Rispondi a: Votare SI, le democrazia è in PERICOLO !!!

Home Forum L’AGORÀ Votare SI, le democrazia è in PERICOLO !!! Rispondi a: Votare SI, le democrazia è in PERICOLO !!!

#98765

deg
Partecipante

24 maggio 2008

Il capo della diplomazia francese Bernard Kouchner ha valutato sabato che il processo di riconciliazione nazionale in Afghanistan debba passare dai talebani.
A un certo momento deve passare dai talebani o da quelli che parlano per loro, ha giudicato il ministro degli esteri all’occasione dell’apertura a Parigi di un forum internazionale della società civile e del settore privato in sostegno all’Afghanistan.
“Non posso dire di essere contro o di essere a favore, non tocca a me, alla Francia, chiedere. Tocca agli afgani”, ha aggiunto davanti alla stampa, assicurando che non ci saranno contatti da parte nostra (con la milizia fondamentalista) senza l’accordo degli afgani..
Evocando la presenza militare internazionale in Afghanistan, alla quale la Francia ha deciso di dare una contribuzione supplementare ( !amazed ), M. Kouchner ha parlato di “necessità”. Ciò nonostante ha ammesso che “una soluzione durevole non può essere soltanto militare” e “passa necessariamente tramite la combinazione di una dinamica politica, di una presenza militare e di sforzi maggiori per la ricostruzione”.
Perciò, ha detto, è preferibile che la forza internazionale di assistenza alla sicurezza (ISAF) non tiri per le lunghe. “Non bisogna dare l’impressione di un’operazione che durerà un secolo”, ha sottolineato il ministro. “Il pericolo più grande è quello di trasformarsi in forza d’occupazione”.
Il forum della sociétà civile e del settore privato si è tenuto sabato in presenza d’ONG, intellettuali e imprenditori impegnati en Afghanistan, la cui comune riflessione dovrà alimentare i lavori della conferenza ministeriale del prossimo12 giugno a Parigi.
Co presieduta dai presidenti francese Nicolas Sarkozy e afgano Hamid Karzaï e dal segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, questa conferenza internazionale di sostegno all’Afghanistan riunirà i ministri e rappresentanti di un’ottantina di paesi e organizzazioni impegnate nella ricostruzione del paese.
Per M. Kouchner, la conferenza di Parigi “deve affermare la necessaria appropriazione da parte degli afgani del loro destino nazionale”, rinforzando “le capacità delle autorità afgane nella conduzione della ricostruzione, compreso l’ambito di buona governabilità e di lotta contro la corruzione”.

Fonte http://nawaaye-afghanistan.net/spip.php?article6591

Bla bla bla …….vedremo il 12 giugno se succede qualcosa mah……..