Rispondi a: Cerchi nel grano e chicchi "tostati"

Home Forum MISTERI Cerchi nel grano e chicchi "tostati" Rispondi a: Cerchi nel grano e chicchi "tostati"

#9730
Quantico
Quantico
Partecipante

Anche qui sono pronti a screditare tutto:

I CERCHI NEL GRANO RITROVATI A MONTEIASI? TUTTO FALSO E VI SPIEGHIAMO PERCHè!

Di Domenico Quaranta (del 15/06/2009 @ 23:56:35,

Pochi giorni fa qualcuno di voi avrà visto il cerchio realizzato in un campo nelle campagne di Monteiasi, nella provincia jonica.
Eccone una foto scattata da un elicottero.

Ma cerchiamo di capire qualcosa di più su queste particolari sculture che spesso e volentieri ci fanno rimanere a bocca aperta, e nello stesso tempo possono portare la nostra mente a conclusioni affrettate.

Dove?

Prima di tutto diciamo che i cerchi nel grano (crop circles) sono un fenomeno abbastanza noto e diffuso soprattutto in Inghilterra, infatti nei paesi anglosassoni si parla di 3-400 avvistamenti annui. Il fenomeno, cresciuto esponenzialmente dopo gli anni 70 attualmente conta comunque qualche apparizione un pò dovunque sulla Terra.

Cosa sono dunque?

Sono aree di coltivazioni in cui le piante appaiono appiattite in modo uniforme in modo da formare figure geometriche ben distinguibili dall'alto. Le forme sono le più svariate: dai semplici cerchi passando per i frattali fino ad arrivare a simboli con un significato ben preciso (Infatti cliccando qui potete trovare la riproduzione del simbolo di Firefox apparso negli Stati Uniti )

Forme aliene,esperimenti militari? Macchè! La riproduzione del simbolo di Firefox fu opera di 12 studenti dell'Oregon (Stati Uniti) che ,dopo aver progettato la “scultura” in due settimane, la “incisero” in meno di 24 ore, il diametro totale raggiunto fu quasi 70 metri! E il motivo della “scultura” era ben delineato: gli ideatori del Firefox Crop Circle project volevano festeggiare in maniera anomala i 200 milioni di download del celebre browser. Era agosto del 2006.

Come sono realizzati e soprattutto da chi?

Questa è la domanda sicuramente più interessante, considerando il fatto che delle migliaia di cerchi apparsi, solo pochi hanno una firma e quindi un autore (o autori) preciso. E tutto questo non fa che alimentare le varie leggende che hanno accompagnato questo fenomeno fin dai primi avvistamenti.
Diciamo subito che l'uomo è in grado di realizzare, anche con strumenti rudimentali e un pò di organizzazione alcune di queste sculture.Lo hanno dimostrato i fans di Firefox ma anche alcuni artisti inglesi che proposero alcune produzioni proprie, anche se meno complesse rispetto ad altre.

Quindi su cosa si fonda il mistero?

Nel 1999 il magnate americano Laurence Rockefeller finanziò uno studio scientifico sul fenomeno con analisi di laboratorio sui campi di grano in cui erano comparsi i cerchi. Il personale, formato da scienziati americani, era diviso in due gruppi di studio con strumenti e metodi differenti arrivando alle stesse conclusioni.

La ricerca determinò che il fenomeno presentava un'origine non adducibile alla semplice opera umana (tralasciando le sculture dette prima).Le spighe inoltre presentavano segni di irraggiamento intenso e repentino e nonostante fossero piegate continuavano a crescere fino alla maturazione (proprio come conseguenza della deformazione molecolare).
Quindi si cominciava a distinguere tra cerchi con segni di irraggiamento e cerchi semplicemente falciati. Le ricerche quindi evidenziavano nelle spighe rigonfiamenti dovuti a un campo energetico molto elevato applicato sul grano. Molti scienziati attualmente suppongono che l'origine di ciò è da cercare nelle microonde.

Inoltre il fisico olandese Eltjo Haselhoff che ha lavorato per i National Laboratories di Los Alamos e che oggi lavora sui sistemi laser della Philips ha riscontrato nelle sue analisi (Inghilterra e Olanda) un aumento della magnetite fino a 600 volte la concentrazione normale.

Dunque la “letteratura” dei cerchi del grano differenzia il fenomeno. Ma quindi chi sarebbe l'artefice ? In poche parole chi è che utilizzerebbe tecnologie sconosciute per ciò? Un'ipotesi poco realistica attribuisce l'origine di questi cerchi all'uso di tecnologie relative a programmi di difesa militari,tralasciamo naturalmente l'ipotesi extraterrestre…

Il cerchio realizzato a Monteiasi cosa era effettivamente?

Le tracce di pneumatici e mozziconi di sigarette, e l'assenza di insetti bruciati (che testimonierebbero l'ipotesi fatta precedentemente)sulle spighe lascia credere che il cerchio abbia una natura molto umana e rudimentale. Dunque niente di misterioso, sembrerebbe solo una trovata costata cara al proprietario del campo (e non per colpa sua,almeno per ora).E pensare che qualche giornale ha addirittura collegato l'evento con oggetti volanti non identificati avvistati in zona…..

Fonte: http://www.grottaglieinrete.it/public/post/i-cerchi-nel-grano-ritrovati-a-monteiasi-tutto-falso-e-vi-spieghiamo-perche-1703.asp