Rispondi a: L'universo sognante

Home Forum MISTERI L'universo sognante Rispondi a: L'universo sognante

#9890

sephir
Partecipante

mamma mia se avessi il tempo me li vedrei tutti! comunque il discorso della raltà e della sua reale consistenza inizia piano piano a sfaldarsi… siamo in un periodo in cui l'argomentosta la centro di una bufera…anzi direi al centro di un cantiere ancora in opera… non credo che le risposte adatte arriveranno entro breve, comunque una vera realtà c'è e c'è sempre stata… il problema dell'uomo si raccolgie tutto nella possibilità di provare questa realtà di provare insomma che quel che un anima può vedere in una sua alta comprensione non sia solo una parte del tutto e mai la verità…

se un monaco zen raggiunge il satori cosa ha provato/non provato?
se un arhat raggiunta la consapevolezza volesse spiegare quale sia tale consapevolezza, vi riuscirebbe? e chi lo capirebbe in realtà?
perchè il buddha ha invitato ognuno a pronunciarsi sulla realtà della vita e del dolore solo dopo aver compreso personalmente il cammino, l'ottuplice sentiero le nobili verità e quant'altro?

Ma c'è tanta confusione zret, e i nostri strumenti sono pochi libri, molti sogni, un corpo, ciò che percepiamo e la possibilità di capire! questa ci è data, nei secoli, ma credo ci sia data.
Ho sempre creduto nel noumeno più che nel fenomeno, e sto però capendo che è inutile arrampicarsi su di esso senza aver capito a fondo òe dinamiche fenomeniche…la materia è il nostro ponte per il resto del conosciuto…

spero sempre che devid icke (o come si scrive) abbia torto quando parla della manipolazione del grande ologramma che sarebbe la realtà: manipolando il nostro cervello e il nostro dna, si può manipolare la visione della realtà attorno, come manipolando un software il risultato delle sue operazione saranno differenti a seconda di chi manipola?

Tutte domande…