Rispondi a: ENERGIA RADIANTE

Home Forum PIANETA TERRA ENERGIA RADIANTE Rispondi a: ENERGIA RADIANTE

#95830
Richard
Richard
Amministratore del forum

guarderò il video con calma.. intanto:

https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.727
Tutte le nostre teorie convenzionali sul magnetismo e l'elettricità hanno loro origine nei modelli eterici, dato che molta della ricerca venne fatta nel 1800 quando questi modelli erano in voga. Le “linee di flusso” formate dalla forza prodotta da un magnete, che discuteremo, una volta si pensava che rappresentassero una sostanza fisica che poteva essere “tagliata” e controllata.

Benchè i modelli eterici possano suggerire che i magneti catturino energia dallo stesso etere, i fisici credevano ancora che la forza creata da un magnete esistesse nello stesso magnete, non come forza concentrata dall'energia circostante dello “spazio vuoto”.
Questo punto di vista non è cambiato da quando è stato formulato, comunque suggeriremo che possa essere in errore e il modello eterico ci fornisce una perfetta alternativa.

..
5.7 Il mito del taglio di flusso

Quando un magnete viene tenuto sotto un pezzo di carta e viene lasciata su di esso polvere di metallo, vedrete una serie di linee circolari concentriche che vanno dal polo nord al polo sud. Queste vengono chiamate “linee del flusso magnetico” e forniscono una rappresentazione grafica dei campi a spirale attorno al magnete.

La teoria corrente dice che quando fate passare un filo o un conduttore sopra un magnete, un processo conosciuto come “taglio della linea di flusso” genera l'elettricità. In altre parole, le linee di flusso vengono viste come “tagliate” dal filo mentre passa attraverso esse e l'energia che fluirebbe normalmente attraverso le linee di flusso entrano nel filo.

Questo viene considerato così assiomatico che nessuno si preoccuperebbe di pensare che potrebbe essere un modello fallato. Nonostante i fisici quantistici assumano che gli atomi sono composti di particelle, nessuno ha mai cambiato le equazioni per l'elettromagnetismo, che lo trattano come un campo (sì, eterico) di onde di energia che può essere “tagliato” in questo modo. La porzione di etere fluente della teoria è corretta, ma il “taglio” non lo è, come vedremo.

Ora ricordate che perchè avvenga il taglio della linea di flusso nella teoria convenzionale, devono esserci due velocità di movimento diverse, una per il filo (o conduttore) e una per il magnete. Potete avere sia il magnete stazionario e il conduttore in movimento o il conduttore stazionario e il magnete in movimento.

In entrambi i casi, il movimento relativo tra il conduttore e il magnete si suppone che “tagli” le linee di flusso creando corrente elettrica. Se muovete il conduttore e il magnete allo stesso tempo, allora non potreste “tagliare” le linee di flusso e non ci sarebbe modo di ottenere elettricità attraverso il conduttore.
Sarebbe come la proverbiale carota che dondola davanti alla scimmia, non importa quanto la scimmia cerchi di correre velocemente per arrivare alla carota, i suoi denti non riusciranno mai a tagliarla, perchè sia la scimmia che la carota si muovno alla stessa velocità!

5.7.1 Il Generatore a singolo pezzo di Faraday

Ora, che ci piaccia o meno, esiste nuova informazione che ci forza a lanciare l'intero modello del “taglio di flusso” e movimento relativo tra conduttore e magnete, fuori dalla finestra o almeno a modificarlo sostanzialmente.
Il Dr.Bruce DePalma del MIT ci ricorda che la corrente elettrica si può generare con il conduttore e il magnete che si muovono alla stessa velocità, eliminando ogni possibilità del “taglio” delle linee di flusso.

Se il magnete si muove, le linee di flusso dovrebbero automaticamente muoversi con esso nella teoria convenzionale. Questo mezzo bizzarro e interessante per generare corrente elettrica è stato scoperto dal famoso fisico Michael Faraday il 26 Dicembre 1831, ma fino all'arrivo di DePalma nessuno ci aveva posto attenzione.

….

La forza magnetica rotante di un magnete non è altro che il flusso stesso dell'etere che crea il magnete momento per momento.

Dato che le molecole del magnete sono allineate in una certa direzione e sono buoni “conduttori”, l'etere fluirà solo in una certa direzione, come l'acqua che fluisce in un tubo.
L'orientamento nord-sud delle “orbite dell'elettrone” nelle molecole del magnete, lo porta ad aspirare quasi tutto l'etere che lo forma dal polo nord e a farlo uscire dal polo sud, creando un ciclo.

Il magnete non è creato come ogni altro oggetto nella nostra realtà fisica, esiste una direzione definita nell'energia che fluisce in esso. E' questo flusso direzionale di energia eterica che crea ciò che chiamiamo magnetismo..