe è sempre molto tranquillo e sicuro di sé.

Le mie sensazioni mi dicono che le teorie da lui esposte nel primo libro sono OK, io credo che l'apertura del “grande portale” passerà per quel sapere.
Tuttavia le sensazioni sono spesso fallaci, il metodo scientifico IMPONE ovviamente fatti VERIFICABILI e non solo teoria.

Una conferma indiretta che per me ha un certo valore è data dal deposito che si crea sul reattore
di questo filmato:

Ho avuto la possibilità di averlo in mano e di osservarlo attentamente. aveva una incrostazione globale strana, veramente strana. In parte era sollevata e aveva uno spessore di mezzo millimetro. Il colore dominante era il verde rame ma c'erano strane striature. Non l'ho toccata su raccomandazione di Keshe che sostiene che presenta una certa pericolosità non meglio definita.
La formazione di questa incrostazione è stata vista da alcuni componenti del gruppo nelle varie fasi di formazione. Per la prima volta in Belgio. Insomma direi che è difficile pensare ad un taroccamento ad hoc per elettrodeposizione, sinceramente la escluderei però prove certe non ne ho; quello che mi preme dire invece è che questa incrostazione è in perfetto accordo con quello che so sulle teorie orgoniche. Vedere altra discussione in questo forum “free energy”. Lì accenno al fatto che quando si spostano le energie orgoniche-eteriche da un punto ad un altro, gli oggetti a cui si è rubata o scompensata l'energia tendono ad riequilibrarsi, “succhiando2 l'energia dalla materia circostante.
Ebbene Keshe sostiene che nel reattore una infinitesima quantità di materia in stato di vuoto si espande impercettibilmente, rammollendosi, esiste poi uno strato in cui ci sono degli urti che aprono dolcemente le particelle che passano da uno stato materiale ad uno stato di puro campo. I campi si riaggregano poi formando nuova materia. In queste transizioni esistono dei momenti di squilibrio energetico, per l'istante in cui esiste VIENE richiamata energia eterica compensativa anche dall'esterno ed è questo che fa depositare quella crosta. tuttavia si tratta di un materiale non ben stabilizzato etericamente che potrebbe tentare di “succhiare” energia eterica da chi la tocca, in quanto sta cercando di equilibrarsi. Conoscendo da tempo la teoria orgonica mi sono molto stupito di come il comportamento si conformasse a ciò che sapevo. Se pur indiretta direi che per me è una prova che Keshe ha veramente in mano qualcosa di interessante