Rispondi a: Siamo pronti ad accogliere gli ET?

Home Forum L’AGORA Siamo pronti ad accogliere gli ET? Rispondi a: Siamo pronti ad accogliere gli ET?

#96187

altair
Partecipante

Cari amici

vorrei riportare l'attenzione sul topic.

Siamo pronti ad accogliere gli ET?

Dietro questa domanda c'è una questione di portata epocale.

>>Il confronto fra civiltà interplatenarie<<

A questo punto occorre intendersi bene sui termini.

Che cosa è una civiltà?

Riporto la sintetica definizione che da il Devoto-Oli – Dizionario della lingua italiana – Editore Le Monnier.

Una civiltà è il complesso degli aspetti culturali spontanei e organizzati relativi ad una collettività in una data epoca.

La definizione, mi rendo conto, è riduttiva, data l'importanza della discussione, ma è sufficiente per arrivare al punto.

Nella nostra epoca attuale, possiamo dire che esista una collettività terrestre?

Io ritengo di no.

Esistono attualmente molte collettività, cioè esistono attualmente molte civiltà.

Parlare di civiltà terrestre allo stato attuale, secondo me non ha molto senso. Perchè non esiste ancora una civiltà terrestre. Le divisioni dal punto di vista socio-politico, economico e culturale sono innegabili e molto marcate.

Il confronto con quella che, presumibilmente, potrebbe essere una VERA civiltà unitaria diventa difficile.

Chi potremmo chiamare a rappresentarci?

Una delegazione mista di, americani, europei, orientali, ciascuna con sotto delegazioni di quaccheri, mormoni, anabattisti, anglicani, cattolici, protestanti, ebrei, mussulmani integralisti e non, talebani, sufisti, etc. tanto per essere democratici?

Cioè una babele che ben rappresenterebbe il caos che regna nel nostro piccolo mondo.

Se, come è innegabile, le nostre genti hanno ancora difficoltà a confrontarsi fra loro, come possiamo pensare di confrontarci, addirittura, con una VERA civiltà unitaria aliena?

Ritengo sia necessario si arrivi prima ad una Civiltà Terrestre per un proficuo confronto con civiltà altre.

Gli sviluppi di questa discussione possono essere molti.

Resto in attesa di vostre riflessioni che possano alimentarla.