Rispondi a: L'incostante campo magnetico terrestre

Home Forum L’AGORÀ L'incostante campo magnetico terrestre Rispondi a: L'incostante campo magnetico terrestre

#99361
Richard
Richard
Amministratore del forum

:hehe:
comunque nei video tanto discussi Braden diceva (non mi sono messo a sottotitolare tutto)

“sappiamo che diversi popoli ci hanno lasciato scritto (fa riferimento a testi antichi ritrovati, mi pare anche ai rotoli di di Qumran o NAG HAMMADI non ricordo di preciso) da una parte all'altra del mondo hanno descritto contemporaneamente una notte lunghissima e il sole che sorgeva due volte” e che nel nostro modello attuale (che non significa infallibile) il campo magnetico è prodotto cosi

A circa tremila chilometri di profondità inizia il nucleo del pianeta, composto prevalentemente da ferro, più internamente a circa cinquemila chilometri si trova una zona liquida che al suo interno contiene a sua volta quello chiamato nucleo interno, che è solido a causa dell’elevata pressione. Sia la zona solida che quella liquida ruotano, ma con velocità differenti, tanto che la parte liquida viene trascinata da quella solida e sommate alle differenze di temperatura nei vari strati, le correnti danno vita ad una grande dinamo, come quelle usate sulle biciclette, ma quella terrestre risulterebbe ogni tanto instabile, tanto da generare un’ inversione del campo magnetico terrestre.
https://www.altrogiornale.org/news.php?item.2485.7

per invertire quindi il campo magnetico, visto che non sappiamo come avvenga, può essere necessaria una inversione di rotazione del pianeta? ecc”
Questo chiaramente comporta altre domandone, Braden cerca di dare delle risposte in modo semplice, ma è chiaro che parla di ipotesi, però rendiamoci conto che non abbiamo tutte le certezze che pensiamo di avere, in questo caso non sappiamo veramente come sia fatto il nucleo ma lo immaginiamo in base a misurazioni indirette e non conosciamo a fondo come sia prodotto e composto il campo magnetico e come si possa invertire, solo di recente potremmo usare una strumentazione in grado di darci maggiori verifiche delle nostre idee.