Anno 2012 un consiglio dalla Self-Realization Fellowship

Home Forum PIANETA TERRA Anno 2012 un consiglio dalla Self-Realization Fellowship

Questo argomento contiene 25 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da Pasquale Galasso Pasquale Galasso 8 anni, 12 mesi fa.

Stai vedendo 6 articoli - dal 21 a 26 (di 26 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #84332
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    [quote1254146490=farfalla5]
    [quote1254142967=Richard]

    6:18 quando capisci puoi aiutare qualcuno a visualizzare il passato seguendo il vero tipo di percorso del pianeta nello spazio e tornare a un evento drammatico e quando lo fai,loro ci arrivano e fa differenza, se usi il modello sbagliato non lo puoi fare si confondono, perche lo spazio tempo si sovraimpone

    7:12 con la giusta meccanica riescono a visualizzare e tornano all'evento che ha causato il problema e visualizzandolo, sperimentandolo dal punto contrario di osservazione, un incidente o altro..allora abusi vari, puoi osservare da 90° opposti di quando lo osservasti, divieni tu quello che ha fatto l'abuso ad esempio

    8:22 è dura perche sentono il dolore e la paura che la persona provava e per cui ha fatto quella azione, quindi le due onde di osservazione cancellano l'evento e improvvisamente vedi in faccia a loro, l'ho fatto diverse volte, cancellando la geometria che segue l'evento nel vortice, loro cambiano davanti a voi e risolvono anche problemi fisici dovuti alla psiche

    9:28 tutte le possibilita future quindi cambiando, perche quell'evento non esiste piu nella loro spirale temporale..molto efficace con susy, è ancora qua? Ho collaborato su un libro di psicologia per applicare questo e questa teoria tocca tutti i livelli, è una visione unificata veramente, ho capito che l'onda è un vortice e le meccaniche degli oggetti celesti sono vorticose, spirali, come allora visualizzo bene per farlo capire alla gente..pensavo e pensavo..

    [/quote1254142967]

    molto, molto interessante :ok!:

    [/quote1254146490]

    Tutto veramente molto interessante ma di difficile comprensione.
    Supponiamo, per esempio , che io abbia rotto un braccio la settimana scorsa; tornando all'evento con questa tecnica dovrei riuscire ad evitare la sua rottura? !amazed


    #84333
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    a quanto pare sono stati fatti esperimenti oltre i limiti che possiamo immaginare
    ci sono dei limiti comunque, differenzierei il lato psicologico da quello fisico
    Haramein ha voluto spiegare che ci sono applicazioni pratiche molto utili cambiando le convinzioni che abbiamo su certi concetti e quindi comprendendo come veramente funzionino
    Haramein pero ha il suo campo di informazioni
    altre persone vengono da altro ambito:

    Clifford Stone:
    http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.205

    “K: Quindi, in un certo senso che dovrebbe darti pace, non solo noi sappiamo , ma anche l’ anima sa cosa deve accadere. Le anime sono consapevoli. In altre parole, noi siamo tutti consapevoli di quando dobbiamo morire. Possiamo non esserne consci, ma lo sappiamo, giusto? In un certo senso non e’ quindi tua responsabilita’ il prevenire un avvenimento o meno se la nostra anima e’ daccordo col fatto che accada. Giusto?

    C: Bene, come dico io, con loro, loro possono persino comunicare con cio che noi definiamo aldila’. Nonostante questo e la loro avanzata tecnologia, certe questioni restano senza risposta.

    K: Ok.

    C: Sto cercando di non dire alcune cose su questo. Posso dire che con la morte di mio figlio…loro mi hanno aiutato a visitarlo una volta.

    K: Certo.

    C: Ti devo spiegare una cosa prima che tu mi faccia altre domande..io so che se avessi potuto tornare indietro di 15 minuti, potevo evitare che accadesse. Tutto cio che dovevo fare era deviare i suoi movimenti ovunque lungo quei 15 minuti per 1 minuto o poco piu..avrei quindi alterato gli eventi.

    K: Pero..

    C: Pero ancora una volta, c’e’ un limite. Questa e’ la nostra realta’ [gesticola con le mani]. Qua crei una linea parallela. Per qualche strana ragione non e’ buono creare linee parallele, e loro lo sanno. Inoltre, e’ stato precisato il fatto che non puoi scappare dalla realtà di questo continuum temporale in cui ci troviamo, perche’ la sua morte e’ la realta’ per me in questo momento di tempo in cui mi trovo. La Seconda Guerra Mondiale e’ avvenuta. Non si puo cambiare la linea temporale nella quale ci si trova, esiste una barriera naturale. Quando scopriremo in futuro i viaggi nel tempo, non potremo scoprire prove su qualcosa che ha lasciato la linea temporale a causa di questa barriera.
    Il fatto e’ che siamo parte di qualcosa di grandioso, molto vasto e siamo in un’ avventura. Siamo parte di questa avventura.”

    ————————–
    Wilcock:
    “Questo è stato parte della ricerca. Da quel momento, l' Esperimento Philadelphia non venne abbandonato, si è tradotto in tecnologia, inclusa la tecnologia jump-gate, per come mi è stato detto, con la quale ci si puo' trasferire istantaneamente da un posto ad un altro.
    Sembra che si tratti, come avete rivelato tramite Deacon, di un passaggio tra la Terra e Marte, su una base in Marte, ne avevo sentito anche io. Daniel ha anche parlato del fatto che Marte è stato abitato in antichità e che ci sono artefatti ovunque. Ha detto anche di aver visto fotografie di astronauti vicini ad una piramide, con addosso le tute della NASA.

    Non è facile quando le persone realizzano di essere state ingannate e che c' è molto di cui non sanno, ma che è la realtà di quello che accadde.
    Quindi presero il sedile da un UFO e iniziarono ad usare questi stessi principi.
    Ora, un ragazzo fu davvero così pazzo da tornare indietro nel tempo e uccidere suo padre, per vedere cosa sarebbe accaduto. Sai, ci sono certi personaggi maligni nelle Black Ops e fu anche una mossa suicida, penseresti.

    Beh, si sentì benissimo. Intendo, andò a uccidere suo padre, cosa che gli risolse molti problemi apparentemente, e tornò indietro, “Sto bene, tutto è a posto”. Il giorno dopo, o due giorni dopo, si trovava nel traffico, venne colpito e ucciso istantaneamente da un' auto.
    Da questo giunsero alla conclusione che il tempo sia come una fabbrica vivente che ripara i danni che vengono fatti; ripara i danni al meglio possibile.
    La cosa più interessante che mi abbia mai detto Daniel, prima di tutto il resto, che il tuo ZTR determina l' età biologica. Apparentemente, se viaggi nel futuro e il tuo ZTR dice che sei nato nel 1956, ad esempio, viaggiando nel futuro 10 anni o 15 anni, impiegando un paio di ore, il tuo corpo diviene più vecchio di 10 o 15 anni. Quando viaggi nel passato, inverti e tornì all' età in cui eri, in pochissimo tempo.

    Questo è molto anomalo e suggerisce una componente multi-dimensionale all' invecchiamento biologico. Quindi hanno dovuto trovare un modo per controllare lo ZTR e mandare qualcuno, e Daniel crede che lo abbiano fatto, ma non ha avuto accesso a tali informazioni.
    Analizzarono le lunghezze d' onda della mente psichica e cercarono un modo per generarle meccanicamente, così non avrebbero avuto necessità di psichici. Stavano usando diversi psichici, ma Duncan Cameron sembrava avere maggiori successi.”

    altre info qua http://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.412


    #84334
    maraxma
    maraxma
    Partecipante

    Richard, come sempre, non posso che ringraziarti per i contributi! Il tema rimane ostico, ma comunque stimolante!
    :salu:


    #84335
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    tutto inizia e finisce nel mistero


    #84336
    Pasquale Galasso
    Pasquale Galasso
    Amministratore del forum

    Tutto inizia, finisce e ri inizia.


    CONOSCERE NON È AVERE L'INFORMAZIONE

    #84337
    Richard
    Richard
    Amministratore del forum

    anche ,esatto, nel mistero significa che non possiamo avere la pretesa di spiegare tutto esistono dei limiti, ad un certo punto le parole non bastano, puoi al massimo percepire…


Stai vedendo 6 articoli - dal 21 a 26 (di 26 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.