Rispondi a: convegno

Home Forum L’AGORA convegno Rispondi a: convegno

#97852
farfalla5
farfalla5
Partecipante

Gli Ufo sono tra noi
Convegno in Toscana

La nostra è una regione di avvistamenti. Di notte a Polcanto un uomo e il suo cane vennero inondati di luce

Scandicci (Firenze), 10 novembre 2009 – Arriveranno da tutto il mondo, ma dovranno servirsi di semplici aerei. Perché se volassero a bordo dei dischi volanti della cui esistenza sono assolutamente certi, ci sarebbe davvero da stupirsi.

Gli ufologi si daranno appuntamento dalle 9 della mattina di domenica prossima all’hotel Baglioni di Firenze, per un convegno internazionale, promosso dal Gaus, il Gruppo accademico ufologico di Scandicci. Saranno presenti, alcuni dei più accreditati esperti e studiosi della materia: il britannico Timothy Good, autore di numeri best sellers sul tema degli avvistamenti ufologici, il ricercatore turco Haktan Akdogan direttore del Centro Sirius Ufo e Roberto Pinotti, segretario del «Cun» e massimo esperto italiano di ufologia; un altro intervento particolarmente atteso è quello di Pierluigi Caria, documentarista di livello mondiale, collaboratore di riviste e programmi tv come «Voyager».

Ma quanto c’è di vero intorno a questi ‘avvistamenti’ e quanta fantasia o autosuggestione si possono ravvisare nelle parole di chi racconta i suoi incontri ravvicinati del terzo tipo? «Scopo del convegno — spiega il presidente del Gaus, Pietro Marchetti — è stimolare il pubblico a porsi interrogativi e cercare di dare risposte ai tanti casi inspiegati che da oltre 60 anni occupano le cronache mondiali. Il fenomeno Ufo infatti non è un’invenzione di fantasiosi scrittori o autori, non è un delirio di chi occasionalmente mal interpreta un semplice fenomeno aereo, e tanto meno una leggenda inventata a scopo di lucro».

E si scopre anche che la Toscana è una delle regioni a più alta percentuale di avvistamenti, che sono raccolti sul sito del Gaus. L’ultimo risale al sei settembre scorso nella zona di Calenzano, in provincia di Firenze. «E’ stato notato — si legge nel sito — il passaggio di una sfera rosso brillante che procedeva da Firenze in direzione della Calvana, sembra senza emissione di scie. La sfera si trovava ad un’ altezza simile agli aerei in fase di atterraggio. L’avvistamento è durato pochi secondi con la sfera che è scomparsa dietro un edificio».

Pietro Marchetti invece durante il convegno, terrà una relazione su un caso ‘di scuola’, l’avvistamento avvenuto a Polcanto nel Mugello, nel 1984. Coinvolti un tale Isidoro Ferri e il suo cane. Verso le 3 di notte, la camera dove dormiva il Ferri venne inondata da una luce molto potente. L’uomo vide in
controluce sulla collina una sagoma umanoide, dalla cui testa scaturiva la luce. In base al racconto riportato dai vari siti che parlano di Ufo, i carabinieri, intervenuti dopo la segnalazione, trovarono in un prato poco sopra la zona dell’avvistamento tre buche di forma perfettamente circolare di dieci centimetri di diametro e tre di
profondità disposte a triangolo.

Liberi di crederci o no, liberi di pensare che sia facile volare sulle astronavi della fantasia. Certo è
che anche l’aeronautica militare ha una propria sezione che indaga sugli avvistamenti di oggetti volanti non identificati. Per la serie, io non ci credo, ma almeno mi tengo informato.

Fabrizio Morviducci
http://lanazione.ilsole24ore.com/firenze/pazzo_mondo/2009/11/10/258994-sono.shtml


IL PARADOSSO DELLA NOSTRA ERA: "Abbiamo case più grandi e famiglie più piccole; Piu comodità, ma meno tempo; Piu esperti, ma piu problemi; Piu medicine, ma meno salute;
E’ un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino.
Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso.